STAMPA LA PAGINA http://www.printfriendly.com/button

Print Friendly and PDF

sabato 11 aprile 2015

Messaggi della Madonna ad Anguera


I messaggi vengono trasmessi 3 volte a settimana: ogni martedì e sabato, più un altro giorno variabile. Traduzioni dai testi originali pubblicati sul sito ufficiale

Sito traduzione messaggi in italiano: http://www.messaggidianguera.net/2015.html

Ultimo messaggio: http://www.messaggidianguera.net/

4.125 - 11.04.2015
Cari figli, il vostro valore davanti a Dio sta nell’essere e non nell’avere. Non vivete attaccati alle cose materiali. Non siate schiavi del mondo, perché siete del Signore ed egli vi ama. Cercate le cose di lassù, perché solo così potete sperimentare la gioia di un’eternità felice. I vostri nomi sono già scritti in cielo. Convertitevi. Il Signore trasformerà la terra e tutti sperimenteranno la sua azione potente. Nuovi cieli e nuova terra. Ecco cosa sta preparando il Signore per i suoi eletti. Pregate. Solo con la forza della preghiera potete comprendere i disegni di Dio per voi. Avanti. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

4.124 - 07.04.2015

Cari figli, voi siete del Signore e lui solo dovete seguire e servire. Riponete la vostra fiducia e speranza nel Signore. Egli è il vostro tutto e solo in lui è la vostra vittoria. Conosco ciascuno di voi per nome e sono venuta dal cielo per chiamarvi ad essere, in tutto, simili a mio Figlio Gesù. Non perdetevi d’animo. Qualunque cosa accada, restate con Gesù. Non perdetevi d’animo davanti alle vostre difficoltà. Non c’è vittoria senza croce. Quando vi capita di cadere, chiamate Gesù. Egli è il vostro unico e grande amico. Aprite i vostri cuori a lui e tutto finirà bene per voi. Non allontanatevi dalla preghiera. Quando vi allontanate diventate bersaglio del nemico. Cercate forza nella preghiera e nell’Eucarestia. Verranno giorni di gioia per gli eletti del Signore. L’umanità troverà la pace e vedrete la mano potente di Dio agire. Avanti con gioia. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

4.123 - 06.04.2015

Cari figli, testimoniate con i vostri esempi e parole che appartenete a mio Figlio Gesù. Non allontanatevi dalla verità. Siete importanti per la realizzazione dei miei piani. Date il meglio di voi nella missione che vi è stata affidata. Il mio Signore vi ricompenserà generosamente per tutto quello che fate. Aprite i vostri cuori e ascoltate la voce del Signore. Egli vuole parlarvi. Siate miti e umili di cuore. Vivete nel tempo delle grandi tribolazioni, ma non siete soli. Il mio Gesù cammina con voi. Quando tutto sembrerà perduto verrà per voi la grande vittoria di Dio. Prendetevi cura della vostra vita spirituale e scoprirete il grande tesoro che c’è dentro di voi. Sono vostra Madre e  sono venuta dal cielo per soccorrervi. Non tiratevi indietro. Supplicherò il mio Gesù per voi. Coraggio. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace. 

4.122 - 04.04.2015

Cari figli, credete in mio Figlio Gesù. Egli è resuscitato, vincendo la morte, e con la sua offerta ha aperto il cielo per voi. In Gesù è la vostra speranza. Chi crede in lui e segue il suo Vangelo sarà salvo. Cercate in lui la vostra forza. Voi state nel mondo, ma siete di mio Figlio Gesù. Non permettete che la fiamma della fede si spenga dentro di voi. Arriverà il giorno in cui molte verità della fede saranno negate e disprezzate. Credete fermamente nel Vangelo. Non permettete che nulla vi allontani dal cammino della verità. Avanti. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace. 

4.121 - 03.04.2015 (Venerdì Santo)

Cari figli, sono vostra Madre Addolorata e soffro per ciò che vi attende. Tornate a Gesù. Egli si è consegnato per amore a voi ed è stato umiliato per darvi la vera liberazione. Aprite i vostri cuori e riempitevi del suo amore. Amate Gesù, perché egli vi ama. Non state con le mani in mano. Ecco il tempo opportuno per il vostro ritorno al Dio della salvezza e della pace. Non permettete che il demonio vi renda schiavi. Siete liberi. Siete del Signore. Date il meglio di voi a colui che ha dato la propria vita per salvarvi. Siate docili e accettate il messaggio di salvezza di mio Figlio Gesù. Cercate forza nelle sue parole e nell’Eucarestia. Avanti. Calmate i vostri cuori e sperate nel Signore con gioia. Arriverà il giorno in cui la vostra speranza diventerà una grande realtà. I vostri occhi contempleranno le meraviglie del Signore e vedrete la pace regnare sulla terra. Non tiratevi indietro. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace. 

4.120 - 31.03.2015

Cari figli, il mio Gesù vi chiama. Aprite i vostri cuori e dite sì alla sua chiamata. Date il meglio di voi nella missione che il Signore vi ha affidato. Coraggio. Nelle mani il Santo Rosario e la Sacra Scrittura; nel cuore l’amore alla verità. Non state con le mani in mano. Ecco il tempo opportuno per convertirvi. Non allontanatevi dalla preghiera. Quando siete lontani diventate bersaglio del nemico. L’umanità cammina cieca spiritualmente e i miei poveri figli non sanno dove andare. Sono venuta dal cielo per mostrarvi la via. Confidate in Gesù. Egli è il vostro tutto e solo in lui è la vostra vera liberazione e salvezza. Siate difensori di quelli che hanno perso i propri diritti e sono stati messi da parte. Lottate contro ogni ingiustizia che rende schiavo l’uomo e offende il Creatore. Sono vostra Madre e voglio aiutarvi. State attenti. Camminate verso un futuro doloroso. Si salveranno dalla minaccia del grande naufragio della fede solo quelli che amano e difendono la verità. Soffro per quello che vi attende. Avanti sul cammino del bene e della santità. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.  

4.119 - 30.03.2015
Cari figli, tornate a Gesù. In lui è la vostra piena felicità. Allontanatevi dal peccato e vivete rivolti al Paradiso, per il quale unicamente siete stati creati. Non state con le mani in mano. Dio ha fretta. Inginocchiatevi in preghiera, perché solo così potete conseguire la pace. Pentitevi dei vostri peccati, perché il pentimento è il primo passo da fare sul cammino della conversione. Vivete nel tempo peggiore di quello del diluvio. Verranno giorni difficili per l’umanità e il dolore sarà grande per i miei poveri figli. Sono vostra Madre e sono venuta dal cielo per indicarvi la via della santità. Aprite i vostri cuori a accettate la volontà del Signore per le vostre vite. Conosco le vostre necessità e supplicherò il mio Gesù per voi. Coraggio. Chi sta con Gesù non sarà mai sconfitto. Avanti con gioia. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

4.118 - 28.03.2015

Cari figli, vi invito alla preghiera del cuore, perché solo così potete ascoltare la voce di mio Figlio Gesù. Egli vuole parlarvi. Ascoltatelo e sarete grandi nella fede. Vi chiedo di mantenere accesa la fiamma della vostra fede. Fate in modo che le vostre vite parlino del Signore più che le vostre parole. Sono vostra Madre e voglio vedervi felici già qui sulla terra e più tardi con me in cielo. Vi chiedo di essere docili ai miei appelli. Sono venuta dal cielo per portarvi in cielo. Non vivete lontani dal cammino che vi ho indicato. La vostra vittoria è nel Signore. Ecco, sono arrivati i tempi da me predetti. Una grande tempesta si avvicina e solo quelli che amano la verità resteranno saldi nella fede. Confessione, Eucarestia, Santo Rosario, Sacra Scrittura, consacrazione al mio Cuore Immacolato e fedeltà al vero Magistero della Chiesa: ecco le armi della vostra vittoria. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

4.117 - 24.03.2015

Cari figli, amate l’amore. Non permettete che il male metta radici nei vostri cuori. Siete del Signore. Siete sua immagine e somiglianza ed egli spera molto da voi. Non vivete fermi nel peccato. Tornate al mio Gesù. Egli vi attende a braccia aperte. Quando vi sentite tentati, chiamatelo e inginocchiatevi in preghiera. Se vi succede di cadere, cercate forza nel Vangelo e nell’Eucarestia. Come figli fedeli, obbedite alla voce del Signore e tornate all’amore del Padre. Non allontanatevi dal cammino che vi ho indicato. Sono vostra Madre e sono venuta dal Cielo per condurvi alla verità. Abbiate fiducia, fede e speranza. Nella grande e finale tribolazione i miei devoti saranno protetti. Gli angeli del Signore vi mostreranno la via e sarete al sicuro. Avanti senza paura. Io supplicherò il mio Gesù per voi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace. 


4.116 - 22.03.2015
Cari figli, siete importanti per la realizzazione dei miei piani. Aiutatemi. Siate docili e testimoniate ovunque che siete unicamente di mio Figlio Gesù. Sono venuta dal cielo per offrirvi il mio amore e per dirvi che questo è il tempo della grazia. Non restate fermi nel peccato. Tornate a colui che è il vostro unico e vero Salvatore. Aprite i vostri cuori a Cristo. Confidate in lui e sarete grandi nella fede. Voi siete del Signore e lui solo dovete seguire e servire. Desidero prendermi cura di voi. Non tiratevi indietro. Ascoltatemi. Vivete nel tempo delle grandi tribolazioni spirituali. Vedrete ancora orrori sulla Terra, ma non perdetevi d’animo. La vittoria degli eletti del Signore è già stata preparata. Dopo tutto il dolore l’umanità troverà la pace. Non allontanatevi dal cammino che vi ho indicato. In questo momento faccio scendere su di voi una pioggia di grazie. Accoglietela con gioia e vivete rivolti al paradiso, per il quale unicamente siete stati creati. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace. 

4.115 - 21.03.2015

Cari figli, coraggio. La vittoria di Dio avverrà e i progetti che ho iniziato qui saranno realizzati. Rallegratevi nel Signore. Egli è il vostro soccorso nelle afflizioni. Aprite i vostri cuori alla sua grazia e sarete salvi. Non temete. Cercate forza nella preghiera e nell’Eucarestia. Voi state nel mondo, ma siete del Signore. Non permettete che la fiamma della fede si spenga dentro di voi. Dominate i vostri sentimenti e desideri, soprattutto quelli che vi allontanano dal Signore. Io vi amo e sono venuta dal Cielo per condurvi a colui che è il vostro tutto. Siate del Signore. Con i vostri esempi e parole mostrate a tutti che Dio è verità e che solo in lui l’uomo troverà la piena felicità. Io supplicherò il mio Gesù per voi. Avanti senza paura. Un fatto grandioso si verificherà in questa terra. Non tiratevi indietro. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace. 

4.114 - 19.03.2015

Cari figli, vi chiedo di essere portatori di speranza, gioia e pace. Imitate il mio Castissimo Sposo Giuseppe e sarete grandi agli occhi di Dio. Giuseppe ha trasmesso l’amore di Dio con la sua vita e con le sue parole. Anche in mezzo alle tribolazioni, non perdetevi d’animo. La ricompensa dei giusti è già pronta. Siate del Signore. Siate pronti. Rispondete coraggiosamente alla chiamata di mio Figlio Gesù. Quando la vostra croce è pesante, chiamate Gesù ed Egli si prenderà cura di voi. Gli angeli del Signore un giorno verranno a voi. Sarà il tempo del raccolto. Fate in modo che le vostre vite diano frutti buoni, perché solo così sarete proclamati benedetti dal Padre. Coraggio. Chi sta con il Signore vincerà. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.  



4.113 - 17.03.2015
Cari figli, vi amo come siete. Vi chiedo di vivere con gioia il Vangelo del mio Gesù. Non permettete che le cose del mondo vi allontanino dal cammino della santità. Con i vostri esempi e parole mostrate al mondo che appartenete al Signore. Non perdetevi d’animo. Non siete soli. Il mio Gesù è molto vicino a voi. Vivete nel tempo delle grandi tribolazioni, ma non perdete la speranza. Siate strumenti di pace e gioia per tutti quelli che sono lontani. Datemi le vostre mani e io vi condurrò a colui che è la vostra via, verità e vita. Quando tutto sembrerà perduto il Signore asciugherà le vostre lacrime. La vostra liberazione si avvicina. Inginocchiatevi in preghiera. Non tiratevi indietro. Nelle mani il Santo Rosario e la Sacra Scrittura. Nel cuore l’amore alla verità. Conosco ciascuno di voi per nome e supplicherò il mio Gesù per voi. Coraggio. Il domani sarà migliore. Confidate nel Signore e tutto finirà bene per voi. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace. 

4.112 - 14.03.2015

Cari figli, non perdete la speranza. Mio figlio Gesù è con voi. Confidate in lui e tutto finirà bene per voi. Siate docili e imitate in tutto Gesù. Quando sentite il peso della croce non tiratevi indietro. Non c’è vittoria senza croce. Vi chiedo di vivere i miei appelli. Sono venuta dal cielo per indicarvi il cammino della salvezza. Ricolmatevi dell’amore del Signore. Il mio Gesù vi ha insegnato ad amare e a donarvi con perfezione. Siate miti e umili di cuore, perché solo così potete fare la volontà del Signore. Non allontanatevi dalla preghiera. Cercate forza nell’Eucarestia e nelle parole del mio Gesù. Quando tutto sembrerà perduto verrà per voi la grande vittoria di Dio. L’umanità vivrà l’angoscia di un condannato, ma alla fine il mio Cuore Immacolato trionferà e vedrete nuovi cieli e nuova terra. Avanti con gioia. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

4.111 - 13.03.2015

Cari figli, sperate nel Signore con gioia. Non perdetevi d’animo. Non tiratevi indietro. La vostra forza è nel Signore. Tornate a lui, che vede ciò che è nascosto e vi conosce per nome. Aprite i vostri cuori alla luce del Signore, perché solo così potete accettare la sua volontà per le vostre vite. Siete importanti per la realizzazione dei miei piani. Inginocchiatevi in preghiera. Camminate verso un futuro doloroso. La vostra nazione berrà il calice amaro del dolore. State attenti. Siate fedeli al Vangelo del mio Gesù. Non permettete che niente vi allontani dal cammino che vi ho indicato nel corso di questi anni. Siate giusti. I giusti avranno sempre le attenzioni del Signore. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

4.110 - 10.03.2015

Cari figli, aprite i vostri cuori all’amore del Signore. Con i vostri esempi e parole cercate di attrarre tutti quelli che sono lontani dalla via della salvezza. Ricolmatevi di Dio, perché solo così potete testimoniarlo agli altri. Molti si avvicinano a voi cercando speranza e misericordia. Siate del Signore. Non allontanatevi dalla preghiera. Quando siete lontani diventate ciechi spiritualmente ed è allora che il nemico di Dio vince. Siate fedeli al Signore. Verranno tempi difficili per gli uomini e le donne di fede. Verrà una grande tempesta e la Chiesa del mio Gesù porterà una croce pesante. Cercate forza nelle parole del mio Gesù e nell’Eucarestia. La vostra vittoria è nel Signore. Coraggio. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

4.109 - 07.03.2015

Cari figli, riponete la vostra fiducia nel Signore. Niente è perduto. Tornate all’Amore del Padre. Egli vuole perdonarvi e rendervi felici. Siate docili. Quando vi succede di cadere, non perdetevi d’animo. Il pentimento è il primo passo da fare sul cammino della conversione. Sono vostra Madre e sono venuta dal cielo per portarvi in cielo. Non state con le mani in mano. L’umanità si è allontanata dal Creatore perché gli uomini si sono allontanati dalla verità. Aprite i vostri cuori alla luce di Dio e lasciatevi condurre da lui. Avrete ancora lunghi anni di dure prove, ma il Signore sarà vittorioso. Verrà la grande battaglia ma gli eletti del Signore vinceranno. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.



4.108 - 3 marzo 2015
Cari figli, voi appartenete al Signore e lui solo dovete seguire e servire. Non perdete la speranza. Confidate in Gesù. Avrete ancora lunghi anni di dure prove, ma non perdetevi d’animo. Restate con il Signore e sarete vittoriosi. Sono vostra Madre e sono venuta dal cielo per chiamarvi alla conversione. Aprite i vostri cuori e siate docili alla mia chiamata. Voi non siete soli. Anche quando siete lontani il Signore vi cerca. Siete preziosi per il Signore. Inginocchiatevi in preghiera. Conosco ciascuno di voi per nome e supplicherò il mio Gesù per voi. Quando sentite il peso della croce, cercate forza nella preghiera e nell’Eucarestia. Niente è perduto. Coraggio. Non ci sarà sconfitta per gli eletti del Signore. Rallegratevi, perché i vostri nomi sono già scritti in cielo. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.



CHIESA - cammina verso il calvario della GRANDE ED ULTIMA PERSECUZIONE. Messaggi profetici della Madonna di Anguera in fase di svolgimento. Msg. nn. 234 – 24 ottobre 1989 “ La Chiesa sarà perseguitata come mai prima e il Santo Padre soffrirà molto. Pregate per lui. Il vicario di Mio Figlio dovrà soffrire molto, perché la Chiesa sarà vittima di grandi persecuzioni. Questo sarà il tempo delle tenebre, e la Chiesa attraverserà una crisi orribile. Pregate per la chiesa. Pregate per il Santo Padre. Pregate per voi stessi. Sono la vostra Madre Addolorata. Soffro per ciascuno di voi. Soffro a causa della vostra sofferenza. Non temete. Sarò al vostro fianco per aiutarvi nelle ore più difficili.” 1.210 - 1 gennaio 1997 “ Molti dei miei amati figli si rivolteranno contro il Papa. Ci sarà un grande scisma. La vera dottrina sarà negata anche da membri della gerarchia.” 1.249 - 4 aprile 1997 “ Non preoccupatevi per la persecuzione.I progetti che ho avviato qui non sono vostri. Sono progetti di Dio, quindi niente e nessuno può distruggerli. Tutte le volte che vi sentite deboli, chiamatemi . Io verrò ad aiutarvi.” 1.372 - 12 gennaio 1998 “..si avvicinano i tempi della sua grande persecuzione. Quello che vi ho predetto in passato sta per realizzarsi.” 1.451 - 17 luglio 1998 “Quando sentite il peso della persecuzione, tacete. Lasciate che Dio agisca in vostra difesa. 1.467 - 22 agosto 1998 “ Quando sentite il peso delle persecuzioni, dite che siete in questo mondo per fare la volontà di Dio e non la volontà degli uomini.” 1.749 - 8 giugno 2000 . Non date ascolto alle critiche e non preoccupatevi delle persecuzioni. A partire da oggi, sia il silenzio la vostra risposta a tutte le tribolazioni. Se vi preoccupate eccessivamente, il demonio finirà per togliervi la pace.. Il demonio non farà nulla contro di voi se state in silenzio e ascoltate solo la voce di Dio e la mia voce.” 2.285 - 10 novembre 2003 “ Chi prende la decisione di servire il Signore, molte volte è respinto perfino dai suoi. Questo è il momento della vostra testimonianza di fede. Non tiratevi indietro davanti alle prove e alle persecuzioni. Abbracciate con gioia la vostra croce e alla fine sarete ricompensati dal Signore.” 2.714 - 01/08/2006 “Ci saranno grandi persecuzioni alla Chiesa di mio Figlio Gesù. La croce sarà pesante per i fedeli, ma il Signore farà sorgere un uomo pieno di virtù che condurrà i fedeli sul cammino dell’amore e della verità. In questo tempo, la Chiesa tornerà ad essere come Gesù l’aveva affidata a Pietro, e allora gli uomini vedranno la mano potente di Dio agire in favore dei Suoi.” 2.830 - 28.04.2007 “Cari figli, la Chiesa del mio Gesù soffrirà a causa della terribile persecuzione. Molti sacerdoti saranno portati al calvario e la morte sarà presente in seno alla Chiesa, ma il demonio non vincerà la Chiesa. La vittoria sarà del Signore. Confidate nella sua Bontà. Pregate molto e ovunque testimoniate la vostra Fede. Vi sarà una grande rivolta per non accettarela Verità.” 2.926 - 06/12/2007 “Arriverà il giorno in cui i fedeli cercheranno uomini misericordiosi e timorati di Dio, ma non li troveranno. Ci sarà grande persecuzione ai luoghi sacri e coloro che cercano di vivere i miei appelli porteranno una croce pesante.” 2.960 - 23/02/2008 Cari figli, la morte sarà presente in seno alla Chiesa. L’oppressore determinerà l’esecuzione di molti consacrati. La persecuzione alla Chiesa sarà molto maggiore che in passato.” 2.985 - 17/04/2008 “Cari figli, la Chiesa del mio Gesù soffrirà a causa della grande persecuzione. Un attentato attirerà l’attenzione del mondo e per gli uomini e le donne di fede sarà un momento di grande dolore. L’azione del nemico provocherà danni e la Chiesa sarà divisa.” 2.989 - 26/04/2008 Cari figli, arriverà il giorno in cui l’oppositore diffonderà i suoi errori sulla terra e ci sarà grande disprezzo per i buoni costumi. La Chiesa vivrà momenti di grande persecuzione e porterà una croce pesante. Per un determinato periodo, la Chiesa camminerà senza Pietro” 2.994 - 06/05/2008 Inginocchiatevi in preghiera a favore della Chiesa. Tra poco arriverà per essa il grande dolore. La croce sarà pesante per i consacrati, perché la furia del nemico sarà grande. CIÒ CHE LA CHIESA VIVRÀ NON È MAI SUCCESSO IN TUTTA LA SUA STORIA." 3.000 - 22/05/2008 "Amate la verità e difendetela. Credete fermamente in tutto ciò che vi ho annunciato nel corso di questi anni. Sono venuta per mantenervi nella verità. Non permettete che le false ideologie vi allontanino dalla verità. ARRIVERÀ IL GIORNO IN CUI GLI UOMINI SARANNO OBBLIGATI A NEGARE LA PRESENZA REALE DI GESÙ NELL’EUCARESTIA. I FEDELI SARANNO MINACCIATI E PORTATI A GIUDIZIO. CI SARÀ GRANDE PERSECUZIONE ALLA CHIESA. SARÀ QUESTO IL TEMPO DI MAGGIOR DOLORE PER I FEDELI. MOLTI CONSACRATI, PER PAURA, SI TIRERANNO INDIETRO. IN MOLTI LUOGHI I NEMICI VINCERANNO, MA LA VITTORIA FINALE SARÀ DEL SIGNORE. Siate forti e saldi nella fede. Non permettete che questo grande tesoro che è la fede sparisca dai vostri cuori. Chiederò a mio Figlio Gesù di sostenervi con la sua grazia." 3.005 - 03/06/2008 "CARI FIGLI, SORGERÀ UN NUOVO ORDINE E IL SUO PRINCIPALE OBIETTIVO SARÀ PERSEGUITARE LA CHIESA DEL MIO GESÙ. APPARENTEMENTE SARÀ UN MOVIMENTO BENEFICO E ATTRARRÀ MOLTI UOMINI E DONNE DI FEDE. RIUSCIRÀ A COINVOLGERE MOLTI CONSACRATI E LA SOFFERENZA SARÀ GRANDE PER I MIEI POVERI FIGLI. " 3.008 - 08/06/2008 “Cari figli, arriverà per i fedeli la croce della sofferenza. Cercherete il Signore nella Chiesa e non lo troverete. I tabernacoli saranno ritirati e solo di nascosto gli uomini potranno adorare il Signore. Per la Chiesa verrà la grande persecuzione. Come i primi cristiani, voi sarete perseguitati e condotti a giudizio. Soffro per ciò che vi attende.” 3.009 - 10/06/2008 "Cari figli, gli ordini religiosi saranno indeboliti e molti cesseranno di esistere. I consacrati perderanno il diritto di usare l’abito religioso e ci sarà grande confusione nella Chiesa" 3.013 - 21/06/2008 " ARRIVERÀ IL GIORNO IN CUI GLI UOMINI NON TROVERANNO LUOGHI PER LA CONTEMPLAZIONE. DISTRUGGERANNO I LUOGHI SACRI DOVE MOLTE ANIME HANNO TROVATO LA SANTITÀ. LA FORZA DEL NEMICO PORTERÀ LA CHIESA A CONOSCERE GRANDI SOFFERENZE. NON SPAVENTATEVI. ALLA FINE, LA VITTORIA SARÀ DELLA CHIESA. IL MALE NON TRIONFERÀ MAI. " 3.014 - 24/06/2008 "Cari figli, la rivolta di molti consacrati causerà grande sofferenza alla Chiesa. Una piaga si aprirà nel cuore della Chiesa a causa del grande scisma. L’azione del demonio porterà molti consacrati ad allontanarsi dalla verità." 3.022 - 12/07/2008 "SIATE CORAGGIOSI. NELLA GRANDE TRIBOLAZIONE ALLA CHIESA, VOI CHE SIETE FEDELI SARETE PERSEGUITATI E PORTATI A GIUDIZIO. SARÀ UN TEMPO DOLOROSO PER LA CHIESA. IN MOLTI LUOGHI LA CHIESA PERDERÀ IL DIRITTO DI ANNUNCIARE CRISTO AL MONDO. L’OPPOSITORE PREPARA UN TERRIBILE ATTACCO CONTRO LA CHIESA DEL MIO GESÙ." 3.031 - 23/07/2008 “Molti ferventi nella fede berranno il calice amaro della sofferenza nella grande e dolorosa persecuzione alla Chiesa. Nella grande persecuzione, molti si tireranno indietro e abbandoneranno la fede. Per i giusti che resteranno saldi fino alla fine, il Signore prepara la grandiosa ricompensa.” 3.033 - 27/07/2008 “Avrete ancora grandi sofferenze sulla terra. A causa della vostra fede, sarete perseguitati da coloro che dovrebbero difendervi. Ci sarà grande disprezzo per il sacro e vi sarà tolto il diritto di servire Dio. La grande persecuzione colpirà, soprattutto, gli uomini e le donne di fede. I sacerdoti fedeli saranno frustati e portati nelle prigioni.” 3.034 - 29/07/2008 “Nel culmine della grande persecuzione, il Signore invierà il soccorso alla sua Chiesa.” 3.045 - 26/08/2008 “La Chiesa vivrà momenti di angoscia. Su di essa peserà la croce dell’indifferenza, dell’umiliazione e della persecuzione.” 3.057 - 23/09/2008 “La Chiesa del mio Gesù cammina verso il calvario. La persecuzione sarà grande. In molti luoghi, il sangue dei fedeli scorrerà sulle strade. La Chiesa porterà una croce pesante, ma coloro che resteranno saldi fino alla fine riceveranno la ricompensa dei giusti.” 3.058 - 26/09/2008 “La Chiesa del mio Gesù soffrirà molto. I miei figli consacrati dovranno conoscere ogni sorta di dolori fisici. Così come i primi cristiani, la Chiesa conoscerà la croce della persecuzione e del martirio. I buoni saranno perseguitati e lasciati in carcere.” 3.073 - 26/10/2008 “I nemici cercheranno di distruggere la Chiesa. Riusciranno a fare grandi cose, ma non potranno nulla contro coloro che veramente amano la verità. Nella grande e ultima persecuzione alla Chiesa, i nemici saranno sorpresi. Cristo verrà in difesa della sua Chiesa.” 3.079 - 07/11/2008 “Cari figli, la furia dei nemici porterà la morte a molti consacrati. La Chiesa del mio Gesù berrà il calice amaro del dolore.Ci sarà una grande persecuzione alla Chiesa e i fedeli piangeranno e si lamenteranno” 3.080 - 11/11/2008 “La Chiesa del mio Gesù sarà ferocemente perseguitata. I nemici si uniranno per il grande attacco e molti ferventi nella fede diventeranno indifferenti. Ascoltate il successore di Pietro e accogliete il Vangelo del mio Gesù. Dopo tutta la tribolazione e persecuzione, la Chiesa sarà vittoriosa. 3.081 - 13/11/2008 “La Chiesa del mio Gesù conoscerà una croce pesante. In Europa ci saranno grandi persecuzioni. In vari Paesi si diffonderanno manifestazioni contro la Chiesa. Il Santo Padre soffrirà molto.” 3.089 - 02/12/2008 “La grande e maggiore tribolazione della Chiesa sarà di venerdì, ma subito dopo verrà la vittoria del Signore. Non tiratevi indietro. Anche davanti alle grandi persecuzioni, non perdetevi d’animo. 3.097 - 20/12/2008 Cari figli, il demonio agirà con grande furia contro la Chiesa del mio Gesù. Molti templi saranno invasi e distrutti. Ci sarà grande persecuzione nella casa di Dio. Distruggeranno i sacrari e uccideranno molti consacrati.. Dopo tutta la persecuzione alla Chiesa, il Signore verrà con grande vittoria e i giusti riceveranno la grande ricompensa. 3.126 - 24/02/2009 Pregate per la Chiesa. LA GRANDE SOFFERENZA DELLA CHIESA VERRÀ PER MEZZO DEL POTERE POLITICO. SARANNO CREATE LEGGI PER IMPEDIRE L’AZIONE DELLA CHIESA. IN MOLTI LUOGHI I TEMPLI SARANNO DISTRUTTI E I CRISTIANI PIANGERANNO E SI LAMENTERANNO. 3.129 - 03/03/2009 “Ci sarà grande profanazione e il trono di Pietro verrà scosso. Siate forti nella fede. Non tiratevi indietro. Confidate in Gesù. Dopo tutta la persecuzione, verrà la vittoria del Signore.” 3.163 - 19/05/2009 “Ci sarà una grande persecuzione religiosa. I fedeli saranno perseguitati e la morte sarà presente in ogni luogo. Al culmine della grande persecuzione, il Signore mostrerà un grande segnale. Gli eretici si convertiranno e testimonieranno l’amore di Dio. Sarà questo il tempo del trionfo definitivo del mio Cuore Immacolato.” 3.180 - 29/06/2009 “Arriverà per lei il momento del dolore. Ci sarà grande persecuzione alla casa di Dio e i miei poveri figli piangeranno e si lamenteranno. Il trono di Pietro sarà scosso. Un successore di Pietro vedrà la distruzione della sua casa e gli uomini di fede si lamenteranno.” 3.316 - 8 maggio 2010 “Arriverà il giorno in cui la Chiesa, in Brasile, soffrirà grandi persecuzioni. I nemici si uniranno contro la Chiesa e i fedeli porteranno una croce pesante. Dio si manifesterà con grandi segni e prodigi. Dopo tutta la tribolazione che vivrà la Chiesa, verrà per lei il trionfo. Nulla potrà contro i piani di Dio.” 3.338 - 30 giugno 2010 “La Chiesa del mio Gesù sperimenterà il peso delle tribolazioni e giungerà per lei il calvario. Ci sarà grande persecuzione alla chiesa. I dogmi saranno disprezzati e gli uomini e le donne di fede saranno perseguitati. Molti consacrati saranno perseguitati e uccisi, saranno create leggi e la Chiesa incontrerà barriere per annunciare la verità.” 3.419 - 1 gennaio 2011“La Chiesa del mio Gesù porterà una croce pesante. Vivrà il calvario a causa delle persecuzioni e il dolore sarà grande per gli uomini e le donne di fede.” 3.472 - 22 aprile 2011 “Arriverà il giorno in cui la sua Chiesa salirà al calvario e grande sarà la sofferenza per gli uomini e le donne di fede. Sarà un tempo di persecuzione, umiliazione e abbandono. Dolore maggiore non è esistito. I nemici di Dio si uniranno e in varie parti distruggeranno templi e uccideranno fedeli. Giorni di tenebre verranno per la Chiesa, ma quando tutto sembrerà perduto il Signore verrà e darà alla sua Chiesa la grande vittoria.” 3.503 - 29 giugno 2011 “La Chiesa del mio Gesù soffrirà per una grande e violenta persecuzione. Dolore maggiore non è esistito.. I nemici di Dio si uniranno contro la sua Chiesa, ma la vittoria sarà di Dio.”


POST DEL 26/12/2011 AGGIORNATO AL 11/04/2015

Il Papa: “Quello contro gli armeni fu genocidio. Oggi è in corso un massacro contro i cristiani”

La denuncia di Francesco: «A causa della fede i nostri fratelli vengono decapitati, crocifissi e bruciati vivi nell’indifferenza generale e collettiva»

Fonte: http://www.lastampa.it/2015/04/12/italia/cronache/il-papa-in-corso-genocidio-dei-cristiani-WD1Z2EHqriK5d9roj1TDRJ/pagina.html


LA CHIESA CAMMINA VERSO IL CALVARIO DELLA GRANDE ED ULTIMA PERSECUZIONE


CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA


La venuta gloriosa di Cristo, speranza di Israele

 673 Dopo l'Ascensione, la venuta di Cristo nella gloria è imminente, [Cf Ap 22,20 ] anche se non spetta a noi “conoscere i tempi e i momenti che il Padre ha riservato alla sua scelta” ( At 1,7 ) [Cf Mc 13,32 ]. Questa venuta escatologica può compiersi in qualsiasi momento [Cf Mt 24,44; 1Ts 5,2 ] anche se essa e la prova finale che la precederà sono “impedite” [Cf 2Ts 2,3-12 ].

 674 La venuta del Messia glorioso è sospesa in ogni momento della storia [Cf Rm 11,31 ] al riconoscimento di lui da parte di “tutto Israele” ( Rm 11,26; 674 Mt 23,39 ) a causa dell'“indurimento di una parte” ( Rm 11,25 ) nell'incredulità [Cf Rm 11,20 ] verso Gesù. San Pietro dice agli Ebrei di Gerusalemme dopo la Pentecoste: “Pentitevi dunque e cambiate vita, perché siano cancellati i vostri peccati e così possano giungere i tempi della consolazione da parte del Signore ed egli mandi quello che vi aveva destinato come Messia, cioè Gesù. Egli dev'esser accolto in cielo fino ai tempi della restaurazione di tutte le cose, come ha detto Dio fin dall'antichità, per bocca dei suoi santi profeti” ( At 3,19-21 ). E san Paolo gli fa eco: “Se infatti il loro rifiuto ha segnato la riconciliazione del mondo, quale potrà mai essere la loro riammissione se non una risurrezione dai morti?” ( Rm 11,15 ). “La partecipazione totale” degli Ebrei ( Rm 11,12 ) alla salvezza messianica a seguito della partecipazione totale dei pagani [Cf Rm 11,25; Lc 21,24 ] permetterà al Popolo di Dio di arrivare “alla piena maturità di Cristo” ( Ef 4,13 ) nella quale “Dio sarà tutto in tutti” ( 1Cor 15,28 ).


L'ultima prova della Chiesa

 675 Prima della venuta di Cristo, la Chiesa deve passare attraverso una prova finale che scuoterà la fede di molti credenti [Cf Lc 18,8; Mt 24,12 ]. La persecuzione che accompagna il suo pellegrinaggio sulla terra [Cf Lc 21,12; Gv 15,19-20 ] svelerà il “Mistero di iniquità” sotto la forma di una impostura religiosa che offre agli uomini una soluzione apparente ai loro problemi, al prezzo dell'apostasia dalla verità. La massima impostura religiosa è quella dell'Anti-Cristo, cioè di uno pseudo-messianismo in cui l'uomo glorifica se stesso al posto di Dio e del suo Messia venuto nella carne [Cf 2Ts 2,4-12; 675 1Ts 5,2-3; 2Gv 1,7; 1Gv 2,18; 1Gv 2,22 ].

 676 Questa impostura anti-cristica si delinea già nel mondo ogniqualvolta si pretende di realizzare nella storia la speranza messianica che non può esser portata a compimento che al di là di essa, attraverso il giudizio escatologico; anche sotto la sua forma mitigata, la Chiesa ha rigettato questa falsificazione del Regno futuro sotto il nome di “millenarismo”, [Cf Congregazione per la Dottrina della Fede, Decreto del 19 luglio 1944, De Millenarismo: Denz. -Schönm. , 3839] soprattutto sotto la forma politica di un messianismo secolarizzato “intrinsecamente perverso” [Cf Pio XI, Lett. enc. Divini Redemptoris, che condanna il “falso misticismo” di questa “con- traffazione della redenzione degli umili”; Conc. Ecum. Vat. II, Gaudium et spes, 20-21. [Cf Ap 19,1-9 ] Cf Ap 19, 1-9].


 677 La Chiesa non entrerà nella gloria del Regno che attraverso quest'ultima Pasqua, nella quale seguirà il suo Signore nella sua morte e Risurrezione [Cf Ap 13,8 ]. Il Regno non si compirà dunque attraverso un trionfo storico della Chiesa [Cf Ap 20,7-10 ] secondo un progresso ascendente, ma attraverso una vittoria di Dio sullo scatenarsi ultimo del male [Cf Ap 21,2-4 ] che farà discendere dal cielo la sua Sposa [ Cf Ap 20,12 ]. Il trionfo di Dio sulla rivolta del male prenderà la forma dell'ultimo Giudizio [Cf 2Pt 3,12-13 ] dopo l'ultimo sommovimento cosmico di questo mondo che passa [Cf Dn 7,10; Gl 3-4; 677 Ml 3,19 ].





UN SITO INTERNET PER I CRISTIANI PERSEGUITATI   



(Attenzione!. Sono visibili immagini esplicite di torture a persone inserite nel blog, si consiglia la visione ad un pubblico adulto e non impressionabile.)

MONITORAGGIO IN TEMPO REALE CON GOOGLE NEWS PER I CRISTIANI PERSEGUITATI


Fonte: https://news.google.it/news/section?pz=1&cf=all&q=persecuzione%20cristiani&siidp=459ec3446c02ea8a33f5d648772a9da0e54f&ict=ln


persecuzione cristiani

14 agosto 2014 - La persecuzione dei cristiani in Iraq e le ...

La Gazzetta Palermitana - ‎2 ore fa‎
cristiani L'orrore, simile a quello descritto da Marlon Brando in Apocalypse Now, arriva ogni giorno nelle nostre case. Sono le immagini degli stermini dicristiani e yazidi in Iraq. I media occidentali agitano lo spettro del fondamentalismo islamico ...

Il 15 agosto Giornata di preghiera per i cristiani perseguitati

Riviera24.it - ‎13/ago/2014‎
Sono parole che vorremmo potessero scuotere anche questa nostra Europa, distratta ed indifferente, cieca e muta davanti alle persecuzioni di cui oggi sono vittime centinaia di migliaia di cristiani. Se la mancanza di libertà religiosa – fondativa delle ...

Carron (Cl): «Come non sentire tutto lo straziante dolore dei nostri ...

Tempi.it - ‎12/ago/2014‎
Come non sentire tutto lo straziante dolore dei nostri fratelli cristiani perseguitati? È un clamore che aumenta sempre di più davanti alle immani ingiustizie sofferte dai cristiani in tante parti del mondo, costretti a lasciare tutto e a fuggire dalla ...

L'Isis e le persecuzione dei cristiani in Iraq

ISPIonline - ‎08/ago/2014‎
Negli anni Ottanta, i cristiani in Iraq erano 1,4 milioni. Oggi, a voler essere ottimisti, ne sono rimasti 400mila. La persecuzione in cui stanno sprofondando è la dimostrazione di un fallimento tridimensionale. 1- È il collasso di una strategia ...

Iraq, Bagnasco: "Chiese aperte per i cristiani vittime della ...

Primocanale - ‎7 ore fa‎
Roma - "Le nostre comunità, se necessario, potranno accogliere temporaneamente coloro che riterranno di dover abbandonare la loro terra, proprio per sfuggire a questa feroce persecuzione religiosa". Lo dice il presidente della Cei e arcivescovo di ...

Questione di vita o di morte. Raccolta fondi per i fratelli cristiani ...

Tempi.it - ‎11/ago/2014‎
Il sito Asianews ha lanciato una raccolta fondi per i cristiani perseguitati in Iraq dallo Stato islamico. La situazione, come vi abbiamo raccontato tante volte, è tragica. Come ha spiegato il patriarca di Baghdad, Louis Sako, i fedeli fuggono verso il ...

PERSECUZIONE CRISTIANI/ Eid: i raid di Obama sono solo a ...

Il Sussidiario.net - ‎09/ago/2014‎
L'avanzata nel Nord dell'Iraq da parte dei guerriglieri dello Stato Islamico dell'Iraq e del Levante ha scatenato l'esodo di circa 100.000 cristiani verso la regione del Kurdistan. Qaraqosh, Tal Kayf, Bartella e Karamlesh sono ora in mano all'Isis. La ...

Iraq, migliaia di cristiani in fuga. Papa: fermare persecuzione

Il Messaggero - ‎07/ago/2014‎
Cristiani in fuga Decine di migliaia di cristiani iracheni sono in fuga dalle loro case nel nord del paese dopo che i jihadisti nella notte hanno preso il controllo di Qaraqosh e di altre tre località vicine, dove vivono gran parte dei cristiani del ...

Iraq, Bagnasco: "Pronti ad accogliere i cristiani in fuga dalle ...

TGCOM - ‎10/ago/2014‎
In un'intervista al "Corriere della Sera", Bagnasco commenta infatti la situazione nel Nord dell'Iraq dove, per le persecuzioni degli jihadisti dell'Isis, circa 100mila cristiani sarebbero fuggita dalle loro abitazioni. "Le diocesi italiane sono da ...

Iraq, Papa Francesco: sgomenti e increduli per le persecuzioni dei ...

Il Sole 24 Ore - ‎10/ago/2014‎
«Cari fratelli e sorelle, ci lasciano increduli e sgomenti le notizie giunte dall'Iraq», ha detto Papa Francesco all'Angelus, descrivendo con tono accorato la situazione: «migliaia di persone, tra cui tanti cristiani, cacciati dalle loro case in ...

Iraq, la Chiesa di Milano lancia la preghiera ecumenica per i ...

Il Giorno - ‎12/ago/2014‎
Milano, 12 agosto 2014 - Sempre più cristiani perseguitati in Iraq. Per questo, l'arcivescovo di Milano, cardinale Angelo Scola, incurante del fatto che la città si sia ormai svuotata per le vacanze, ha organizzato un incontro tra tutte le religioni ...

Cristiani perseguitati, uno dei temi principali del Meeting 2014

Inter-Vista - ‎13/ago/2014‎
Un tema oggi in primo piano - anche se non forse non trova a livello di mass media l'audience che la drammaticità della situazione richiede – è quello della persecuzione deicristiani in diverse parte del mondo, a cominciare dal Medio Oriente. Di certo ...

Iraq, Antonio Socci: i cristiani muoiono e Papa Francesco sta in ...

LiberoQuotidiano.it - ‎11/ago/2014‎
Ormai la forza con cui Giovanni Paolo II difendeva i cristiani perseguitati è cosa passata e dimenticata. E anche la limpidezza del grande discorso di Ratisbona di Benedetto XVI - che era una mano tesa all'Islam perché riflettesse criticamente su se ...

Quello che l'Occidente continua a non capire della tragedia dei ...

Tempi.it - ‎29/lug/2014‎
La Francia è pronta ad aiutare i cristiani iracheni, vittime di «persecuzioni» da parte dei jihadisti, che li hanno cacciati dalle loro case di Mosul. In un comunicato congiunto, i ministri Laurent Fabius e Bernard Cazeneuve hanno scritto: «Veniamo in ...

Milano solidale con i cristiani iracheni perseguitati

mentelocale.it - ‎12/ago/2014‎
Milano partecipa alla campagna internazionale in difesa dei cristiani iracheni di Mosul, che subiscono una persecuzione fondata sulla discriminazione religiosa. Per sensibilizzare l'opinione pubblica, da lunedì 11 agosto sono in distribuzione 5mila ...

Il 15 agosto si prega per i cristiani perseguitati, vittime di «un ...

Tempi.it - ‎04/ago/2014‎
cristiani-iraq-occidente-persecuzione-islam-mosul La strage dei cristiani in Siria, in Iraq, in Nigeria. C'è un angolo di mondo dove i cristiani non sianoperseguitati per la loro fede? I vescovi italiani dinanzi alle violenze contro i fratelli nella ...

Perugia: dedicata ai cristiani perseguitati la solennità dell ...

Giornale dell'Umbria - ‎11 ore fa‎
La solennità mariana del 15 agosto sarà particolarmente sentita in tutte le parrocchie e i santuari dell'archidiocesi, che la celebreranno riflettendo e pregando per i cristiani perseguitati nel mondo, quale segno concreto di partecipazione con quanti ...

«Quanto silenzio sui cristiani perseguitati»

Gazzetta di Parma - ‎12/ago/2014‎
A nostra volta, vogliamo che la preoccupazione per il futuro di tanti fratelli e sorelle si traduca in impegno ad informarci sul dramma che stanno vivendo, puntualmente denunciato dal Papa: “Ci sono più cristiani perseguitati oggi che nei primi secoli”».
Copertura live

Cei: 15 agosto, preghiera per cristiani perseguitati

Radio Vaticana - ‎02/ago/2014‎
Rispondendo a quanto denunciato dal Papa, e che cioè “ci sono più cristiani perseguitati oggi che nei primi secoli”, la Conferenza episcopale italiana promuove per il 15 agosto, nella solennità dell'Assunzione, una Giornata di preghiera per i cristiani ...




Perseguitati perché cristiani: la riflessione di Massimo Introvigne
Fonte: http://www.news.va/it/news/perseguitati-perche-cristiani-la-riflessione-di-ma


Testo proveniente dalla pagina http://it.radiovaticana.va/news/2011/12/26/perseguitati_perch%C3%A9_cristiani:_la_riflessione_di_massimo_introvigne/it1-549542
del sito Radio Vaticana 





Oltre 200 milioni di persone in fuga
Le persecuzioni contro i cristiani nel mondo sono di nuovo una realtà
Intervista a René Guitton di
2 Maggio 2010
Fonte: http://www.loccidentale.it/articolo/le+persecuzioni+contro+i+cristiani+nel+mondo+sono+di+nuovo+una+realt%C3%A0.0089890
Cristiani. Un oppressione continua 
di Nicola di Mauro
Fonte: http://www.dimensioni.org/maggio11/articolo3.html
 Se 500 cristiani macellati non fanno notizia

9 marzo 2010 / In News
Fonte: http://www.cristianicattolici.net/cristiani_macellati_non_fanno_notizia.html

Antonio Socci

Da Libero, 9 marzo 2010
TUTTE LE PERSECUZIONI DEI CRISTIANI NEL MONDO

Piero Gheddoil Giornale, 27 ago 2008Fonte: http://gino.splinder.com/post/18194430/tutte-le-persecuzioni-dei-cristiani-nel-mondo
Scritto da Carlo Panella   

...
(L'Occidentale del 28 agosto)
http://www.carlopanella.it/

Nasce l’Osservatorio sull’intolleranza e la discriminazione dei cristiani in Europa.




Cristianofobia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
·         Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 26 lug 2014 alle 20:39.
Per cristianofobia s'intende l’insieme di pratiche intolleranti e discriminanti nei confronti della fede cristiana e dei suoi aderenti.

Uso del termine

Secondo René Guitton, autore del saggio Cristianofobia. La nuova persecuzione[1]:
« La cristianofobia è emersa soprattutto in quei paesi che hanno raggiunto l'indipendenza dopo gli anni '50. I coloni occidentali venivano identificati come cristiani, in un amalgama culturale-religioso. Anche oggi, queste ragioni sono rispolverate da gruppi estremisti islamici contro l'occidente e giustificano atti di violenza in risposta alle sofferenze subite in passato. Certamente è un ragionamento schematico e simplicistico, ma è usato per accusare i cristiani e giustificare la violenza. »
([2])
Secondo Guitton, nel mondo più di 50 milioni di cristiani sarebbero vittima di discriminazioni o persecuzioni[2]. L'associazione non governativa Open Doors (nota in Italia come "Porte Aperte"[3]) pubblica annualmente una lista dei paesi nei quali praticare la fede cristiana è più rischioso. Ai primi 10 posti della classifica, nel 2013, vi sono 8 paesi a maggioranza musulmana e uno comunista (la Corea del Nord), oltre all'Eritrea, con una presenza di musulmani e cristiani approssimativamente equivalente, ma controllata da un partito unico ispirato ad un'ideologia di stampo marxista[4].
Papa Benedetto XVI ha spesso denunciato la cristianofobia, affermando che "i cristiani sono la minoranza più oppressa e tormentata"[5]. In occasione della Giornata Mondiale della Pace ha affermato:
« I cristiani sono attualmente il gruppo religioso che soffre il maggior numero di persecuzioni a motivo della propria fede. Tanti subiscono quotidianamente offese e vivono spesso nella paura a causa della loro ricerca della verità, della loro fede in Gesù Cristo e del loro sincero appello perché sia riconosciuta la libertà religiosa. Tutto ciò non può essere accettato, perché costituisce un’offesa a Dio e alla dignità umana; inoltre, è una minaccia alla sicurezza e alla pace e impedisce la realizzazione di un autentico sviluppo umano integrale. »
(Papa Benedetto XVI, Messaggio per la Celebrazione della XLIV Giornata Mondiale della Pace, Gennaio 2011)
Il Cardinale Angelo Bagnasco, Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, ha definito la cristianofobia come "la versione più corrente dell’intolleranza religiosa" affermando che essa "non è lontana dal porsi ormai nelle forme della pulizia etnica o religiosa"[6][7]. Il vocabolo cristianofobia (in inglese, christianophobia) è molto usato dai media internazionali. Il Wall Street Journal ha impiegato il termine "cristianofobia" facendo in particolare riferimento ad atteggiamenti persecutori nei confronti delle minoranze cristiane che vivono in territori a maggioranza musulmana[8]. Il quotidiano statunitense USA Today ha usato il termine cristianofobia per descrivere le violenze e gli attentati terroristici contro i cristiani nel mondo[9].

Vandalismo

Il vandalismo di simboli o luoghi cristiani è una forma comune di cristianofobia. Se l'oggetto vandalizzato è considerato sacro, come la Bibbia, il Crocefisso, o le icone, il vandalismo diviene sacrilegio. Gli atti vandalici verso la proprietà altrui sono comunque illegali e talvolta possono essere crimini d'odio, punibili in alcuni paesi.
Alcuni cantanti e fan di heavy metal, black metal ed altri generi musicali moderni dichiarano apertamente odio verso il cristianesimo. Cantanti del genere black metal si sono detti responsabili per l'ispirazione (se non la perpetrazione) di oltre cinquanta incendi diretti a chiese cristiane in Norvegia dal 1992 al 1996[10].
Atti di vandalismo contro luoghi di culto, librerie e cimiteri cattolici sono inoltre comuni in Francia [11], ma anche in Albania e in Belgio[12].

Attentati

Per approfondire, vedi Persecuzione dei cristiani.
Le chiese cristiane sono state più volte oggetto di attentati terroristici. Il fenomeno sta assumendo dimensioni drammatiche nei paesi a maggioranza islamica: nel 2010 l'attentato nella chiesa della Nostra Signora della Salvezza, a Baghdad, ha provocato da solo oltre 50 morti[13]; pochi mesi dopo l'esplosione di una bomba all'uscita di una messa ad Alessandria d'Egitto ha causato l'uccisione di 21 persone[14]. Questi episodi di violenza non sono isolati, ma si inseriscono nel solco di una crescente cristianofobia: nel solo Iraq tra il 2004 e il 2009 si sono contati 65 attentati a chiese cristiane[15].
Fra la notte del 24 ed il 25 dicembre 2011, un totale di cinque esplosioni scuotono diverse città della Nigeria con un bilancio di almeno 40 morti[16][17]. Due attentati dinamitardi sono rivolti contro Chiese cristiane. Il più grave colpisce la chiesa di S. Teresa nella capitale Abuja, quando la Messa di Natale stava finendo, provocando 35 morti e oltre 50 feriti. L'altra coinvolge una chiesa a Jos, nella Nigeria centrale, ed un poliziotto di guardia al luogo di culto rimane ucciso. Altre tre esplosioni si verificano nel nord est del Paese, due a Damaturu domenica 25 ed una nella serata di sabato 24, contro una chiesa, a Gadaka. Sembra che un kamikazesi sia fatto esplodere a Damaturu, uccidendo almeno 4 persone.
L'attentato alla chiesa di S. Teresa è stato rivendicato dalla setta islamica di Boko Haram, che ha minacciato di lanciare attacchi simili nel nord del paese nei giorni successivi. Il movimento si era anche attribuito la paternità di una serie di sanguinosi attentati la vigilia del Natale del 2010 che avevano preso di mira diverse chiese e avevano causato decine di morti a Jos. Una serie ulteriore di attentati a inizio gennaio 2011, realizzati con l'obiettivo dichiarato di provocare l'esodo dei cristiani dal nord della Nigeria, ha provocato la morte di altre 28 persone[18].
Il 6 gennaio, Solennita' dell'Epifania, uomini armati attaccano una chiesa di Gombe durante la messa: almeno 6 le persone uccise e 10 quelle ferite. Inoltre a Mubi è stata presa di mira, durante la veglia funebre, la casa di uno dei 5 cristiani assassinati il giorno precedente durante una cerimonia religiosa; il bilancio è di 17 morti.[19] La setta Boko Haram avrebbe rivendicato almeno gli attentati del 6 gennaio.[20] Il 7 gennaio uomini armati aprono il fuoco contro una chiesa a Yola, uccidendo 8 persone.[21] Successivamente, due studenti cristiani dell'Università di Maiduguri sono stati uccisi da un gruppo di uomini armati. Si giunge a parlare di pulizia etnica.[22] L’arcivescovo di Jos, Ignatius Ayau Kaigama, ha dichiarato: "Io sono terribilmente triste, come tutti i nigeriani, musulmani e cristiani. Queste persone ammazzano i cristiani mentre pregano e fanno questo quasi ogni giorno. A loro basta uccidere, distruggere e creare una grande divisione tra cristiani e musulmani".[23]
Papa Benedetto XVI, che nel messaggio Urbi et Orbi del 25 dicembre aveva pregato perché all'umanità ferita dai tanti conflitti giungesse pace e stabilità[24], ha manifestato durante la preghiera dell'Angelus di lunedì 26, a Piazza San Pietro, la sua profonda tristezza per gli attentati, lamentando che "la nostra terra continua ad essere intrisa di sangue innocente"[25]:
« In questo momento voglio ripetere ancora una volta con forza: la violenza è una via che conduce solamente al dolore, alla distruzione e alla morte; il rispetto, la riconciliazione e l’amore sono l'unica via per giungere alla pace. »
(Papa Benedetto XVI, 26 dicembre 2011)
In occasione della Pasqua 2012, un nuovo attentato vicino a una chiesa a Kaduna, nel nord della Nigeria, provoca oltre 38 morti e decine di feriti[26][27]. Alcune settimane dopo, un commando armato a Kano ha aperto il fuoco sui fedeli che assistevano a una messa, causando 20 morti e decine di feriti gravi[28].

Altre forme di intolleranza

Nei paesi europei, dove la situazione è comunque nettamente migliore che in altre parti del mondo, sono state denunciate forme di cristianofobia legate al mancato rispetto di luoghi religiosi, alla discriminazione sui luoghi di lavoro, agli attacchi verbali, alla rappresentazione travisata, stereotipata e negativa dei cristiani nei media[12].
Tali fenomeni, purtroppo in crescita, si accompagnano talvolta a tentativi di limitare l'obiezione di coscienza e in alcuni casi alle difficoltà dei genitori di educare i figli secondo le proprie convinzioni religiose[12].
Nelle zone con conflitti a cui partecipino musulmani atti di oltraggio, stupri, uccisione, espulsioni di cristiani sono sempre più diffusi. nel 2014 in Siria la guerra civile sta causando lo svuotamento di intere aree dai cristiani.
I cristiani sono anche vittime della "asimmetria" di comportamento degli Stati laici. Mentre gli stati islamici difendono ovunque i loro correligionari, l'ebraismo offre ospitalità e cittadinanza immediata a tutti i correligionari, i cristiani in quanto tali sono respinti dagli Stati laici, anche cristiani al 100%, per la paura di questi Stati di essere accusati di non egualitarismo religioso da aderenti all'islam e all'ebraismo. Col risultato paradossale di essere espulsi come "cristiani" e/o infiltrati da paesi ritenuti cristiani, e di essere respinti e non difesi dai paesi ritenuti cristiani.

Iniziative per contrastare il fenomeno

Il 20 gennaio 2011 il Parlamento europeo, considerato che nel 2010 il numero di attacchi contro le comunità cristiane è aumentato e rilevando come la maggior parte degli atti di violenza religiosa nel mondo siano perpetrati contro cristiani, ha condannato tali attacchi e ha espresso preoccupazione per il moltiplicarsi degli episodi di intolleranza erepressione. Ha inoltre chiesto una maggiore vigilanza sul tema della libertà religiosa, anche attraverso lo sviluppo di una strategia europea comune in materia[29].
Il 3 dicembre 2011, nell'ambito della conferenza internazionale "Libertà della fede: la discriminazione e la persecuzione dei cristiani" tenutasi a Mosca, è stata chiesta la creazione di un organismo internazionale di monitoraggio delle discriminazioni contro i cristiani, in grado di prestare assistenza nelle situazioni di emergenza. All'incontro hanno partecipato presbiteri della Chiesa cattolica, delle Chiese ortodosse, di comunità mussulmane ed ebraiche, e rappresentanti di varie organizzazioni internazionaliinterconfessionali e interreligiose[30].
Nel corso della conferenza è stato dichiarato che ogni cinque minuti nel mondo un cristiano muore a motivo della propria fede, e che ogni anno 105.000 battezzati sono vittime di conflitti religiosi. L'arcivescovo della Chiesa cattolica Erwin Josef Ender ha inoltre sottolineato che anche laddove non esiste una chiara violenza religiosa si registra talvolta una tendenza a ritenere inconsistente le manifestazioni di religiosità e a non permettere influenza alcuna della religione cristiana sulla società[31].
Il 6 dicembre 2011, nell'ambito del diciottesimo Consiglio ministeriale dell'OSCE a Vilnius (Lituania), l'arcivescovo Dominique Mamberti, Segretario per i Rapporti con gli Stati della Santa Sede, propone l'istituzione di una giornata internazionale contro la persecuzione e la discriminazione dei cristiani, "quale segno importante dell'intenzione dei governi di affrontare questa grave questione". L'arcivescovo dichiara inoltre che "potrebbero esserci più di duecento milioni di cristiani, di differenti confessioni, che sono in difficoltà per via di strutture legali e culturali che portano alla loro discriminazione."[32].
Il 14 marzo 2012 la Commissione Affari Politici e Democrazia dell'assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa tiene un'udienza a Parigi sul tema: "La violenza contro le comunità religiose".[33] Nel corso del suo intervento, il sociologo italiano Massimo Introvigne descrive la cristianofobia come "triplice fenomeno che parte dall'intolleranza culturale, passa dalla discriminazione nelle leggi e arriva alle vere e proprie persecuzioni violente", individuando quattro "aree di preoccupazione":
1.  l'ultra-fondamentalismo islamico;
2.  i superstiti regimi comunisti;
3.  il nazionalismo indù o buddhista che spesso prende di mira i missionari;
4.  l'avversione laicista dell'Occidente contro la religione in genere e la Chiesa Cattolica in particolare.
« Naturalmente non si possono mettere sullo stesso piano spettacoli offensivi, campagne di stampa o pressioni di carattere amministrativo in Occidente con gli assassini o le torture in Nigeria o in Pakistan, e tuttavia esiste un piano inclinato che porta dall'intolleranza alla discriminazione e dalla discriminazione alla persecuzione. »
(Massimo Introvigne)


Persecuzione dei cristiani
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
·         Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 13 lug 2014 alle 23:26.
Le persecuzioni dei cristiani sono un fenomeno oppressivo contro comunità e persone di fede cristiana.
Nel corso della storia i cristiani morti per la loro fede sono stimati in circa settanta milioni, di cui quarantacinque milioni solo nel XX secolo.[1][2]

Storia delle persecuzioni

Prime persecuzioni

Le prime comunità cristiane incontrarono presto l'ostilità del mondo esterno[3]. Le notizie che ci sono giunte sui primissimi anni del cristianesimo provengono principalmente dalNuovo Testamento. Secondo quanto riportato dagli Atti degli Apostoli, in particolare, le autorità ebraiche di Gerusalemme avversarono fin dall'inizio i primi cristiani e tentarono con vari mezzi di impedirne la predicazione. Tra le vittime di queste prime persecuzioni vi furono Stefano, lapidato per blasfemia per aver affermato la divinità di Cristo (Atti 6,8-7,60), e l'apostolo Giacomo, fatto giustiziare dal re Erode Agrippa (Atti 12,1-2), mentre Pietro si salvò fuggendo da Gerusalemme. Anche in altre città, dentro e fuori dallaPalestina, le comunità ebraiche preesistenti si opposero alla diffusione del cristianesimo e Paolo in particolare ne fu spesso il bersaglio: nelle sue lettere racconta di essere stato più volte frustato, bastonato e persino lapidato[4].

Persecuzioni nell'impero romano

La persecuzione di Nerone, riportata anche da Tacito, scoppiò nel 64 quando i cristiani furono accusati di avere appiccato il Grande incendio di Roma che distrusse gran parte della città di Roma. In questa persecuzione furono uccisi gli apostoli Pietro e Paolo.
Nei successivi due secoli e mezzo il cristianesimo rimase sempre formalmente una religione illecita punibile con le massime pene: i suoi fedeli venivano accusati, in particolare, di empietà in quanto si rifiutavano di compiere i sacrifici, obbligatori per legge, agli dei della religione romana ufficiale[5]. Rispetto a questa il cristianesimo appariva una forma di "ateismo", in quanto rinnegava ogni divinità tradizionale; si trattava quindi di una minaccia alla pax deorum ed alla stessa autorità dell'imperatore che doveva garantirla. Altri vi vedevano una superstitio, cioè una devozione irrazionale venata di magia, come altre che erano parimenti perseguitate o lo erano state. La volontà di liquidare il Cristianesimo[6], considerato una "deleteria superstizione"[7], emerge comunque dalla testimonianza di Plinio il Giovane che, in relazione alle persone accusate di essere cristiani e interrogate sotto tortura, scrive: "se perseveravano, ordinavano che fossero messi a morte".

Tuttavia fino al 250 non furono ricercati attivamente: questo consentì la diffusione del cristianesimo, ma in comunità semiclandestine che, anche per le particolari norme morali e familiari, erano oggetto di una accesa intolleranza popolare. Le persecuzioni consistevano per lo più in attacchi violenti, più o meno assecondati dalle autorità locali, verso i cristiani fatti capri espiatori di qualcosa[8][9][10].
Salito al trono in un periodo di grave crisi per l'impero, Decio nel 250 volle invece costringere ogni cittadino dell'impero, pena la morte, a professare devozione agli dèi pagani ed implicitamente all'imperatore, in primis i cristiani che erano ormai molto numerosi, soprattutto nelle regioni orientali dell'impero. Molti furono i martiri, ma molti di più furono ilapsi che cedettero alla forza. Anche la persecuzione di Valeriano si concluse in tempi brevi, ma si caratterizzò per l'attacco mirato ai leader delle comunità ed ai loro beni, segno della floridità economica acquisita. Partita nel 303 sulla stessa linea, la "grande persecuzione" voluta da Diocleziano diventò violenta nel 304, ma non in tutto l'impero. Fu proseguita principalmente da Galerio fino al 311. Lo stesso Galerio, con l'Editto di tolleranza, e Costantino I con l'editto di Milano del 313 ordinarono la cessazione delle persecuzioni, che tuttavia ebbero ancora strascichi con Licinio[11][12][13][14][15].
Le stime sul numero complessivo di cristiani uccisi si basano principalmente su fonti agiografiche del tempo e sono quindi materia di dibattito tra gli studiosi: si ritiene comunque che le vittime siano state migliaia[16].

Altre persecuzioni antiche

Nel 338 un intensificarsi nelle ostilità in corso tra la Persia sasanide e l'Impero romano sfociò in persecuzioni nei confronti dei cristiani da parte dei persiani[17]. I cristiani furono percepiti come potenziali traditori perché amici di una Roma ormai cristianizzata dopo Costantino e nei decenni successivi migliaia di loro, denominati oggi martiri persiani, persero la vita.
Nel III e IV secolo i missionari cristiani, e più di tutti Ulfila, convertirono i Goti alla cristianità ariana che i Goti vedevano come un attacco alla loro religione e cultura. Il re visigotoAtanarico avviò tra il 369 e il 372 una persecuzione dei cristiani[18], molti dei quali vennero uccisi.
Nel 429 i Vandali, anch'essi ariani, conquistarono l'Africa Romana, perseguitando con alterna intensità i cristiani non ariani[19].

Persecuzioni tra cristiani

I primi scontri tra cristiani avvennero nel IV secolo, quando si diffusero posizioni dottrinali, poi rifiutate come eretiche dalla Chiesa cattolica, come l'Arianesimo: molto spesso il potere politico si schierò a favore di una posizione, reprimendo chi sosteneva le posizioni contrarie.
Durante il Medioevo avvennero diversi episodi più o meno circoscritti di repressione di movimenti eretici: si possono citare i casi dei Valdesi, degli Hussiti, e quello di Fra' Dolcino, nominato anche da Dante. Invece per il più noto e importante movimento ereticale medievale, quello dei Catari, strettamente parlando non si può parlare di persecuzione dei cristiani, in quanto la dottrina catara era così distante da quella cristiana da configurarsi come una religione a sé stante.
Nei due secoli successivi alla Riforma protestante avvennero in alcune parti d'Europa numerosi episodi di persecuzione in tutte le direzioni: vi furono protestanti perseguitati dai cattolici, cattolici perseguitati dai protestanti, e anche diverse confessioni protestanti che si perseguitavano fra loro. Come esempi di questi tre casi si possono citare la strage di san Bartolomeo, avvenuta in Francia durante la guerra civile tra cattolici e ugonotti Nella notte di San Bartolomeo furono uccisi circa 30.000 ugonotti in Francia di cui 6000 solo a Parigi; la persecuzione dei cattolici in Inghilterra e Irlanda nel XVI e XVII secolo, tra le cui vittime vi furono san Tommaso Moro e numerosi Gesuiti; e la repressione dei puritani, sempre in Inghilterra, che portò i Padri Pellegrini ad emigrare in America, dove fondarono il primo nucleo delle colonie che divennero gli Stati Uniti.

Nell'età moderna


In epoca moderna, i cristiani sono stati perseguitati in diverse nazioni. Spesso, soprattutto al di fuori dell'Europa, essi venivano repressi anche perché considerati portatori di un'"influenza straniera" che si vedeva come una minaccia al potere costituito o alla struttura tradizionale della società. Questo è il caso, ad esempio, del Giappone nel XVII secolo, dove cristiani vennero crocifissi in pubblico: la persecuzione terminò nel 1637 con la ribellione di Shimabara, dove furono uccise 40.000 persone[20]. Da allora solo un piccolo numero di cristiani continuò a praticare in segreto in Giappone[20].
Negli ultimi duecento anni circa si è poi affermato un nuovo tipo di persecuzione, nel quale i responsabili sono stati alcuni propugnatori dell'ateismo, delle filosofie materialiste e della massoneria. Secondo questi gruppi, occorreva "liberare" il popolo dalla religione, che essi consideravano una superstizione che frenava il progresso della società.

Rivoluzione francese

Il primo caso fu quello della Rivoluzione francese: qui la persecuzione del cristianesimo si inquadrò in un più generale tentativo di sradicare completamente tutte le tradizioni dell'Ancien regime, con aspetti singolari come il culto della "dea Ragione" o la sostituzione dei nomi dei mesi del calendario.
L'assoggettamento della Chiesa cattolica da parte dello Stato francese si ebbe con Costituzione civile del clero, una legge che imponeva ai sacerdoti di giurare fedeltà alla Repubblica e rinnegare la Chiesa di Roma, per costituire una Chiesa nazionale alle dipendenze del potere politico. I "preti refrattari", cioè coloro che rifiutarono il giuramento (la grande maggioranza), potevano essere passibili anche di pena di morte ed infatti alcuni furono ghigliottinati. I conventi vennero chiusi e i religiosi dispersi.
La difesa del cristianesimo costituì una delle motivazioni dell'insurrezione armata della Vandea (1793), che dopo alcuni anni di scontri fu repressa con estrema violenza dall'esercito rivoluzionario. Questa repressione, le cui vittime furono circa 117.000[21], viene considerata da alcuni studiosi uno dei primi genocidi della storia moderna[22]. Solo di recente la repressione della Vandea ha cominciato a essere concettualizzata come genocidio, definizione questa oggetto in Francia di un acceso dibattito in ambito accademico.[23][24]

Il caso messicano



Per approfondire, vedi Cristeros.
In Messico a partire dalla metà del XIX secolo si affermò una classe politica anticlericale e massonica, che aveva tra i suoi obiettivi quello di distruggere la forte tradizione cattolica del paese. Dopo numerosi episodi di violenza e il varo di leggi che limitavano severamente la libertà religiosa, nel 1926 nella popolazione cattolica prese avvio una rivolta armata, la cosiddetta Cristiada: gli insorti riuscirono ad organizzare un vero e proprio esercito che giunse a contare anche 50.000 uomini. La Cristiada durò fino al 1929; seguì un periodo di dura repressione, nel quale i sacerdoti fedeli a Roma venivano ricercati e fucilati.

Il nazismo

Sono note le immani persecuzioni razziali rivolte contro coloro che avessero "sangue semitico", ma il Nazionalsocialismo attuò fortissime persecuzioni anche per motivi di religione. Lo scontro tra Chiesa e Nazismo, assopito dal concordato tra Santa Sede e Terzo Reich del 20 luglio 1933, diventò sempre più aperto e frontale. Pio XI nell'enciclica "Mit brennender Sorge" ("Con bruciante preoccupazione") del 1937 aveva dichiarato l'inconciliabilità della fede cristiana con la divinizzazione della razza germanica, del popolo tedesco e del Führer. E così, se la "soluzione finale" nei confronti degli Ebrei ebbe per i Nazisti una priorità rispetto al trattamento da riservare alla Chiesa, l'eliminazione di questa era "l'ultimo grande compito" che Hitler si riservava per il dopoguerra (come sappiamo dalle registrazioni di Bormann[25]). Nel 1941, in una circolare indirizzata ai gauleiter (ed allegata agli atti d'accusa a Norimberga), Martin Bormann espresse con chiarezza l'assoluta incompatibilità tra cristianesimo e nazionalsocialismo.
Già nel giugno 1934 in Germania era cominciata l'eliminazione fisica di membri della Chiesa distintisi per la loro opposizione al nazismo come Erich Klausener, Adalbert Probst, Fritz Beck e Fritz Gerlich. Le persecuzioni, gli arresti, le condanne a morte, le deportazioni in campo di concentramento dei cristiani continuarono con violenza distruttrice fino alla fine del regime nel maggio 1945. Giovanni Paolo II, citando Jakob Gapp, concordava con lui nel vedere in questa contrapposizione tra Cristianesimo e Nazismo un'espressione visibile della lotta apocalittica tra Dio e Satana. Padre Jakob Gapp, religioso austriaco, fu ghigliottinato dai nazisti il 13 agosto 1943.
Col dilagare della Seconda guerra mondiale e le occupazioni naziste morì per mano dei tedeschi anche un grande numero di preti, suore e religiosi. Diversi sacerdoti sono stati deportati e uccisi nei campi di concentramento: il più famoso di questi è Massimiliano Kolbe. A Buchenwald il sacerdote austriaco Otto Neururer, per aver battezzato un prigioniero, venne sospeso a testa in giù a una trave finché, dopo due giorni di agonia, morì (30 maggio 1940). A Mauthausen padre Edmund Kalas, polacco, aveva allontanato una guardia tedesca da un prigioniero che stava uccidendo a calci; la reazione fu feroce: il sacerdote venne fatto lapidare dagli stessi prigionieri (7 giugno 1943). Durante l'occupazione nazista di Roma (1943-1944), lo stesso papa Pio XII rischiò di essere deportato in Germania: il piano tedesco prevedeva di relegarlo in un monastero del Wartburg oppure nel Liechtenstein[26].
È innegabile, dunque, che durante i dodici anni di vita del Terzo Reich, la Chiesa dovette subire restrizioni e vessazioni perché giudicata ostile dal governo nazista.Durante il processo di Norimberga. uno dei capi d’accusa imputati al leader nazisti era la persecuzione religiosa. L’accusa dichiarò infatti: «Essi ( I cospiratori nazisti) hanno dichiarato il loro obiettivo di eliminare le chiese cristiane in Germania ed hanno perciò cercato di sostituirle con le istituzioni e le credenze naziste; in ordine di ciò hanno perseguito un programma di persecuzione di sacerdoti, chierici e membri di ordini monastici che essi ritenevano opporsi ai loro intenti, ed hanno confiscato le proprietà della chiesa» [27] I nazisti  , come confessato a Norimberga, erano intenzionati a distruggere l'influenza della chiesa nella società e si adoperarono a far chiudere scuole, giornali e associazioni cattoliche, a licenziare i religiosi dalle scuole pubbliche, a togliere i crocifissi dagli edifici, a limitare i pellegrinaggi, a confiscare monasteri e a proibire la pubblicazione di articoli a carattere religioso[28].«Più di un terzo del clero secolare e un quinto circa del clero regolare, ossia più di 8000 sacerdoti furono sottoposti a misure coercitive (arresti illegali,prigione,campi rieducativi ...), 110 morirono nei campi di concentramento,59 furono giustiziati,assassinati o perirono in seguito ai maltrattamenti ricevuti» [29]. Dal conteggio sono ovviamente esclusi i laici vicino alla Chiesa e i dati riportati si riferiscono alla sola  Germania e non a tutti i territori occupati , dove la persecuzione contro la chiesa fu ancora più tragica

I regimi comunisti


La persecuzione dei cristiani è stata una costante anche dei regimi comunisti, iniziando dalla Russia nel 1917 per proseguire, dopo la Seconda guerra mondiale, in tutti i paesi dietro la cortina di ferro. Ai cristiani di quei paesi, costretti alla clandestinità, si usava riferirsi con l'espressione Chiesa del silenzio.
Nikolaj Bucharin (1888 - 1938) nella sua opera "L'ABC del Comunismo" (1919) dichiarò che "la religione e il Comunismo sono incompatibili sia in teoria che in pratica".[30] Nel1931 a Mosca la Cattedrale di Cristo Salvatore, la più grande chiesa ortodossa mai costruita, venne deliberatamente distrutta. Nella Russia sovietica, l'aperta persecuzione contro i cristiani proseguì per buona parte degli anni trenta e si tradusse in numerose uccisioni, torture e deportazioni. Oltre a confiscare beni ecclesiastici e chiudere chiese per convertirle in musei antireligiosi, le autorità tentarono inoltre di guidare un movimento modernista denominato "chiesa vivente", che non trovò però seguito presso la popolazione[31].
Nel pieno delle persecuzioni, Pio XI nell'enciclica "Divini Redemptoris" del 1937 definì il Comunismo "flagello satanico" che "mira a capovolgere l'ordinamento sociale e a scalzare gli stessi fondamenti della civiltà cristiana" facendo precipitare le nazioni in una barbarie "peggiore di quella in cui ancora giaceva la maggior parte del mondo all'apparire del Redentore". Fu anche emanata la scomunica ai comunisti.
Con il tempo, soprattutto dopo il secondo conflitto mondiale, la dirigenza sovietica prese però atto della persistenza della religione, comunque considerata un nemico dichiarato, e scese a compromessi, concedendo ai fedeli un proprio spazio di libertà, sia pure molto ristretto e soggetto a pressioni[31].

Persecuzioni oggi

Secondo il quotidiano cattolico Avvenire, al 2011 i cristiani sono vittime del 75% delle violenze anti-religiose ed in Medio Oriente rischiano l'estinzione.[32] I martiri cristiani sono stati calcolati in 105.000 all'anno, uno ogni cinque minuti.[2] Nel 2011 il Parlamento europeo, rilevando come la maggior parte degli atti di violenza religiosa nel mondo siano perpetrati contro cristiani, ha condannato tali attacchi e ha chiesto lo sviluppo di una strategia comune per tutelare la libertà religiosa[33].
I tre paesi nei quali nel 2010 si sono registrate le forme di persecuzione più gravi sono stati la Corea del Nord, l'Iran e l'Afghanistan[34].
Attualmente persecuzioni contro i cristiani sono in atto in diversi paesi del mondo, sia ad opera di fondamentalisti islamici o indù che di regimi comunisti, con attacchi a singoli fedeli[35][36], attentati in luoghi di culto[37], o restrizioni governative che impediscono la pratica religiosa.
I due continenti nei quali le persecuzioni contro i cristiani sono maggiormente presenti sono l'Africa e l'Asia. In generale nei paesi arabi i cristiani nonostante che in tutto il Vicino Oriente ed in Nordafrica incluso il Sudan costituissero la popolazione originaria, sono oggetto, da parte della popolazione musulmana, di forme di discriminazione più o meno gravi, che negli ultimi decenni hanno portato molti di loro a emigrare o forzati a convertirsi all'Islam. La popolazione cristiana è in calo più o meno pronunciato in tutti i paesi delVicino Oriente, ed in via di sparizione dall'Iraq. La conversione di musulmani al Cristianesimo è poi vista come un crimine (apostasia) la cui pena è la morte e, anche nei paesi in cui la legge non la vieta apertamente, i convertiti sono spesso oggetto di minacce, vendette, ricatti, linciaggi da parte della popolazione. Alcune organizzazioni monitorano tale fenomeno e redigono da anni un elenco dei 50 paesi nei quali è più pericoloso essere cristiani[38].

Africa

·          Algeria: nel maggio 2011 nella Provincia di Béjaïa è stata ordinata la chiusura di sette luoghi di culto evangelici[39].
·          Egitto: nel 2011 un attentato nella chiesa dei Santi, ad Alessandria d'Egitto, ha provocato 21 morti.[40] L'episodio si inserisce nel contesto di numerosi attacchi alla chiesa cristiano-copta: nel 2010 un agguato all'uscita della messa di Natale aveva provocato otto vittime[41]. La situazione è degenerata ulteriormente il 9 ottobre 2011, quando migliaia di cristiani copti si riuniscono a Il Cairo per manifestare contro l'ennesimo attacco a una chiesa: l'intervento dell'esercito provoca una strage, con più di 20 morti e 200 feriti[42]. L'episodio ha avuto un precedente nel novembre 2010, quando due cristiani sono stati uccisi, e quasi duecento arrestati, durante una protesta per il rifiuto alla costruzione di una chiesa a Giza[43]. Contrasti e prevaricazioni da parte dei musulmani nel paese sono spesso legate alla mancanza di eguaglianza tra moschee e chiese: mentre le prime possono infatti essere costruite ovunque, per le chiese cristiane dei copti, che rappresentano circa il 5-10% della popolazione egiziana, è invece necessario un permesso da parte del Presidente della Repubblica[44].
·          Libia: Nel gennaio 2012 viene annunciata la creazione del primo partito islamico libico, che mira alla costruzione del nuovo Stato secondo la sharia, annunciando il rifiuto di trattare con "formazioni in contraddizione con la sharia", la quale proibisce l'evangelizzazione e prevede la pena di morte per "bestemmia" (critica dell'islam) e "apostasia" (conversione ad altra religione).[45]
·          Nigeria: la vigilia di Natale 2010 è segnata da una serie di attacchi armati ed esplosivi che causano 86 vittime[46]. La vicenda si ripete l'anno successivo, dove già a novembre sei chiese erano state attaccate a Damaturu, con numerose vittime. In occasione del Natale 2011, cinque attentati sono stati condotti contro chiese cristiane provocando la morte di almeno 39 persone[47]. Nelle settimane successive una serie ulteriore di attentati, realizzati da una setta musulmana con l'obiettivo dichiarato di provocare l'esodo dei cristiani dal nord del paese, ha provocato la morte di altre 28 persone[48]. Gli eventi provocano la fuga di decine di migliaia di cristiani dal nord del paese[49]. L'8 aprile 2012, in occasione della Pasqua, un nuovo attentato con esplosivo vicino a una chiesa a Kaduna ha colpito la Nigeria settentrionale: almeno venti i morti e decine i feriti[50]. Poche settimane dopo, un commando armato ha aperto il fuoco sui fedeli che assistevano a una messa a Kano, causando venti morti e decine di feriti gravi[51]. Il 3 giugno 2012 un attacco condotto da un kamikaze che conduce un'auto imbottita di esplosivo contro una chiesa a Yalwa (Bauchi) nel nord del Paese, causa oltre 15 morti[52]. La settimana successiva un duplice attentato condotto da un kamikaze e da uomini armati contro due chiese durante lo svolgimento di funzioni religiose ha causato la morte di almeno quattro persone e il ferimento di decine, alcune delle quali in gravissime condizioni. Anche questi attentati sono stati rivendicati dalla setta islamica Boko Haram, che vuole cacciare i cristiani dal Nord del Paese, dove vuole imporre un califfato islamico[53]. Il macabro rituale degli attentati contro i cristiani in occasione delle messe festive è proseguito anche nella domenica successiva: nello Stato settentrionale di Kaduna sono state colpite tre chiese, con un bilancio di almeno 23 morti, compresi diversi bambini, e circa 80 feriti[54].
·          Somalia: nel 1989 fu ucciso il vescovo di Mogadiscio e nel 2008 rasa al suolo la cattedrale. Ogni pratica religiosa diversa dall'islam è proibita. Il 25 settembre 2011 un ragazzo cristiano di 17 anni, rapito, viene decapitato ad Oddur da militanti al-Shabaab. Gli stessi estremisti islamici sono responsabili dell'uccisione di donne cristiane a Mogadiscio (7 gennaio 2011), Warbhigly (gennaio 2011), della decapitazione di un altro giovane cristiano il 2 settembre 2011, e dell'uccisione a colpi di arma da fuoco di un giovane cristiano di 21 anni il 18 aprile 2011. Ad essi viene attribuito il rapimento di due volontari spagnoli dal campo profughi di Dadaab il 13 ottobre 2011.[55]
·          Sudan: il conflitto tra nord del paese prevalentemente arabo ed un sud cristiano e animista ha alimentato da una guerra civile che è durata più di 40 anni e costituisce una delle più gravi situazioni umanitarie esistenti e ha portato all'indipendenza del Sud Sudan il 9 luglio 2011. Tuttavia questo ha lasciato i cristiani del nord, oltre 1 milione, in una situazione molto precaria. L'8 giugno 2011 uno studente del Seminario di San Paolo è ucciso di fronte alle porte della Missione ONU a Kadugli's al Shaeer. Il 18 luglio, estremisti islamici attaccano la casa del vescovo anglicano Andudu Adam Elnail, al momento fortunatamente assente, con l'intenzione di ucciderlo. Gli attaccanti lasciano una lettera minatoria. Il 5 agosto cristiani che lavoravano alla costruzione della Chiesa Sudanese di Cristo vicino Khartoum sono aggrediti e gli viene intimato che "il Cristianesimo non è più una religione accettata nel paese".[56] Nel 2014 ha suscitato l'attenzione dei media la vicenda di Mariam Yehya Ibrahim, una donna di 27 anni all'ottavo mese di gravidanza condannata a morte perché ha professato la fede cristiana, nonostante il padre sia mussulmano[57].

Asia

·          Afghanistan: la conversione al cristianesimo è ancora punibile con la morte[58]. I cristiani non si radunano pubblicamente e, se sono noti come tali, subiscono pressioni dalla società e dalle istituzioni[59].
·          Arabia Saudita: in base alle disposizioni sciaraitiche circa la dhimmitudine, che significa soggezione con umiliazione, è formalmente vietata ogni religione che non sia quella musulmana; la presenza di stranieri cristiani è tacitamente tollerata, ma essi non possono in alcun modo manifestare la propria fede. Persino il possesso della Bibbiaè considerato un crimine.
·          Bhutan: il processo di transizione democratica, sancito nel 2008 dall'approvazione della Costituzione da parte del parlamento, sta migliorando notevolmente il livello di libertà religiosa nel paese. La pratica cristiana è comunque ancora esercitata privatamente, e con discrezione[60]. Nel 2010 un cristiano nepalese è stato condannato a tre anni per "tentata promozione di disordini civili" dopo aver proiettato film a contenuto cristiano.[61]
·          Corea del Nord: la dittatura comunista proibisce qualsiasi appartenenza a gruppi cristiani. Dal 1949 non si hanno più notizie del vescovo di Pyongyang, mons. Francis Hong Yong-ho e di altri 166 sacerdoti.
·          Cina: il governo ha istituito una "Chiesa patriottica nazionale", separata da Roma. I cattolici fedeli al Papa sono considerati "agenti di una potenza straniera". Anche se in tempi recenti il governo cinese ha aperto una trattativa con il Vaticano, tuttora continuano le incarcerazioni di sacerdoti e vescovi. Anche altre religioni "non autorizzate" vengono duramente represse.
·          India: molti cristiani sono oggetto di torture ed uccisioni da parte di fondamentalisti indù.[62] Nel 2008 un'ondata di violenza culminata con numerose uccisioni ha costretto 20 000 cristiani a cercare riparo in rifugi allestiti nello Stato dell'Orissa.[63] Il 14 gennaio 2012 viene pubblicato il rapporto sulle persecuzioni in India dal "Catholic Secular Forum", organizzazione ecumenica fondata da cattolici indiani e sostenuta dalcardinale Oswald Gracias, arcivescovo di Bombay. In esso si afferma che nel 2011 sono stati 2.141 i cristiani colpiti in India da aggressioni, attacchi e persecuzioni, senza contare familiari ed amici, e che le violenze, in gran parte opera di gruppi estremisti indù, sono destinate a crescere nel 2012.[64]
·          Indonesia: dal 1975 al 30 agosto 1999 la regione di Timor Est, prevalentemente cristiana, è stata occupata dal regime di Suharto nonostante l'opposizione dell'ONU. L'occupazione militare ha provocato 200.000 vittime e 250.000 profughi su una popolazione totale di circa 800-900 000 abitanti.
Nel 1999 iniziano le stragi nell'
arcipelago delle Molucche che causeranno almeno 13.500 vittime e circa 500.000 profughi. Numerosi sono i casi registrati di conversioni forzate, circoncisioni fatte col rasoio e senza anestesia, stupri, infibulazioni, evirazioni, sventramenti e decapitazioni. E poi distruzioni di chiese, scuole, ospedali, lebbrosari e centri medici.
A Poso tre ragazze furono assalite mentre andavano ad una scuola cattolica e sgozzate. La testa di una di loro fu ritrovata davanti alla chiesa cristiana di Kasiguncu.
[65][66]
Dal 17 al 19 ottobre 2011 oltre 5000 abitanti della 
Nuova Guinea Occidentale si riunirono a Jayapura per il terzo Congresso annuale, il quale si apre con preghiere ed al quale presenziano molti leader religiosi. Il 19 ottobre giunsero oltre 3100 militari in assetto da combattimento: oltre 300 gli arresti, decine i feriti, e sei i morti.[67]
·          Iran: le persecuzoni contro i cristiani e altre minoranze religiose hanno conosciuto un crescendo dopo le elezioni presidenziali del 2009: Amnesty International denuncia casi di imprigionamento, anche senza processo. Particolare attenzione presso i media ha destato la vicenda di un sacerdote cristiano, Yousef Nadarkhani, che, essendo nato da genitori musulmani, rischia una condanna a morte per apostasia[68]. Nel luglio del 2012 le autorità iraniane hanno deciso la chiusura della Chiesa protestante Immanuel di Teheran. Secondo quanto riportato dal reverendo Sergey Shaverdian, la chiusura della Chiesa sarebbe stata ordinata dall'apparato di intelligence delle Guardie Rivoluzionarie. Va ricordato che, importanti membri della Chiesa - quali il Signor Mehrdad Sajadi e sua moglie e Forogh Dastianpoor, sono stati arrestati nel maggio del 2012[69].
·          Iraq: molti cristiani vengono uccisi, perseguitati o costretti ad abbandonare il paese[70]. Dal 2004 al 2009 si sono registrati circa 65 attentati a chiese cristiane[71]: quello realizzato nel 2010 nella chiesa della Nostra Signora della Salvezza, a Baghdad, ha provocato da solo oltre 50 morti.[72]
·          Maldive: L'Atto di Unità Religiosa, proclamato nel 1994, vieta la promozione di ogni religione diversa dall'Islam o di ogni opinione che sia in disaccordo con quella degli esperti islamici. Nel 2011 le autorita espellono un'insegnante accusata di diffondere il Cristianesimo, dato il ritrovamento di una Bibbia nella sua casa.[73] Il 10 dicembre 2011 manifestanti riuniti per chiedere la libertà di religione nelle Maldive sono attaccati con lancio di sassi e minacciati di morte.[74]
·          Pakistan: la legge contro la blasfemia viene utilizzata come strumento di pressione: la semplice professione di fede cristiana può diventare bestemmia punibile con la pena di morte. In generale, i membri delle minoranze religiose soffrono nel paese di abusi crescenti che riguardano omicidi, sequestri e intimidazioni. Le manifestazioni di intolleranza, anche violenta, sono numerose: nel 2010 a Gorja, nel Punjab, una folla di mille persone ha attaccato un quartiere cristiano, bruciando vive sei persone, tra le quali un bambino.[75] Nello stesso anno la condanna a morte per blasfemia di una donna cristiana, Asia Bibi, ha sollevato ampie proteste internazionali. L'Asian Human Rights Commission ha inoltre denunciato la diffusione ormai allarmante raggiunto dalla pratica del sequestro e dello stupro di donne per forzarne la conversione all'islam: il fenomeno si estende e si allarga anche per l'atteggiamento delle forze di polizia, che si schiera a fianco dei gruppi islamisti e tratta le minoranze religiose come "forme inferiori di vita"[76]. La pressione e la discriminazione in atto contro i cristiani sono confermate anche da un recente provvedimento dell'Autorità per le Telecomunicazioni che ha imposto alle società di telefonia mobile di bloccare ogni SMS contenente la parola "Gesù Cristo". Contro il divieto ha protestato P. John Shakir Nadeem, della locale Conferenza Episcopale, che ha affermato: "Se il divieto venisse confermato, sarebbe davvero una pagina nera per il paese, un ulteriore atto di discriminazione verso i cristiani e una aperta violazione del Costituzione del Pakistan."[77]
·          Vietnam: tutti i gruppi religiosi devono essere registrati presso il governo. Nel 2010-2011 i cristiani che vivono nelle montagne centrali e frequentano chiese non registrate sono stati vittime di un'ondata di violenze, arresti e intimidazioni[78].

Europa

·          Turchia: il 25 dicembre 2010 la messa di Natale celebrata nei villaggi di Rizokarpaso e Ayia Triada per i trecento cristiani residenti nel Cipro settentrionale è stata interrotta con la forza dalle autorità locali. Il Parlamento europeo ha condannato l'episodio.[33]




PROFEZIE DI ANGUERA CORRELATE ALLA PAROLA PERSECUZIONE/I

234 – 24 ottobre 1989

Cari figli, con l’immenso desiderio di portarvi tutti in Cielo, lascio il mio trono di Gloria e giungo dal Cielo alla terra per chiedervi di pregare il rosario e di non offendere più Nostro Signore, il quale è già così offeso. Non c’è problema che non possa essere risolto pregando il Rosario. Pertanto pregatelo sempre. Non cessate di pregarlo. Prometto a tutti coloro che pregano il rosario tutti i giorni e diffondono questa devozione, che i loro nomi saranno scritti nel mio cuore e non saranno mai cancellati. Se non ascoltano i miei appelli, molte anime getteranno se stesse all’inferno per l’eternità. 
La Chiesa sarà perseguitata come mai prima e il Santo Padre soffrirà moltoPregate per lui. Il vicario di Mio Figlio dovrà soffrire molto, perché la Chiesa sarà vittima di grandi persecuzioni. Questo sarà il tempo delle tenebre, e la Chiesa attraverserà una crisi orribile. Pregate per la chiesa. Pregate per il Santo Padre. Pregate per voi stessi. Sono la vostra Madre Addolorata. Soffro per ciascuno di voi. Soffro a causa della vostra sofferenza. Non temete. Sarò al vostro fianco per aiutarvi nelle ore più difficili. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

1.210 - 1 gennaio 1997 

Cari figli, sono la Regina della Pace. Vi chiedo di essere docili alla mie parole e di cercare di imitare mio figlio Gesù in tutto. Quest’anno sarà contrassegnato da grandi avvenimenti che vi ho predetto in passato. Non allontanatevi da me. Voglio aiutarvi. Aprite i vostri cuori. Vi chiedo pure di aumentare le vostre preghiere. 
Pregate per la Chiesa del mio Gesù, che soffrirà a causa di grandi persecuzioniMolti dei miei amati figli si rivolteranno contro il Papa. Ci sarà un grande scisma. La vera dottrina sarà negata anche da membri della gerarchia. Pregate. La Chiesa del mio Gesù sarà attaccata, sarà oggetto di grandi attacchi. Solo i fedeli, i veri fedeli, rimarranno saldi. Non siate spaventati da quanto dico. Avete bisogno di sentire queste cose, così quando accadranno vi ricorderete che le avevo predette. Non perdete la speranza. Voi che siete con me sarete sostenuti e protetti. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

1.249 - 4 aprile 1997

Cari figli, non perdete la speranza. Quando tutto sembrerà perduto, una grande vittoria sorgerà per voi. Abbiate fiducia in me. Io sono sempre con voi. Siate uomini e donne di preghiera. 
Non preoccupatevi per la persecuzione.I progetti che ho avviato qui non sono vostri. Sono progetti di Dio, quindi niente e nessuno può distruggerliTutte le volte che vi sentite deboli, chiamatemi . Io verrò ad aiutarvi. Pregate. Abbiate fiducia. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

1.372 - 12 gennaio 1998

Cari figli, vi chiedo di continuare a pregare per la Chiesa di mio Figlio Gesù Cristo, perché 
si avvicinano i tempi della sua grande persecuzione. Quello che vi ho predetto in passato sta per realizzarsi. Pregate molto. Amate la verità e state sempre attenti ai miei appelli. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

1.451 - 17 luglio 1998

Cari figli, date il meglio di voi nel compito che vi ho affidato. Ho bisogno del vostro sì coraggioso e della vostra vera testimonianza. Quando vi trovate in situazioni difficili, chiamatemi. 
Quando sentite il peso della persecuzione, tacete. Lasciate che Dio agisca in vostra difesa. Non perdete il coraggio. Avanti nella preghiera. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

1.467 - 22 agosto 1998

Cari figli, coraggio. Non perdete la speranza. Confidate in Gesù, che è il vostro grande amico e vi conosce per nome. Questa sera vi invito a vivere tutti i miei messaggi, poiché attraverso di essi voglio rivelarvi grandi segreti spirituali. Aprite i vostri cuori al Signore. Egli spera da voi grandi cose. Pregate. Allontanatevi dal peccato. Riconciliatevi con Dio e assumete il vostro vero ruolo di cristiani. Non voglio obbligarvi. So che avete la libertà, ma ascoltatemi. 
Quando sentite il peso delle persecuzioni, dite che siete in questo mondo per fare la volontà di Dio e non la volontà degli uomini. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

1.749 - 8 giugno 2000

Cari figli, pregate con fervore il santo rosario. Il demonio vuole distruggere i miei piani, ma voi potete vincerlo con la preghiera. 
Non date ascolto alle critiche e non preoccupatevi delle persecuzioni. A partire da oggi, sia il silenzio la vostra risposta a tutte le tribolazioniSe vi preoccupate eccessivamente, il demonio finirà per togliervi la pace. Non dimenticate: il progetto che ho iniziato qui è di Dio e non vostro. Lasciate che sul fronte di questa battaglia stia il Signore. Siate fedeli alla missione che vi ho affidato e questo basta. Dio benedica tutti voi che state divulgando i miei appelli. Coraggio. Silenzio. Il demonio non farà nulla contro di voi se state in silenzio e ascoltate solo la voce di Dio e la mia voce.Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace

2.285 - 10 novembre 2003

Cari figli, camminate sulle vie del Signore e cercate nella sua Parola orientamento sicuro per il vostro cammino nella fede. Sappiate che la strada della santità è piena di ostacoli, ma siate coraggiosi, perché Dio è accanto a voi. 
Chi prende la decisione di servire il Signore, molte volte è respinto perfino dai suoi. Questo è il momento della vostra testimonianza di fede. Non tiratevi indietro davanti alle prove e alle persecuzioni. Abbracciate con gioia la vostra croce e alla fine sarete ricompensati dal Signore. Pregate sempre per comprendere i miei appelli e assumere la vostra vera missione. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

2.714 - 01/08/2006

Cari figli, Io vi amo come siete e desidero vedervi felici già qui sulla terra e più tardi con me in cielo. Vi chiedo di mantenere accesa la fiamma della fede. Non allontanatevi dalla preghiera. Dio si aspetta molto da voi. Dite a tutti che Dio ha fretta e che il tempo è breve. L’umanità percorre le strade dell’autodistruzione che gli uomini hanno preparato con le proprie mani
. Ci saranno grandi persecuzioni alla Chiesa di mio Figlio Gesù. La croce sarà pesante per i fedeli, ma il Signore farà sorgere un uomo pieno di virtù che condurrà i fedeli sul cammino dell’amore e della verità. In questo tempo, la Chiesa tornerà ad essere come Gesù l’aveva affidata a Pietro, e allora gli uomini vedranno la mano potente di Dio agire in favore dei Suoi. Coraggio. Chi sta con il Signore sarà vittorioso. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

2.830 - 28.04.2007


Cari figli, la Chiesa del mio Gesù soffrirà a causa della terribile persecuzione. Molti sacerdoti saranno portati al calvario e la morte sarà presente in seno alla Chiesa, ma il demonio non vincerà la Chiesa. La vittoria sarà del Signore. Confidate nella sua Bontà. Pregate molto e ovunque testimoniate la vostra Fede. Vi sarà una grande rivolta per non accettarela Verità. Soffro per ciò che vi attende. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

2.926 - 06/12/2007

Cari figli, inginocchiatevi in preghiera per la Chiesa. 
Arriverà il giorno in cui i fedeli cercheranno uomini misericordiosi e timorati di Dio, ma non li troveranno. Ci sarà grande persecuzione ai luoghi sacri e coloro che cercano di vivere i miei appelli porteranno una croce pesante.Confidate nel Signore. Pregate. Pregate. Pregate. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

2.960 - 23/02/2008


Cari figli, la morte sarà presente in seno alla Chiesa. L’oppressore determinerà l’esecuzione di molti consacrati. La persecuzione alla Chiesa sarà molto maggiore che in passato. Inginocchiatevi in preghiera. Il mio Gesù si aspetta molto da voi. Non allontanatevi dal cammino che vi ho indicato. Conosco le vostre necessità e non vi lascerò soli. Siate amorevoli. Riempitevi di coraggio e testimoniate ovunque che siete unicamente del Signore. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.


2.985 - 17/04/2008


Cari figli, la Chiesa del mio Gesù soffrirà a causa della grande persecuzione. Un attentato attirerà l’attenzione del mondo e per gli uomini e le donne di fede sarà un momento di grande dolore. L’azione del nemico provocherà danni e la Chiesa sarà divisa. Inginocchiatevi in preghiera. L’umanità ha bisogno del Signore e solo per mezzo della sua grazia troverete la pace. Ricolmatevi dell’amore del Signore e sarete capaci di amare e perdonare. Coraggio. Io sono al vostro fianco. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

2.989 - 26/04/2008


Cari figli, arriverà il giorno in cui l’oppositore diffonderà i suoi errori sulla terra e ci sarà grande disprezzo per i buoni costumi. La Chiesa vivrà momenti di grande persecuzione e porterà una croce pesante. Per un determinato periodo, la Chiesa camminerà senza Pietro,ma il mio Gesù sarà fedele alla sua promessa. Coraggio. Io sarò al vostro fianco. Vi chiedo di non allontanarvi dalla preghiera. L’umanità è malata e ha bisogno di essere curata. Tornate al Signore. Avvicinatevi al sacramento della confessione e sarete guariti spiritualmente. Vivete nella grazia del Signore. Non contaminatevi con le cose del mondo. Siete del Signore. Solo lui dovete seguire e servire. Gli uomini sapientifaranno grandi scoperte. Dall’universo verrà la forza che illuminerà la terra. Inginocchiatevi in preghiera. Ripeto: pregate, pregate, pregate. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.



2.994 - 06/05/2008


Cari figli, sono vostra Madre Addolorata e soffro a causa delle vostre sofferenze. Sappiate che tutto ciò che vi ho annunciato si realizzerà. Vedrete ancora orrori sulla terra. La disobbedienza dell’uomo attrae sopra l’umanità l’ira di Dio e il suo abbandono. Sono venuta dal cielo per essere ascoltata, ma molti non si sono ancora aperti alla mia chiamata. Tornate. Il Signore ancora vi attende. Siate fedeli. Non allontanatevi dalla verità. Inginocchiatevi in preghiera a favore della Chiesa. Tra poco arriverà per essa il grande dolore. La croce sarà pesante per i consacrati, perché la furia del nemico sarà grande. CIÒ CHE LA CHIESA VIVRÀ NON È MAI SUCCESSO IN TUTTA LA SUA STORIA. Pregate. Pregate. Pregate. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.000 - 22/05/2008

Cari figli, sono la Regina della Pace. Sono la Madre di Dio Figlio e vostra Madre. Sappiate che in Gesù è la vostra vera felicità. Accogliete amorevolmente il Vangelo del mio Gesù e lasciate che la sua grazia trasformi le vostre vite. L’umanità ha perso la pace perché gli uomini hanno rifiutato l’Amore di Dio. Vi chiedo di stare al mio fianco. L’umanità corre gravi pericoli e io sono venuta dal cielo per aiutarvi. Ascoltatemi con attenzione. Abbracciate con umiltà i miei appelli e io vi condurrò a un alta vetta di santità. Non allontanatevi dalla preghiera. Continuate saldi sul cammino che vi ho indicato. Amate la verità e difendetela. Credete fermamente in tutto ciò che vi ho annunciato nel corso di questi anni. Sono venuta per mantenervi nella verità. Non permettete che le false ideologie vi allontanino dalla verità. Arriverà il giorno in cui gli uomini saranno obbligati a negare la presenza reale di Gesù nell’Eucarestia
. I fedeli saranno minacciati e portati a giudizio. Ci sarà grande persecuzione alla Chiesa. Sarà questo il tempo di maggior dolore per i fedeli. Molti consacrati, per paura, si tireranno indietro. In molti luoghi i nemici vinceranno, ma la vittoria finale sarà del Signore.Siate forti e saldi nella fede. Non permettete che questo grande tesoro che è la fede sparisca dai vostri cuori. Chiederò a mio Figlio Gesù di sostenervi con la sua grazia. Avanti. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.



3.005 - 03/06/2008


CARI FIGLI, SORGERÀ UN NUOVO ORDINE E IL SUO PRINCIPALE OBIETTIVO SARÀ PERSEGUITARE LA CHIESA DEL MIO GESÙAPPARENTEMENTE SARÀ UN MOVIMENTO BENEFICO E ATTRARRÀ MOLTI UOMINI E DONNE DI FEDE. RIUSCIRÀ A COINVOLGERE MOLTI CONSACRATI E LA SOFFERENZA SARÀ GRANDE PER I MIEI POVERI FIGLI. Sono venuta dal cielo per avvisarvi. Non restate con le mani in mano. Ciò che dico dev’essere preso sul serio. Sappiate, voi tutti, che questi sono i tempi difficili per voi. Aprite i vostri cuori alla verità. Io conosco le vostre necessità e sarò sempre al vostro fianco. Non perdetevi mai d’animo. Qualunque cosa accada, non permettete che la fiamma della fede si spenga dentro di voi. Siate coraggiosi. Chi sta con il Signore non sentirà mai il peso della sconfitta. In questo momento benedico tutti voi e coloro che aiutano a portare i miei appelli al mondo. Dio vi ricompenserà generosamente per tutto ciò che fate in favore dei miei piani. Avanti. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.008 - 08/06/2008

Cari figli, arriverà per i fedeli la croce della sofferenza. Cercherete il Signore nella Chiesa e non lo troverete. I tabernacoli saranno ritirati e solo di nascosto gli uomini potranno adorare il Signore. Per la Chiesa verrà la grande persecuzione. Come i primi cristiani, voi sarete perseguitati e condotti a giudizio. Soffro per ciò che vi attende. Pregate. Non allontanatevi dalla preghiera. Sono vostra Madre e soffro a causa delle vostre sofferenze. Siate fedeli al Signore. Cercate forza nella sua Parola e sarete grandi nella fede. Non perdete la vostra speranza. Alla fine, il mio Cuore Immacolato trionferà e voi che state ad ascoltarmi sarete vittoriosi. Coraggio. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.


3.009 - 10/06/2008


Cari figli, gli ordini religiosi saranno indeboliti e molti cesseranno di esistere. I consacrati perderanno il diritto di usare l’abito religioso e ci sarà grande confusione nella Chiesa. Siate fedeli ai miei appelli. Non restate stazionari. Dio conta su di voi. Aprite i vostri cuori e accettate, con gioia, la volontà di Dio per le vostre vite. Non restate in silenzio. Annunciate a tutti le meraviglie del Signore. Per ciò che farete a favore dei miei piani, il Signore vi ricompenserà con ricche e abbondanti grazie. Avanti sul cammino che vi ho indicato. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.


3.013 - 21/06/2008


Cari figli, sappiate che questi sono i tempi delle grandi tribolazioni. Restate saldi nella vostra fede e non permettete che nulla e nessuno vi allontani dalla verità. Siete importanti per la realizzazione dei miei piani. Non state con le mani in mano. Accogliete i miei messaggi, perché per mezzo di essi desidero trasformarvi e condurvi alla vittoria. Siate fedeli a Gesù. Siate fedeli al vero Magistero della Chiesa. Quando sentite il peso della croce, chiamate Gesù. Lui è il vostro Tutto e senza di lui non potete fare nulla. ARRIVERÀ IL GIORNO IN CUI GLI UOMINI NON TROVERANNO LUOGHI PER LA CONTEMPLAZIONE. DISTRUGGERANNO I LUOGHI SACRI DOVE MOLTE ANIME HANNO TROVATO LA SANTITÀ. LA FORZA DEL NEMICO PORTERÀ LA CHIESA A CONOSCERE GRANDI SOFFERENZE. NON SPAVENTATEVI. ALLA FINE, LA VITTORIA SARÀ DELLA CHIESA. IL MALE NON TRIONFERÀ MAICoraggio. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.


3.014 - 24/06/2008


Cari figli, la rivolta di molti consacrati causerà grande sofferenza alla Chiesa. Una piaga si aprirà nel cuore della Chiesa a causa del grande scisma. L’azione del demonio porterà molti consacrati ad allontanarsi dalla verità. Pregate per la Chiesa. Siate fedeli. Non allontanatevi dal cammino che vi ho indicato nel corso di questi anni. Siate docili. Io intercederò presso il mio Gesù per voi. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.


3.022 - 12/07/2008


Cari figli, sono vostra Madre. Conosco le vostre necessità e intercederò presso il mio Gesù per voi. Riempitevi dell’amore del Signore e sperate in lui con totale fiducia. Io sono venuta dal cielo per trasformarvi e condurvi a mio Figlio Gesù. Dedicate parte del vostro tempo alla preghiera. La preghiera sincera e perfetta vi condurrà a un’alta vetta di santità. VIVETE CON GIOIA I MIEI APPELLI. Annunciate a tutti ciò che vi dico. Non restate in silenzio. Dio ha fretta. Non lasciate per il domani ciò che potete fare oggi. SIATE CORAGGIOSI. NELLA GRANDE TRIBOLAZIONE ALLA CHIESA, VOI CHE SIETE FEDELI SARETE PERSEGUITATI E PORTATI A GIUDIZIO. SARÀ UN TEMPO DOLOROSO PER LA CHIESA. IN MOLTI LUOGHI LA CHIESA PERDERÀ IL DIRITTO DI ANNUNCIARE CRISTO AL MONDO. L’OPPOSITORE PREPARA UN TERRIBILE ATTACCO CONTRO LA CHIESA DEL MIO GESÙ. Pregate. Non allontanatevi dalla preghiera. Restate saldi. Io sono al vostro fianco. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.031 - 23/07/2008

Cari figli, molte pecore cammineranno cieche per mancanza di pastori che le conducano per cammini sicuri. 
Molti ferventi nella fede berranno il calice amaro della sofferenza nella grande e dolorosa persecuzione alla Chiesa. Nella grande persecuzione, molti si tireranno indietro e abbandoneranno la fede. Per i giusti che resteranno saldi fino alla fine, il Signore prepara la grandiosa ricompensa.Dite a tutti che Dio ha fretta. Prendete sul serio i miei appelli, perché solamente così potete contribuire al trionfo definitivo del mio Cuore Immacolato. Coraggio. Io sono al vostro fianco. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.033 - 27/07/2008

Cari figli, coraggio! Nulla è perduto. Il mio Gesù è la vostra forza e la vostra salvezza. Confidate in lui e tutto finirà bene per voi. Vi chiedo di mantenere accesa la fiamma della fede. Non allontanatevi dalla verità. Siate difensori del Vangelo. Annunciate a tutti le meraviglie di Dio. Dio vuole la vostra salvezza. Cercatelo con gioia. 
Avrete ancora grandi sofferenze sulla terra. A causa della vostra fede, sarete perseguitati da coloro che dovrebbero difendervi. Ci sarà grande disprezzo per il sacro e vi sarà tolto il diritto di servire Dio. La grande persecuzione colpirà, soprattutto, gli uomini e le donne di fede. I sacerdoti fedeli saranno frustati e portati nelle prigioni. Nella Terra della Santa Croce (Brasile) saranno create leggi per allontanarvi da Dio. Non tiratevi indietro. Restate con la verità e siate difensori della Santa Dottrina. Io camminerò con voi. Avanti! Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.034 - 29/07/2008

Cari figli, inginocchiatevi in preghiera per la Chiesa. 
Nel culmine della grande persecuzione, il Signore invierà il soccorso alla sua Chiesa. Le forze del male non raggiungeranno la vittoria. Dio sarà fedele alle sue promesse e darà alla sua Chiesa il grande trionfo sulle forze del male. Sappiate che siete nel mio Cuore Immacolato. Non temete. Credete fermamente nel potere di Dio e sarete vittoriosi. Quando sentite il peso delle vostre difficoltà, chiamate Gesù. Egli vi ama e non vi abbandonerà. Siate giusti. Testimoniate ovunque che siete di Cristo. Sono vostra Madre e intercederò per voi. Coraggio. Il domani sarà migliore. Confidate nella mia speciale protezione e io vi condurrò a colui che è la vostra Via, Verità e Vita. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.045 - 26/08/2008

Cari figli, amate la verità e sarete condotti alla santità. Siate fedeli a Gesù e testimoniate ovunque che siete del Signore. Camminate uniti alla Chiesa e sarete ricompensati dal Signore. Siate fedeli. Lasciate che la vostra fedeltà diventi luce per gli infedeli. Siate strumenti di Dio per gli altri. Non perdetevi d’animo. Non tiratevi indietro. 
La Chiesa vivrà momenti di angoscia. Su di essa peserà la croce dell’indifferenza, dell’umiliazione e della persecuzione. La Chiesa di mio Figlio Gesù attraverserà la valle tenebrosa, ma raggiungerà la vittoria. Restate con la Chiesa. Così potete essere certi della vittoria. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.057 - 23/09/2008

Cari figli, sono vostra Madre Addolorata. Sono venuta dal cielo per avvisarvi e chiamarvi alla conversione. Non vivete lontani dal Signore. Egli vi attende a braccia aperte. Inginocchiatevi in preghiera. Ecco che sono giunti i tempi più dolorosi per voi. Cercate forza in Gesù. Solo lui è la certezza della vostra vittoria. Camminate verso un futuro di grandi sofferenze
. La Chiesa del mio Gesù cammina verso il calvario. La persecuzione sarà grande. In molti luoghi, il sangue dei fedeli scorrerà sulle strade. La Chiesa porterà una croce pesante, ma coloro che resteranno saldi fino alla fine riceveranno la ricompensa dei giusti. Coraggio. Non tiratevi indietro. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.058 - 26/09/2008

Cari figli, siate del Signore e date ovunque testimonianza della vostra fede. Il Signore vi chiama e voi non potete restare stazionari. Tornate in fretta. Ecco il tempo del grande ritorno. Aprite i vostri cuori e accogliete i miei appelli per essere salvi. Non voglio obbligarvi, ma ciò che dico dev’essere preso sul serio. Non tiratevi indietro. Soffro per ciò che vi attende. State attenti. Pregate che i miei piani si realizzino. La Chiesa del mio Gesù soffrirà molto. 
I miei figli consacrati dovranno conoscere ogni sorta di dolori fisici. Così come i primi cristiani, la Chiesa conoscerà la croce della persecuzione e del martirio. I buoni saranno perseguitati e lasciati in carcere. Restate saldi sul cammino che vi ho indicato. Avanti con coraggio. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.073 - 26/10/2008

Cari figli, amate la verità e cercate di essere in tutto come Gesù. Siate fedeli a Gesù. Siate fedeli alla Chiesa. Passate tutte le tribolazioni, la Chiesa del mio Gesù conoscerà una grande vittoria. Solo essa, (la Chiesa) fondata da Cristo, consegnerà a Cristo gli uomini e le donne fedeli. Solo per mezzo dell’unica e vera Chiesa potete raggiungere la salvezza. Solo nella Chiesa del mio Gesù potete trovare i mezzi necessari alla salvezza
.I nemici cercheranno di distruggere la Chiesa. Riusciranno a fare grandi cose, ma non potranno nulla contro coloro che veramente amano la verità. Nella grande e ultima persecuzione alla Chiesa, i nemici saranno sorpresi. Cristo verrà in difesa della sua Chiesa. Non allontanatevi dal cammino che vi ho indicato. Siate giusti. Pregate. Solo pregando potete comprendere i miei appelli. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.079 - 07/11/2008


Cari figli, la furia dei nemici porterà la morte a molti consacrati. La Chiesa del mio Gesù berrà il calice amaro del dolore.Ci sarà una grande persecuzione alla Chiesa e i fedeli piangeranno e si lamenteranno. Sono vostra Madre e conosco le vostre necessità. Aprite i vostri cuori e lasciatevi guidare da me. Non tiratevi indietro. Siate coraggiosi e testimoniate ovunque che siete del Signore. Tornate in fretta. Ciò che dovete fare, non rimandatelo a domani. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.080 - 11/11/2008

Cari figli, io vi amo come siete e desidero vedervi felici già qui sulla terra e più tardi con me in cielo. Siate miti e umili di cuore e testimoniate ovunque che siete unicamente di mio Figlio Gesù. Allontanatevi definitivamente da tutto il male e cercate il Signore. Egli vi ama e vi attende. L’umanità cammina verso l’abisso della distruzione che gli uomini hanno preparato con le proprie mani. Inginocchiatevi in preghiera. Nulla è perduto. Quando sentite il peso delle vostre difficoltà, chiamate Gesù. Solo lui è il vostro Tutto e senza di lui nulla potete fare. Amate e difendete la verità. Non tiratevi indietro. Siate fedeli. Pregate anche per la Chiesa. 
La Chiesa del mio Gesù sarà ferocemente perseguitata. I nemici si uniranno per il grande attacco e molti ferventi nella fede diventeranno indifferenti. Ascoltate il successore di Pietro e accogliete il Vangelo del mio Gesù. Dopo tutta la tribolazione e persecuzione, la Chiesa sarà vittoriosa. Restate con la Chiesa. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.081 - 13/11/2008

Cari figli, inginocchiatevi in preghiera e pregate che i miei piani si realizzino. Sappiate che questi sono i tempi delle grandi tribolazioni. Vedrete ancora orrori sulla terra. 
La Chiesa del mio Gesù conoscerà una croce pesante. In Europa ci saranno grandi persecuzioni. In vari Paesi si diffonderanno manifestazioni contro la Chiesa. Il Santo Padre soffrirà molto.Siate fedeli. Non allontanatevi dalla verità. Qualunque cosa accada, non perdete la vostra fede. Dio è al vostro fianco. Coraggio. Cercate forza nelle parole del mio Gesù e nell’Eucarestia. Sono vostra Madre e intercederò presso mio Figlio per voi. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.089 - 02/12/2008

Cari figli, sperate con gioia nel Signore. Credete fermamente nella sua vittoria anche se ai vostri occhi, molte volte, le situazioni sembrano delle sconfitte. Sappiate che la vittoria sarà del Signore. Gridate al mondo: il Signore regnerà vittorioso nella sua Chiesa
. La grande e maggiore tribolazione della Chiesa sarà di venerdì, ma subito dopo verrà la vittoria del Signore. Non tiratevi indietro. Anche davanti alle grandi persecuzioni, non perdetevi d’animo.Chi sta con il Signore non sarà mai sconfitto. Inginocchiatevi in preghiera e quando sentite il peso della croce chiamate Gesù. In lui è la vostra forza e speranza. Avanti. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.097 - 20/12/2008


Cari figli, il demonio agirà con grande furia contro la Chiesa del mio Gesù. Molti templi saranno invasi e distrutti. Ci sarà grande persecuzione nella casa di Dio. Distruggeranno i sacrari e uccideranno molti consacrati.Soffro per ciò che vi attende. Ascoltatemi. Non voglio forzarvi, ma ciò che dico dev’essere preso sul serio. Non vivete lontani dal Signore. Fuggite dal peccato e tornate a colui che è il vostro Tutto. Io sono vostra Madre e sono venuta dal cielo per condurvi sul cammino della santità. Inginocchiatevi in preghiera. Solamente per mezzo della preghiera potete raggiungere la vittoria. Coraggio. Io intercederò presso il mio Gesù per voi. Non perdetevi d’animo. Dopo tutta la persecuzione alla Chiesa, il Signore verrà con grande vittoria e i giusti riceveranno la grande ricompensa. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.



3.126 - 24/02/2009

Cari figli, vi invito ad assumere il vostro vero ruolo di cristiani e ad abbracciare, in questa Quaresima, la grazia che il mio Gesù desidera concedervi. Siate docili. Non restate con le mani in mano. Pregate e fate penitenza. Avvicinatevi al confessionale e ricevete la grazia del mio Signore. Io sono venuta dal cielo per condurvi al cielo. Date il meglio di voi nella missione che il Signore vi ha affidato e sarete ricompensati generosamente. Vivete nel tempo delle grandi tribolazioni spirituali, che già vi ho annunciato. Pregate per la Chiesa. LA GRANDE SOFFERENZA DELLA CHIESA VERRÀ PER MEZZO DEL POTERE POLITICO. SARANNO CREATE LEGGI PER IMPEDIRE L’AZIONE DELLA CHIESA. IN MOLTI LUOGHI I TEMPLI SARANNO DISTRUTTI E I CRISTIANI PIANGERANNO E SI LAMENTERANNO. Soffro per ciò che vi attende. Non allontanatevi dalla verità. Il Signore è con voi. Coraggio. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.129 - 03/03/2009

Cari figli, continuate a pregare per la Chiesa. L’azione del demonio causerà grandi danni spirituali ai miei poveri figli. 
Ci sarà grande profanazione e il trono di Pietro verrà scosso. Siate forti nella fede. Non tiratevi indietro. Confidate in Gesù. Dopo tutta la persecuzione, verrà la vittoria del Signore. Io sono vostra Madre. Aprite i vostri cuori alla mia chiamata e portate a tutti i miei appelli. Coraggio. Io intercederò presso il mio Gesù per voi. Avanti. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.163 - 19/05/2009

Cari figli, vi invito ad assumere il vostro vero ruolo di cristiani. Voi appartenete al Signore e Lui si aspetta molto da voi. Non restate lontani dal cammino che vi ho indicato. Vivete nel tempo delle grandi confusioni spirituali. Sostenetevi con la verità. Avvicinatevi al confessionale e sarete trasformati. L’umanità cammina verso l’abisso della distruzione e i miei poveri figli camminano come ciechi, guidando altri ciechi. Cercate il Signore. Accogliete i miei appelli, perché desidero portarvi a un’alta vetta di santità. Non spaventatevi. Confidate nel Signore. Lui non vi lascerà soli. 
Ci sarà una grande persecuzione religiosa. I fedeli saranno perseguitati e la morte sarà presente in ogni luogo. Al culmine della grande persecuzione, il Signore mostrerà un grande segnale. Gli eretici si convertiranno e testimonieranno l’amore di Dio. Sarà questo il tempo del trionfo definitivo del mio Cuore Immacolato. Io sono vostra Madre. Non sentitevi soli. Io vi amo e sarò sempre con voi. Coraggio. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.


3.180 - 29/06/2009

Cari figli, inginocchiatevi in preghiera in favore della Chiesa. 
Arriverà per lei il momento del dolore. Ci sarà grande persecuzione alla casa di Dio e i miei poveri figli piangeranno e si lamenteranno. Il trono di Pietro sarà scosso. Un successore di Pietro vedrà la distruzione della sua casa e gli uomini di fede si lamenteranno.Io sono vostra Madre e vi amo. Conosco le vostre necessità e sono venuta dal cielo per soccorrervi. Restate saldi sul cammino che vi ho indicato. Voglio condurvi alla vittoria. Siate docili alla mia chiamata e imitate in tutto mio Figlio Gesù. Coraggio. Qualunque cosa accada, non scoraggiatevi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.316 - 8 maggio 2010

Cari figli, il Signore è con voi. Coraggio. Siate forti e saldi nella fede. La vostra vittoria è nel Signore e Lui vi ama. Non scoraggiatevi. Inginocchiatevi in preghiera e il Signore verrà a voi con grande vittoria. Io sono vostra Madre. Desidero la vostra conversione e il pentimento dei vostri peccati. Riconciliatevi con Dio. Riempitevi del suo amore per essere salvi. 
Arriverà il giorno in cui la Chiesa, in Brasile, soffrirà grandi persecuzioni. I nemici si uniranno contro la Chiesa e i fedeli porteranno una croce pesante. Dio si manifesterà con grandi segni e prodigi. Dopo tutta la tribolazione che vivrà la Chiesa, verrà per lei il trionfo. Nulla potrà contro i piani di Dio. Siete il popolo eletto del Signore. Non vivete lontani dalla verità. Il Signore vi attende con immenso amore di Padre. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.338 - 30 giugno 2010

Cari figli, amate e difendete la verità. Accogliete con gioia e coraggio il Vangelo di mio Figlio Gesù per essere salvi. Non allontanatevi dal cammino che vi ho indicato. Non voglio obbligarvi, ma ciò che dico dev’essere preso sul serio. Inginocchiatevi e pregate per la Chiesa. Avrete ancora grandi prove. 
La Chiesa del mio Gesù sperimenterà il peso delle tribolazioni e giungerà per lei il calvario. Ci sarà grande persecuzione alla chiesa. I dogmi saranno disprezzati e gli uomini e le donne di fede saranno perseguitati. Molti consacrati saranno perseguitati e uccisi, saranno create leggi e la Chiesa incontrerà barriere per annunciare la verità. Soffro per ciò che vi attende. Siate forti e saldi nella fede. Io sono vostra Madre e sarò sempre vicino a voi. Qualunque cosa accada, non permettete che il demonio vinca. Siete del Signore. In Lui è la vostra vittoria. Avanti. Uno scandalo scuoterà il mondo. La maschera del demonio cadrà. Ciò che è stato annunciato come verità è frutto di falsità. Pregate. Il demonio desidera distruggere i miei piani. Ascoltatemi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.419 - 1 gennaio 2011 (1° messaggio del giorno)

Cari figli, sono la Regina della Pace e sono venuta dal cielo per portarvi la pace. Camminate verso un futuro di grandi prove. Entrate ora nel tempo annunciato da secoli dai profeti. Ecco i tempi dei dolori per l’umanità. Inginocchiatevi in preghiera. Il futuro vi riserva anche scoperte straordinarie attese dagli uomini. Rallegratevi, perché il Signore è al vostro fianco e solo nella sua grazia troverete la salvezza. 
La Chiesa del mio Gesù porterà una croce pesante. Vivrà il calvario a causa delle persecuzioni e il dolore sarà grande per gli uomini e le donne di fede. Vi chiedo di mantenere accesa la fiamma della fede. Solo con la forza della preghiera potete restare fedeli a mio Figlio Gesù e alla Santa dottrina. Voglio condurvi alla santità. Aprite i vostri cuori alla mia chiamata e imitate mio Figlio Gesù in tutto. Il re conoscerà una grande sofferenza e il suo trono sarà scosso. Pregate, pregate, pregate. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.472 - 22 aprile 2011

Cari figli, sono vostra Madre Addolorata e soffro per ciò che vi attende. Ricordate oggi la consegna totale e amorevole di mio Figlio Gesù per la vostra salvezza. Il mio Gesù è salito al calvario e ha sperimentato tutta la sofferenza per amore della sua Chiesa. 
Arriverà il giorno in cui la sua Chiesa salirà al calvario e grande sarà la sofferenza per gli uomini e le donne di fede. Sarà un tempo di persecuzione, umiliazione e abbandono. Dolore maggiore non è esistito. I nemici di Dio si uniranno e in varie parti distruggeranno templi e uccideranno fedeli. Giorni di tenebre verranno per la Chiesa, ma quando tutto sembrerà perduto il Signore verrà e darà alla sua Chiesa la grande vittoria. Pregate, pregate, pregate. Vedrete ancora orrori sulla terra. Io voglio aiutarvi, ma ascoltatemi. Non voglio obbligarvi, ma quello che dico dev’essere preso sul serio. Cercate forza nell’Eucaristia e nelle parole di mio Figlio Gesù. Solo nella grazia del mio Gesù troverete forza per sostenere il peso delle prove che verranno. Coraggio. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.503 - 29 giugno 2011

Cari figli, fatevi coraggio e testimoniate che siete veramente di mio Figlio Gesù. Siate difensori della verità. Amate la Chiesa e pregate per essa. La Chiesa del mio Gesù soffrirà per una grande e violenta persecuzione. Dolore maggiore non è esistito. Sono vostra Madre Addolorata e soffro per ciò che vi attende. Non tiratevi indietro davanti alle vostre difficoltà. Confidate in Gesù e sarete vittoriosi. Non c’è vittoria senza croce. Non dimenticate: in tutto, Dio al primo posto. I nemici di Dio si uniranno contro la sua Chiesa, ma la vittoria sarà di Dio. Non temete. Siate fedeli e abbracciate la vera dottrina. Quelli che sono lontani dai sacramenti porteranno una croce pesante. Cercate forza nell’Eucaristia e vivete rivolti al Paradiso, per il quale unicamente siete stati creati, e non conoscerete mai la sconfitta. Avanti sul cammino che vi ho indicato. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

Fonte traduzione messaggi: http://www.messaggidianguera.net/