DICHIARAZIONE PUBBLICA

BLOG INDIPENDENTE - LEGGI DICHIARAZIONE PUBBLICA FINE HOMEPAGE Questo blog è una interpretazione personale e non corrisponde necessariamente al vero significato dei messaggi e delle profezie date dalla Madonna ad Anguera. Si consiglia di visitare il sito ufficiale www.madonnadianguera.it". - See more at: http://www.madonnadianguera.it/messaggi/tutti-i-messaggi-2/#sthash.2VyIJbez.dpuf

lunedì 6 giugno 2016

APOCALISSE - ANTICRISTO - Profezie della Madonna di Anguera. Messaggi nn: 2.532 - 05.06.2005 Cari figli, pregate con il cuore. Non allontanatevi dal cammino che vi ho indicato. Sappiate che l’umanità vivrà momenti di grandi difficoltà. UN UOMO APPARENTEMENTE BUONO, OSSIA L’ANTICRISTO, ACQUISTERÀ GRANDE POTERE SATANICO. L’AZIONE MALEFICA SI VERIFICHERÀ NELLA FESTA DI UN GRANDE SANTO, QUELLO CHE QUANDO VENNE CHIAMATO DA DIO CADDE DA CAVALLO E LA SUA VITA FU TRASFORMATA. Vi chiedo di mantenere accesa la fiamma della vostra fede. Vedrete orrori sulla terra. Molti uomini saranno sedotti dalla fiera e marchiati dal suo segno. Voi siete di Cristo. 1.394 - 3 marzo 1998 “Ci sarà una terribile crisi di fede. Una grande apostasia scuoterà la Chiesa e l’anticristo diffonderà i suoi errori e falsi insegnamenti per il mondo intero.” 1.409 - 9 aprile 1998 (Giovedì Santo) “Il grande piano del demonio è porre fine all’Eucaristia e distruggere il vero significato della vita consacrata. Accogliendo una falsa dottrina, molti diranno che Gesù è presente nell’Eucaristia solo simbolicamente: in questo modo il demonio trascinerà all’errore un grande numero di consacrati e fedeli. Questo è il tempo della grande confusione. Coloro che mi ascoltano non saranno mai ingannati. Fate attenzione, pregate. Amate la verità e siate in tutto come Gesù. Mio figlio è realmente presente nell’Eucaristia con il suo corpo, sangue, anima e divinità. Quelli che insegneranno il contrario saranno gli inviati dall’anticristo. State attenti.” 2.532 - 05.06.2005 “Un uomo apparentemente buono, ossia l’anticristo, acquisterà grande potere satanico. L’azione malefica si verificherà nella festa di un grande santo, quello che quando venne chiamato da Dio cadde da cavallo e la sua vita fu trasformata. Vi chiedo di mantenere accesa la fiamma della vostra fede. Vedrete orrori sulla terra. Molti uomini saranno sedotti dalla fiera e marchiati dal suo segno. Voi siete di Cristo. Solo Lui dovete servire e seguire. Non lasciatevi ingannare. Solo Dio è il più grande” 2.583 - 04.10.2005 “L’umanità berrà il calice amaro della guerra. Verrà l’anticristo e le nazioni saranno in guerra. Sarà la più grande sofferenza per gli uomini.” 2.628 - 14/01/2006 “L’anticristo agirà con grande furia per distruggere la Chiesa del mio Gesù. Il suo più grande attacco causerà un danno spirituale come non si è mai visto dai tempi di Adamo. O figli, soffro per ciò che vi attende. Io sono vostra Madre e sarò vicina a voi.” 2.554 - 26.07.2005 “Colui che si oppone a Cristo si manifesterà e condurrà all’errore un grande numero dei miei poveri figli. State attenti. È un falso messia. Riuscirà a sedurre anche molti consacrati.” 2.826 - 20.04.2007 “Cari figli, colui che sarà accolto come l’illuminato sarà, in verità, il terrore delle nazioni. Il suo piano sarà solo uno, ma ciò che realizzerà porterà gravi conseguenze per i miei poveri figli.” 2.828 - 23.04.2007 “Cari figli, pregate. L’azione del demonio porterà molti a negare la Fede. Un piano terribile sarà messo in pratica con l’obiettivo di distruggere la Chiesa del mio Gesù.” 2.488 - 26.02.2005 "Cari figli, è nato in una data importante e il suo nome è venuto da questa. Lì sono state preparate le più crudeli forme di morte. Dio ha chiamato, ma gli uomini non hanno risposto. Dio è amore e vuole il bene dei suoi figli. La sua bellezza che attrae non esisterà più. Quando Dio parla vuole essere ascoltato. Non restate con le mani in mano. Non restate stazionari. Cambiate vita. Pentitevi. "

Post del 1/8/2013 aggiornato al 30/5/2016

IPOTIZZO IL PERIODO DI REGNO TERRENO DELL' ANTICRISTO INCARNATO IN UN UOMO:  DURATA 6 ANNI - INIZIO 6.6.2016 - FINE 6.6.2022 (2+2+2 = 6)
Massimiliano Bruno WebMaster 

Ap 13:15 Le fu anche concesso di animare la statua della bestia sicché quella statua perfino parlasse e potesse far mettere a morte tutti coloro che non adorassero la statua della bestia. 16 Faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi ricevessero un marchio sulla mano destra e sulla fronte; 17 e che nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome. 18 Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: essa rappresenta un nome d'uomo. E tal cifra è seicentosessantasei.


Ap 14:9 Poi, un terzo angelo li seguì gridando a gran voce: «Chiunque adora la bestia e la sua statua e ne riceve il marchio sulla fronte o sulla mano, 10 berrà il vino dell'ira di Dio che è versato puro nella coppa della sua ira e sarà torturato con fuoco e zolfo al cospetto degli angeli santi e dell'Agnello. 11 Il fumo del loro tormento salirà per i secoli dei secoli, e non avranno riposo né giorno né notte quanti adorano la bestia e la sua statua e chiunque riceve il marchio del suo nome».


Ap 16:2 Partì il primo e versò la sua coppa sopra la terra; e scoppiò una piaga dolorosa e maligna sugli uomini che recavano il marchio della bestia e si prostravano davanti alla sua statua.

Ap 19:20 Ma la bestia fu catturata e con essa il falso profeta che alla sua presenza aveva operato quei portenti con i quali aveva sedotto quanti avevan ricevuto il marchio della bestia e ne avevano adorato la statua. Ambedue furono gettati vivi nello stagno di fuoco, ardente di zolfo.


Ap 20:4 Poi vidi alcuni troni e a quelli che vi si sedettero fu dato il potere di giudicare. Vidi anche le anime dei decapitati a causa della testimonianza di Gesù e della parola di Dio, e quanti non avevano adorato la bestia e la sua statua e non ne avevano ricevuto il marchio sulla fronte e sulla mano. Essi ripresero vita e regnarono con Cristo per mille anni;

ESTRATTO COLLOQUIO CON PEDRO REGIS 30 agosto 2014 - LA MADONNA AD ANGUERA HA PROFETIZZATO LA DATA NELLA QUALE L' ANTICRISTO ACQUISTERA' GRANDE POTERE SATANICO. 6 GIUGNO NELLA FESTA LITURGICA DI SAN NORBERTO SENZA INDICARE ALCUN ANNO.


IPOTIZZO IL 06.06.2016 DOVE RICORRE 6.6.6 CHE RAPPRESENTA IL NUMERO DELLA BESTIA ED IL NOME D' UOMO. APOCALISSE 13,18 "Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: essa rappresenta un nome d'uomo. E tal cifra è seicentosessantasei."


Da 8:13 Udii un santo parlare e un altro santo dire a quello che parlava: «Fino a quando durerà questa visione: il sacrificio quotidiano abolito, la desolazione dell'iniquità, il santuario e la milizia calpestati?».

Da 12:11 Ora, dal tempo in cui sarà abolito il sacrificio quotidiano e sarà eretto l'abominio della desolazione, ci saranno milleduecentonovanta giorni.


IPOTIZZO MARCHIO DELLA BESTIA, SULLA MANO DESTRA E SULLA FRONTE DI OGNI ABITANTE DELLA TERRA,E ABOLIZIONE DEL SACRIFICIO EUCARISTICO. 


 AVERRA' NELLA FESTA LITURGICA DI SAN NORBERTO IL 06.06.2016 OPPURE  IL 06.06.2022 (6 GIORNO 6 MESE 6 ANNO SOMMANDO 2+2+2)..
Massimiliano Bruno Webmaster

IPOTESI PRIMA FASE: abolizione NON soppressione del sacrificio Eucaristico quotidiano di Cristo nella Santa Messa giornaliera che verrà  celebrata solo di domenica e nei giorni festivi per accontentare i protestanti  avverrà il 31 ottobre 2017.

IPOTESI SECONDA FASE: verrà eletto l' abominio della desolazione, il simbolo della pace, fratellanza universale di tutti i popoli: tipo manufatto astratto con i colori dell' arcobaleno, che sostituirà l' ostensorio con la presenza reale divina e umana di Cristo nell' Ostia che verrà soppresso.

IPOTESI TERZA FASE: da quel giorno, e solo da quel giorno, si dovrà cominciare a contare i 1290 giorni ( gli ebrei usavano un calendario di 360 gg 360+360+360+180 = 1260 tre anni e mezzo + 30 giorni = 1290).

IPOTESI QUARTA FASE: Bisogna aver PAZIENZA ed aspettare altri 45 giorni per arrivare a 1335 giorni per essere beati e non cadere nella rete dell' Anticristo. Il conteggio dei giorni servirà per darci forza, coraggio, speranza, per una vittoria già decretata da Dio.


IPOTESI QUINTA FASE: Dopo la terza guerra mondiale causata  da ideologie religiose fondamentaliste, verrà indetto un Concilio Ecumenico interreligioso per garantire la pace nel mondo  attraverso l' unificazione di tutte le religioni con l' approvazione di una liturgia universale ( sarà necessario eliminare ogni dogma, l' identità di ogni singola religione),  che rivoluzionerà ogni singola religione, che non verrà soppressa ma accompagnata da una liturgia sincretica; per la religione cristiana cattolica ciò ridurrà la messa ad un memoriale simbolico.

IPOTESI - SESTA FASE: Simultaneamente avverrà la  confisca di tutti i beni materiali ecclesiastici con leggi  emanate dalla comunità europea, e ratificate da ogni singolo stato che privatizzeranno  i beni della chiesa per far fronte al collasso economico prima europeo, e poi mondiale.
Massimiliano Bruno - Webmaster


DALL' ANALISI EFFETTUATA, RISULTA CHE ASSOCIARE AL TRIONFO DEFINITIVO DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA, UN GIORNO SIGNIFICATIVO  DEL PERIODO INTERCORRENTE DALLA PRIMA ALL' ULTIMA  APPARIZIONE A FATIMA NON  SI ALLINEA  CON I TEMPI  INDICATI NELLE PROFEZIE BIBLICHE: RIMANE DISALLINEATO CON I TRE ANNI E MEZZO DELL' ABOMINIO DELLA DESOLAZIONE INDICATO DAL PROFETA DANIELE, CHE SI TRADUCE NEL PERIODO DELL' ABOLIZIONE DEL SACRIFICIO EUCARISTICO NELLA SANTA MESSA. IL TRIONFO DEFINITIVO DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA RIGUARDA IL NUMERO COMPLETO DEGLI ELETTI CHE SI CONCLUDERA'  TRA L' 11-14 MAGGIO 2017 IL TEMPO BIBLICO NON COINCIDE CON UN ANNO MA ANCHE CON UN TEMPO SPIRITUALE CHE COMPRENDE DIVERSI ANNI.
Massimiliano Bruno

APOCALISSE: DEAD LINE E TIME LINE NEI MESSAGGI PROFETICI DELLA MADONNA DI ANGUERA. - SECONDA PARTE - TEMPI NASCOSTI SVELATI - DATE, GIORNI DELLA SETTIMANA, MESI DELL’ ANNO, ANNI LEGATI AD EVENTI SIGNIFICATIVI PROFETIZZATI DALLA MADONNA DI ANGUERA.

IPOTESI: IL PIANO DELL' ANTICRISTO E LA DATA 6.6.2016 

LO SPIRITO DELL' ANTICRISTO

Ap 13:18 Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: essa rappresenta un nome d'uomo. E tal cifra è seicentosessantasei.

1G 2:18 Figlioli, questa è l'ultima ora. Come avete udito che deve venire l'anticristo, di fatto ora molti anticristi sono apparsi. Da questo conosciamo che è l'ultima ora.

1G 2:22 Chi è il menzognero se non colui che nega che Gesù è il Cristo? L'anticristo è colui che nega il Padre e il Figlio.

1G 4:3 ogni spirito che non riconosce Gesù, non è da Dio. Questo è lo spirito dell'anticristo che, come avete udito, viene, anzi è già nel mondo.

2G 7 Poiché molti sono i seduttori che sono apparsi nel mondo, i quali non riconoscono Gesù venuto nella carne. Ecco il seduttore e l'anticristo!

PRIMA L' APOSTASIA POI IL FIGLIO DELLA PERDIZIONE

Gv 17:12 Quand'ero con loro, io conservavo nel tuo nome coloro che mi hai dato e li ho custoditi; nessuno di loro è andato perduto, tranne il figlio della perdizione, perché si adempisse la Scrittura.

2Ts 2:3 Nessuno vi inganni in alcun modo! Prima infatti dovrà avvenire l'apostasia e dovrà esser rivelato l'uomo iniquo, il figlio della perdizione, 4 colui che si contrappone e s'innalza sopra ogni essere che viene detto Dio o è oggetto di culto, fino a sedere nel tempio di Dio, additando se stesso come Dio.


 2Ts 2:1 Ora vi preghiamo, fratelli, riguardo alla venuta del Signore nostro Gesù Cristo e alla nostra riunione con lui, 2 di non lasciarvi così facilmente confondere e turbare, né da pretese ispirazioni, né da parole, né da qualche lettera fatta passare come nostra, quasi che il giorno del Signore sia imminente. 3 Nessuno vi inganni in alcun modo! Prima infatti dovrà avvenire l'apostasia e dovrà esser rivelato l'uomo iniquo, il figlio della perdizione, 4 colui che si contrappone e s'innalza sopra ogni essere che viene detto Dio o è oggetto di culto, fino a sedere nel tempio di Dio, additando se stesso come Dio.
5 Non ricordate che, quando ancora ero tra voi, venivo dicendo queste cose? 6 E ora sapete ciò che impedisce la sua manifestazione, che avverrà nella sua ora. 7 Il mistero dell'iniquità è già in atto, ma è necessario che sia tolto di mezzo chi finora lo trattiene. 8 Solo allora sarà rivelato l'empio e il Signore Gesù lo distruggerà con il soffio della sua bocca e lo annienterà all'apparire della sua venuta, l'iniquo, 9 la cui venuta avverrà nella potenza di satana, con ogni specie di portenti, di segni e prodigi menzogneri, 10 e con ogni sorta di empio inganno per quelli che vanno in rovina perché non hanno accolto l'amore della verità per essere salvi. 11 E per questo Dio invia loro una potenza d'inganno perché essi credano alla menzogna 12 e così siano condannati tutti quelli che non hanno creduto alla verità, ma hanno acconsentito all'iniquità.
13 Noi però dobbiamo rendere sempre grazie a Dio per voi, fratelli amati dal Signore, perché Dio vi ha scelti come primizia per la salvezza, attraverso l'opera santificatrice dello Spirito e la fede nella verità, 14 chiamandovi a questo con il nostro vangelo, per il possesso della gloria del Signore nostro Gesù Cristo.
15 Perciò, fratelli, state saldi e mantenete le tradizioni che avete apprese così dalla nostra parola come dalla nostra lettera. 16 E lo stesso Signore nostro Gesù Cristo e Dio Padre nostro, che ci ha amati e ci ha dato, per sua grazia, una consolazione eterna e una buona speranza, 17 conforti i vostri cuori e li confermi in ogni opera e parola di bene.

2.532 - 05.06.2005
Cari figli, pregate con il cuore. Non allontanatevi dal cammino che vi ho indicato. Sappiate che l’umanità vivrà momenti di grandi difficoltà. UN UOMO APPARENTEMENTE BUONO, OSSIA L’ANTICRISTO, ACQUISTERÀ GRANDE POTERE SATANICO. L’AZIONE MALEFICA SI VERIFICHERÀ NELLA FESTA DI UN GRANDE SANTO, QUELLO CHE QUANDO VENNE CHIAMATO DA DIO CADDE DA CAVALLO E LA SUA VITA FU TRASFORMATA. Vi chiedo di mantenere accesa la fiamma della vostra fede. Vedrete orrori sulla terra. Molti uomini saranno sedotti dalla fiera e marchiati dal suo segno. Voi siete di Cristo. Solo Lui dovete servire e seguire. Non lasciatevi ingannare. Solo Dio è il più grande. Confidate in Lui per essere grandi nella fede. Coraggio. Niente e nessuno vi allontanerà dall’Amore di Dio se vivrete fedelmente come il Signore desidera. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

Vuole infatti la leggenda che la sua conversione sostanziale, in quanto già sacerdote, sia avvenuta in modo simile a quella di San Paolo sulla via di Damasco. Colpito nel mezzo di un furioso temporale da un fulmine che stava per ucciderlo, Norberto cadde a terra, accecato ed assordato, mentre il cavallo, sul quale viaggiava, fuggiva terrorizzato. Pensando che il tutto fosse voce e mano di Dio, egli abbandonò i precedenti intrighi nella corte imperiale. Si fece monaco benedettino e intraprese un cammino intensamente religioso e fertile, andando a predicare in Germania, Belgio e Francia nonché agendo da indefesso pacificatore in un tempo di gravi lotte politiche e civili.

Secondo il veggente Pedro Regis (vedi filmato youtubehttp://www.youtube.com/watch?v=-qvlDEzF5Os&feature=player_embedded
non è San Paolo (festa il 29 giugno)
oppure (conversione di San Paolo Apostolo 25 gennaio )
ma San Norberto (festa il 6 giugno)
le apparizioni mariane di Anguera: intervista a Pedro Regis

COLLOQUIO CON PEDRO REGIS, ANGUERA 30 AGOSTO 2014

Questo è un estratto del colloquio avuto con Pedro Regis ad Anguera il 30 Agosto 2014. Don Leonardo Pompei 
Messaggio n. 2532 del 05/06/2005
“[...] Un uomo apparentemente buono, ossia l’anticristo, acquisterà grande potere satanico. L’azione malefica si verificherà nella festa di un grande santo, quello che quando venne chiamato da Dio cadde da cavallo e la sua vita fu trasformata. [...]”

DL San Paolo è caduto da cavallo
P non è San Paolo, è un altro santo
DL San Giorgio
P non me lo ricordo ma prima di andare via te lo dirò. Quello che la Madonna sta dicendo è che l’Anticristo si manifesterà esattamente in questa data
DL porca miseria... ma chi è Sant'Ignazio di Loyola? Anche lui è caduto da cavallo
P no no. E' un santo poco conosciuto
DL noi dobbiamo saperla questa cosa qua
P prima di andare via te lo dico, perché ce l’ho segnato [Pedro più tardi mi ha detto che si tratta di San Norberto, la cui festa liturgica ricorre il 6 Giugno]

2.828 - 23.04.2007
Cari figli, pregate. L’azione del demonio porterà molti a negare la Fede. UN PIANO TERRIBILE SARÀ MESSO IN PRATICA CON L’OBIETTIVO DI DISTRUGGERE LA CHIESA DEL MIO GESÙ. Molti si tireranno indietro e il re si sentirà solo. Confidate in Dio. Ascoltate i miei Appelli e vivete rivolti verso il Signore. Egli è vostra forza e vostra speranza. Io sono vostra Madre Addolorata e so ciò che vi attende. Pregate. Pregate. Pregate. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

2.826 - 20.04.2007
Cari figli, colui che sarà accolto come L’ ILLUMINATO sarà, in verità, il TERRORE delle nazioni. Il suo piano sarà solo uno, ma ciò che realizzerà porterà gravi conseguenze per i miei poveri figli. Pregate. Rimanete saldi sul cammino che vi ho indicato. Amate la Verità. Accogliete i miei Appelli e sarete condotti alla Verità. Non perdetevi d’animo. Il Signore è con voi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace

2.488 - 26.02.2005
CARI FIGLI, E’ NATO IN UNA DATA IMPORTANTE E IL SUO NOME E’ VENUTO DA QUESTA. LI’ SONO STATE PREPARATE LE PIU’ CRUDELI FORME DI MORTE. Dio ha chiamato, ma gli uomini non hanno risposto. Dio è amore e vuole il bene dei suoi figli. La sua bellezza che attrae non esisterà più. Quando Dio parla vuole essere ascoltato. Non restate con le mani in mano. Non restate stazionari. Cambiate vita. Pentitevi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.




Gv 16:13 Quando però verrà lo Spirito
 di verità, egli vi guiderà alla verità tutta intera, perché non parlerà da sé, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annunzierà le cose future.

E' importante per l' umanità conoscere le date esatte degli avvenimenti escatologici? Oggi no, ma daranno speranza ai pochi giusti cristiani(
 Lc 18:8 Vi dico che farà loro giustizia prontamente. Ma il Figlio dell'uomo, quando verrà, troverà la fede sulla terra?".) e tutti gli eletti che si convertiranno  ( Mc 13:20 Se il Signore non abbreviasse quei giorni, nessun uomo si salverebbe. Ma a motivo degli eletti che si è scelto ha abbreviato quei giorni.), e che non si piegheranno al Nuovo Ordine Mondiale e subiranno le persecuzioni. Tutti coloro che non saranno dalla parte di Cristo si compirà la seguente parola di Dio:

Luca 17:26 Come avvenne al tempo di Noè, così sarà nei giorni del Figlio dell'uomo: 27 mangiavano, bevevano, si ammogliavano e si maritavano, fino al giorno in cui Noè entrò nell'arca e venne il diluvio e li fece perire tutti. 28 Come avvenne anche al tempo di Lot: mangiavano, bevevano, compravano, vendevano, piantavano, costruivano; 29 ma nel giorno in cui Lot uscì da Sòdoma piovve fuoco e zolfo dal cielo e li fece perire tutti. 30 Così sarà nel giorno in cui il Figlio dell'uomo si rivelerà. 31 In quel giorno, chi si troverà sulla terrazza, se le sue cose sono in casa, non scenda a prenderle; così chi si troverà nel campo, non torni indietro. 32 Ricordatevi della moglie di Lot. 33 Chi cercherà di salvare la propria vita la perderà, chi invece la perde la salverà. 34 Vi dico: in quella notte due si troveranno in un letto: l'uno verrà preso e l'altro lasciato; 35 due donne staranno a macinare nello stesso luogo: l'una verrà presa e l'altra lasciata». 36 37 Allora i discepoli gli chiesero: «Dove, Signore?». Ed egli disse loro: «Dove sarà il cadavere, là si raduneranno anche gli avvoltoi».

IL RIFUGIO: TRE ANNI E MEZZO
Ap 12:6 La donna invece fuggì nel deserto, ove Dio le aveva preparato un rifugio perché vi fosse nutrita per milleduecentosessanta giorni
                                                                                   TOTALE 1260 GIORNI
Ap 12:14 Ma furono date alla donna le due ali della grande aquila, per volare nel deserto verso il rifugio preparato per lei per esservi nutrita per un tempodue tempi e la metà di un tempo lontano dal serpente.

Non utilizzo il calendario ebraico per diverse ragioni:
a) Il computo degli anni è differente rispetto a quello gregoriano; l' anno solare ebraico è di 360 giorni legato ai 30 giorni lunari rapportati ai 12 mesi dell' anno, invece dei 365 giorni del calendario gregoriano rapportati al sole, simbolo di Cristo, e alla nascita di Cristo nell' anno zero;

b) Le profezie bibliche degli ultimi tempi, Apocalisse di S. Giovanni e anche quelle anteriori alla nascita di Cristo, ad es: le profezie contenute nei libri biblici del Profeta Daniele, Ezechiele,  sono riferite al tempo presente, a questa generazione e a quella immediatamente successiva, e i profeti biblici utilizzano il calendario gregoriano vigente, sconosciuto prima di Cristo, proprio per dimostrare a noi contemporanei che sono profezie autentiche.

c) Computando il tempo con il calendario ebraico, la profezia corretta sarebbe stata la seguente: tre tempi e la metà di un tempo (un mese lunare di 30 giorni per 12 mesi uguale ad un anno di 360 giorni e metà anno di 180 giorni) i tre tempi uniformi corrispondevano a tre anni 360+360+360=1.080 potevano essere sommati, e successivamente aggiunto la parte del tempo non omogenea di mezzo anno  1080+180=1.260

d) Computando il tempo con il calendario gregoriano la profezia corretta è la seguente: due tempi, un tempo e la metà di un tempo ( un ciclo solare di 365 giorni ed il mese di febbraio bisestile di 29 giorni anzichè 28 giorni ogni quatto anni) Abbiamo un periodo di quattro anni: due tempi omogenei di 365 giorni, un tempo di 366 giorni e la metà di un tempo di 365 giorni cioè 182,5



2014 negli altri calendari
Fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/2014
Calendario gregoriano2014
Ab Urbe condita2767 (MMDCCLXVII)
Calendario armeno1462 — 1463
Calendario bengalese1420 — 1421
Calendario berbero2964
Calendario bizantino7522 — 7523
Calendario buddhista2558
Calendario cinese4710 — 4711
Calendario copto1730 — 1731
Calendario ebraico5773 — 5774
Calendario etiopico2006 — 2007
Calendario induista
Vikram Samvat
Shaka Samvat
Kali Yuga

2069 — 2070
1936 — 1937
5115 — 5116
Calendario islamico1435 — 1436
Calendario persiano1392 — 1393


Considero un tempo = un anno solare
Due tempi: due anni sommabili perché identici in durata  anno 2014 e anno 2015 (365+365= 730 giorni);
Un tempo: un anno non sommabile con gli altri due perché di durata superiore ai 365 giorni,  cioè 366 giorni (lunedì 29 febbraio 2016)
La metà di un tempo: anno 2017 - 365 gg è di 182,5 frazionato
Per arrotondare all’ unità intera,  usiamo la seguente procedura: consideriamo  l’  anno 2014 (365gg) + anno 2015 (365gg) + anno 2016 (365 gg) + anno 2017 (366 diviso 2 uguale 183 gg)  Anno bisestile perfettamente divisibile in due parti uguali anno 2016 (febbraio 29 giorni) Sottraggo un giorno dall' anno 2016  e lo aggiungo all' anno 2017 per dividerlo in due parti uguali.                                                                                                       TOTALE 1278 GIORNI

L’ ABOMINIO DELLA DESOLAZIONE – CESSAZIONE  SACRIFICIO E OFFERTA (LA SANTA MESSA)

Da 9:27 Egli stringerà una forte alleanza con molti
per una settimana e, nello spazio di metà settimana,
farà cessare il sacrificio e l'offerta;
sull'ala del tempio porrà l'abominio della
desolazione
e ciò sarà sino alla fine,
fino al termine segnato sul devastatore».

Da 11:31 Forze da lui armate si muoveranno a profanare il santuario della cittadella, aboliranno il sacrificio quotidiano e vi metteranno l'abominio della desolazione.

Da 12:11 Ora, dal tempo in cui sarà abolito il sacrificio quotidiano e sarà eretto l'abominio della desolazione, ci saranno milleduecentonovanta giorni.
12 Beato chi aspetterà con pazienza e giungerà a milletrecentotrentacinque giorni.

Mt 24:15 Quando dunque vedrete l'abominio della desolazione, di cui parlò il profeta Daniele, stare nel luogo santo - chi legge comprenda -,

Mc 13:14 Quando vedrete l'abominio della desolazione stare là dove non conviene, chi legge capisca, allora quelli che si trovano nella Giudea fuggano ai monti;
L’ ALLEANZA DEI SETTE GIORNI

Da 9:27 Egli stringerà una forte alleanza con molti
per una settimana e,                                                                       7 GIORNI

nello spazio di metà settimana,
farà cessare il sacrificio e l'offerta;                                               3 GIORNI

Da 12:11 Ora, dal tempo in cui sarà abolito il sacrificio
 quotidiano e sarà eretto l'abominio della desolazione,
ci saranno milleduecentonovanta giorni.                           1.290 GIORNI


Da 12:12 Beato chi aspetterà con pazienza e giungerà a milletrecentotrentacinque giorni.                                                               1.335 GIORNI

24 Settanta settimane sono fissate
per il tuo popolo e per la tua santa città
per mettere fine all'empietà,
mettere i sigilli ai peccati, espiare l'iniquità,
portare una giustizia eterna,
suggellare visione e profezia e ungere il Santo dei
santi.           
             70 SETTIMANE = 490 GIORNI

25 Sappi e intendi bene,
da quando uscì la parola
sul ritorno e la ricostruzione di Gerusalemme
fino a un principe consacrato,
vi saranno sette settimane.                                       

7 SETTIMANE = 434 GIORNI

Durante sessantadue settimane                          

62 SETTIMANE = 490 GIORNI
                           
saranno restaurati, riedificati piazze e fossati,
e ciò in tempi angosciosi.
26 Dopo sessantadue settimane,
un consacrato sarà soppresso senza colpa in lui;
il popolo di un principe che verrà
distruggerà la città e il santuario;                                   
la sua fine sarà un'inondazione e, fino alla fine,
guerra e desolazioni decretate.
27 Egli stringerà una forte alleanza con molti
per una settimana e,
                         1 SETTIMANA = 7 GIORNI
nello spazio di metà settimana

          META’ SETTIMANA = 3 GIORNI
              
farà cessare il sacrificio e l'offerta;
sull'ala del tempio porrà l'abominio della
desolazione
e ciò sarà sino alla fine,
fino al termine segnato sul 
devastatore». 
 TOTALE  140 SETTIMANE E MEZZO = 1.424 GIORNI
OCCUPAZIONE DELLA CITTA’ SANTA DAI PAGANI
Ap 11:1 Poi mi fu data una canna simile a una verga e mi fu detto:
«Alzati e misura il santuario di Dio e l'altare e il numero
 di quelli che vi stanno adorando.
2 Ma l'atrio che è fuori del santuario,
lascialo da parte e non lo misurare,
perché è stato dato in balìa dei pagani, i quali calpesteranno la città santa per quarantadue mesi
Per arrotondare all’ unità intera,  usiamo la seguente procedura: consideriamo  l’  anno 2014 (365gg) + anno 2015 (365gg) + anno 2016 (365 gg) + anno 2017 (366 diviso 2 uguale 183 gg)                                                
     42 MESI = 3 ANNI E 1|2   TOTALE 1278 GIORNI
 SECONDO “GUAI” I DUE TESTIMONI
Ap 11:3 Ma farò in modo che i miei due Testimoni, vestiti di sacco, compiano la loro missione di profeti per milleduecentosessanta giorni». 4 Questi sono i due olivi e le due lampade che stanno davanti al Signore della terra.
 5 Se qualcuno pensasse di far loro del male, uscirà dalla loro bocca un fuoco che divorerà i loro nemici. Così deve perire chiunque pensi di far loro del male.
6 Essi hanno il potere di chiudere il cielo, perché non cada pioggia nei giorni del loro ministero profetico. Essi hanno anche potere di cambiar l'acqua in sangue e di colpire la terra con ogni sorta di flagelli tutte le volte che lo vorranno.
 7 E quando poi avranno compiuto la loro testimonianza, la bestia che sale dall'Abisso farà guerra contro di loro, li vincerà e li ucciderà.
8 I loro cadaveri rimarranno esposti sulla piazza della grande città, che simbolicamente si chiama Sòdoma ed Egitto, dove appunto il loro Signore fu crocifisso.
 9 Uomini di ogni popolo, tribù, lingua e nazione vedranno i loro cadaveri per tre giorni e mezzo e non permetteranno che i loro cadaveri vengano deposti in un sepolcro.
10 Gli abitanti della terra faranno festa su di loro, si rallegreranno e si scambieranno doni, perché questi due profeti erano il tormento degli abitanti della terra.
11 Ma dopo tre giorni e mezzo, un soffio di vita procedente da Dio entrò in essi e si alzarono in piedi, con grande terrore di quelli che stavano a guardarli.
12 Allora udirono un grido possente dal cielo: «Salite quassù» e salirono al cielo in una nube sotto gli sguardi dei loro nemici.
13 In quello stesso momento ci fu un grande terremoto che fece crollare un decimo della città: perirono in quel terremoto settemila persone; i superstiti presi da terrore davano gloria al Dio del cielo.
14 Così passò il secondo «guai»; ed ecco viene subito il terzo «guai». 

IL TRIONFO DEFINITIVO DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA
Cento anni concessi al Devastatore da Dio  
          DOMENICA 13/05/1917
Trionfo definitivo del Cuore Immacolato di Maria                  
 SABATO   13/05/2017
DA DOMENICA 13/05/1917 AL   SABATO 13/05/2017
PERIODO DALL’ INIZIO APPARIZIONI A FATIMA   AL TRIONFO DEFINITIVO DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA
DA GIOVEDI’ 20/06/2013 AL  SABATO 13/5/2017 GIORNI 1.424
ALLEANZA DEI NEMICI DELLA CHIESA
DA MARTEDI’ 17/09/2013 AL  SABATO 13/5/2017 GIORNI 1.335
I BEATI CHE ASPETTANO LA LORO LIBERAZIONE
DA VENERDI’ 01/11/2013 AL  SABATO 13/5/2017 GIORNI 1.290
CESSAZIONE DEL SACRIFICIO  E DELL’ OFFERTA E ISCRIZIONE SULL’ ALA DEL TEMPIO DELL’ ABOMINIO DELLA DESOLAZIONE
DA MARTEDI’ 13/11/2013 AL  SABATO 13/5/2017 GIORNI 1.278
TRE ANNI E MEZZO – LA GRANDE TRIBOLAZIONE – OCCUPAZIONE DELLA CITTA’ SANTA DAI PAGANI
DA DOMENICA 01/12/2013 AL SABATO 13/5/2017 GIORNI 1.260
IL SECONDO “GUAI” – I DUE TESTIMONI
LUNEDÌ, 10 APRILE 2017
IL GRANDE MIRACOLO, ESAME DI COSCIENZA
DA GIOVEDI'  1 MARZO 1984 ( PRIMO MESSAGGIO SETTIMANALE A MEDJUGORJE), A SABATO 1 MARZO 2014 
30 ANNI ALLA SCUOLA DI MARIA PER DIVENTARE SANTI

DA MERCOLEDI'  24 GIUGNO 1981 ( INIZIO DELLE APPARIZIONI A MEDJUGORJE), A VENERDI' 24 GIUGNO 2011 
30 ANNI ALLA SCUOLA DI MARIA PER DIVENTARE SANTI
DA SABATO 25 GIUGNO 2011    (  SIMILITUDINE CON LA VITA PRIVATA DI GESU' 30 ANNI E LA VITA PUBBLICA DI GESU' 3 ANNI), A MARTEDI' 24 GIUGNO 2014
3 ANNI PUBBLICI DI SCONTRI CON IL DRAGONE
10 SEGRETI DI MEDJUGORJE (PER CIASCUN SEGRETO 10 GIORNI COMPLESSIVI DI GESTAZIONE), LETTURA PERGAMENA, 7 GIORNI DI DIGIUNO VEGGENTE E SACERDOTE FRANCESCANO E TRE GIORNI PRIMA CHE ACCADA L' EVENTO PROFETIZZATO, ANNUNCIO A TUTTO IL MONDO.
I 100 GIORNI DI MEDJUGORJE CHE CAMBIERANNO IL MONDO
DA SABATO 10/10/1987 ( PRIMO MESSAGGIO DI ANGUERA), A  MARTEDI' 10/10/2017
30 ANNI ALLA SCUOLA DI MARIA PER  PREPARARSI AGLI EVENTI APOCALITTICI
3.101 - 30/12/2008

 Dio lo permetterà: tutti gli uomini vedranno i propri errori e, pentiti, torneranno a servire l’unico e vero Signore. Tre giorni dopo il grande miracolo avverrà, il Trionfo definitivo del mio Cuore Immacolato e la pace regnerà per sempre.
2.857 - 30/06/2007
 IL SIGNORE MOSTRERÀ AGLI UOMINI IL SUO GRANDE SEGNO. LA GRANDE CROCE SARÀ VISTA IN TUTTA LA TERRA. GLI UOMINI POTRANNO CONTEMPLARLA E IL SIGNORE BENEDIRÀ LE LORO VITE. SARÀ LA GRANDE OPPORTUNITÀ PER LA CONVERSIONE DELL’UMANITÀ2.907 - 24/10/2007
 IL GRANDE SEGNO SARÀ VISTO DA TUTTI. LA GRANDE CROCE ILLUMINERÀ IL CIELO E TUTTI GLI OCCHI VEDRANNO. SARÀ LA GRANDE POSSIBILITÀ PER TUTTI DI PENTIRSI E TORNARE AL DIO DELLA SALVEZZA E DELLA PACE. INGINOCCHIATEVI IN PREGHIERA E VEDRETE LA MANO POTENTE DI DIO AGIRE.
3.149 - 18/04/2009

 DOPO LA GRANDE TRIBOLAZIONE, LA TERRA SARÀ TRASFORMATA E TUTTO SARÀ DIVERSO. LE COSE CHE OGGI CONTEMPLATE CESSERANNO DI ESISTERE. TUTTO SARÀ NUOVO. TRASFORMATI, UOMINI E DONNE GIUSTI ABITERANNO LA TERRA. TUTTO QUESTO VERRÀ DOPO IL GRANDE SEGNO, CHE SARÀ L’ULTIMA POSSIBILITÀ PER LA CONVERSIONE DELL’UMANITÀ

DALL' ANALISI EFFETTUATA, RISULTA CHE ASSOCIARE AL TRIONFO DEFINITIVO DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA, UN GIORNO SIGNIFICATIVO  DEL PERIODO INTERCORRENTE DALLA PRIMA ALL' ULTIMA  APPARIZIONE A FATIMA NON  SI ALLINEA  CON I TEMPI  INDICATI NELLE PROFEZIE BIBLICHE: RIMANE DISALLINEATO CON I TRE ANNI E MEZZO DELL' ABOMINIO DELLA DESOLAZIONE INDICATO DAL PROFETA DANIELE, CHE SI TRADUCE NEL PERIODO DELL' ABOLIZIONE DEL SACRIFICIO EUCARISTICO NELLA SANTA MESSA. IL TRIONFO DEFINITIVO DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA RIGUARDA IL NUMERO COMPLETO DEGLI ELETTI CHE SI CONCLUDERA'  TRA L' 11-14 MAGGIO 2017 IL TEMPO BIBLICO NON COINCIDE CON UN ANNO MA ANCHE CON UN TEMPO SPIRITUALE CHE COMPRENDE DIVERSI ANNI.

Massimiliano Bruno
LA CHIESA CAMMINA VERSO IL CALVARIO DELLA GRANDE ED ULTIMA PERSECUZIONE


CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA

La venuta gloriosa di Cristo, speranza di Israele
673 Dopo l'Ascensione, la venuta di Cristo nella gloria è imminente, [Cf Ap 22,20 ] anche se non spetta a noi “conoscere i tempi e i momenti che il Padre ha riservato alla sua scelta” ( At 1,7 ) [Cf Mc 13,32 ]. Questa venuta escatologica può compiersi in qualsiasi momento [Cf Mt 24,44; 1Ts 5,2 ] anche se essa e la prova finale che la precederà sono “impedite” [Cf 2Ts 2,3-12 ].
674 La venuta del Messia glorioso è sospesa in ogni momento della storia [Cf Rm 11,31 ] al riconoscimento di lui da parte di “tutto Israele” ( Rm 11,26; 674 Mt 23,39 ) a causa dell'“indurimento di una parte” ( Rm 11,25 ) nell'incredulità [Cf Rm 11,20 ] verso Gesù. San Pietro dice agli Ebrei di Gerusalemme dopo la Pentecoste: “Pentitevi dunque e cambiate vita, perché siano cancellati i vostri peccati e così possano giungere i tempi della consolazione da parte del Signore ed egli mandi quello che vi aveva destinato come Messia, cioè Gesù. Egli dev'esser accolto in cielo fino ai tempi della restaurazione di tutte le cose, come ha detto Dio fin dall'antichità, per bocca dei suoi santi profeti” ( At 3,19-21 ). E san Paolo gli fa eco: “Se infatti il loro rifiuto ha segnato la riconciliazione del mondo, quale potrà mai essere la loro riammissione se non una risurrezione dai morti?” ( Rm 11,15 ). “La partecipazione totale” degli Ebrei ( Rm 11,12 ) alla salvezza messianica a seguito della partecipazione totale dei pagani [Cf Rm 11,25; Lc 21,24 ] permetterà al Popolo di Dio di arrivare “alla piena maturità di Cristo” ( Ef 4,13 ) nella quale “Dio sarà tutto in tutti” ( 1Cor 15,28 ).


L'ultima prova della Chiesa

675 Prima della venuta di Cristo, la Chiesa deve passare attraverso una prova finale che scuoterà la fede di molti credenti [Cf Lc 18,8; Mt 24,12 ]. La persecuzione che accompagna il suo pellegrinaggio sulla terra [Cf Lc 21,12; Gv 15,19-20 ] svelerà il “Mistero di iniquità” sotto la forma di una impostura religiosa che offre agli uomini una soluzione apparente ai loro problemi, al prezzo dell'apostasia dalla verità. La massima impostura religiosa è quella dell'Anti-Cristo, cioè di uno pseudo-messianismo in cui l'uomo glorifica se stesso al posto di Dio e del suo Messia venuto nella carne [Cf 2Ts 2,4-12; 675 1Ts 5,2-3; 2Gv 1,7; 1Gv 2,18; 1Gv 2,22 ].
676 Questa impostura anti-cristica si delinea già nel mondo ogniqualvolta si pretende di realizzare nella storia la speranza messianica che non può esser portata a compimento che al di là di essa, attraverso il giudizio escatologico; anche sotto la sua forma mitigata, la Chiesa ha rigettato questa falsificazione del Regno futuro sotto il nome di “millenarismo”, [Cf Congregazione per la Dottrina della Fede, Decreto del 19 luglio 1944, De Millenarismo: Denz. -Schönm. , 3839] soprattutto sotto la forma politica di un messianismo secolarizzato “intrinsecamente perverso” [Cf Pio XI, Lett. enc. Divini Redemptoris, che condanna il “falso misticismo” di questa “con- traffazione della redenzione degli umili”; Conc. Ecum. Vat. II, Gaudium et spes, 20-21. [Cf Ap 19,1-9 ] Cf Ap 19, 1-9].


677 La Chiesa non entrerà nella gloria del Regno che attraverso quest'ultima Pasqua, nella quale seguirà il suo Signore nella sua morte e Risurrezione [Cf Ap 13,8 ]. Il Regno non si compirà dunque attraverso un trionfo storico della Chiesa [Cf Ap 20,7-10 ] secondo un progresso ascendente, ma attraverso una vittoria di Dio sullo scatenarsi ultimo del male [Cf Ap 21,2-4 ] che farà discendere dal cielo la sua Sposa [ Cf Ap 20,12 ]. Il trionfo di Dio sulla rivolta del male prenderà la forma dell'ultimo Giudizio [Cf 2Pt 3,12-13 ] dopo l'ultimo sommovimento cosmico di questo mondo che passa [Cf Dn 7,10; Gl 3-4; 677 Ml 3,19 ].

  1G 2:18 Figlioli, questa è l'ultima ora. Come avete udito che deve venire l'anticristo, di fatto ora molti anticristi sono apparsi. Da questo conosciamo che è l'ultima ora.

1G 2:22 Chi è il menzognero se non colui che nega che Gesù è il Cristo? L'anticristo è colui che nega il Padre e il Figlio.

1G 4:3 ogni spirito che non riconosce Gesù, non è da Dio. Questo è lo spirito dell'anticristo che, come avete udito, viene, anzi è già nel mondo.

2G 7 Poiché molti sono i seduttori che sono apparsi nel mondo, i quali non riconoscono Gesù venuto nella carne. Ecco il seduttore e l'anticristo!

Mt 26:24 Il Figlio dell'uomo se ne va, come è scritto di lui, ma guai a colui dal quale il Figlio dell'uomo viene tradito; sarebbe meglio per quell'uomo se non fosse mai nato!».

Mc 14:21 Il Figlio dell'uomo se ne va, come sta scritto di lui, ma guai a quell'uomo dal quale il Figlio dell'uomo è tradito! Bene per quell'uomo se non fosse mai nato!».

Gv 17:12 Quand'ero con loro, io conservavo nel tuo nome coloro che mi hai dato e li ho custoditi; nessuno di loro è andato perduto, tranne il figlio della perdizione, perché si adempisse la Scrittura.


2Ts 2:3 Nessuno vi inganni in alcun modo! Prima infatti dovrà avvenire l'apostasia e dovrà esser rivelato l'uomo iniquo, il figlio della perdizione,

Mt 10:28 E non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l'anima; temete piuttosto colui che ha il potere di far perire e l'anima e il corpo nella Geenna.


2Ts 2:1 Ora vi preghiamo, fratelli, riguardo alla venuta del Signore nostro Gesù Cristo e alla nostra riunione con lui, 2 di non lasciarvi così facilmente confondere e turbare, né da pretese ispirazioni, né da parole, né da qualche lettera fatta passare come nostra, quasi che il giorno del Signore sia imminente. 3 Nessuno vi inganni in alcun modo! Prima infatti dovrà avvenire l'apostasia e dovrà esser rivelato l'uomo iniquo, il figlio della perdizione, 4 colui che si contrappone e s'innalza sopra ogni essere che viene detto Dio o è oggetto di culto, fino a sedere nel tempio di Dio, additando se stesso come Dio.

5 Non ricordate che, quando ancora ero tra voi, venivo dicendo queste cose? 6 E ora sapete ciò che impedisce la sua manifestazione, che avverrà nella sua ora.

 Gv 5:43 Io sono venuto nel nome del Padre mio e voi non mi ricevete; se un altro venisse nel proprio nome, lo ricevereste.

Mt 10:28 E non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l'anima; temete piuttosto colui che ha il potere di far perire e l'anima e il corpo nella Geenna.



LA PROFEZIA DI RATZINGER SUI SETTE ANNI AL TRIONFO DEFINITIVO DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA DI FATIMA
VIAGGIO APOSTOLICO IN PORTOGALLO
NEL 10° ANNIVERSARIO DELLA BEATIFICAZIONE
DI GIACINTA E FRANCESCO, PASTORELLI DI FÁTIMA
(11-14 MAGGIO 2010)
SANTA MESSA
OMELIA DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI
Spianata del Santuario di Fátima
Giovedì, 13 maggio 2010
Fonte:http://www.vatican.va/holy_father/benedict_xvi/homilies/2010/documents/hf_ben-xvi_hom_20100513_fatima_it.html
i illuderebbe chi pensasse che la missione profetica di Fatima sia conclusa. Qui rivive quel disegno di Dio che interpella l’umanità sin dai suoi primordi: «Dov’è Abele, tuo fratello? Possano questi sette anni che ci separano dal centenario delle Apparizioni affrettare il preannunciato trionfo del Cuore Immacolato di Maria a gloria della Santissima Trinità.






Ap 13:11 Vidi poi salire dalla terra un'altra bestia, che aveva due corna, simili a quelle di un agnello, che però parlava come un drago. 12 Essa esercita tutto il potere della prima bestia in sua presenza e costringe la terra e i suoi abitanti ad adorare la prima bestia, la cui ferita mortale era guarita. 13 Operava grandi prodigi, fino a fare scendere fuoco dal cielo sulla terra davanti agli uomini. 14 Per mezzo di questi prodigi, che le era permesso di compiere in presenza della bestia, sedusse gli abitanti della terra dicendo loro di erigere una statua alla bestia che era stata ferita dalla spada ma si era riavuta. 15 Le fu anche concesso di animare la statua della bestia sicché quella statua perfino parlasse e potesse far mettere a morte tutti coloro che non adorassero la statua della bestia. 16 Faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi ricevessero un marchio sulla mano destra e sulla fronte; 17 e che nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome. 18 Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: essa rappresenta un nome d'uomo. E tal cifra è seicentosessantasei.




ESTRATTO COLLOQUIO CON PEDRO REGIS 30 agosto 2014 - LA MADONNA DI ANGUERA HA PROFETIZZATO LA DATA NELLA QUALE L' ANTICRISTO ACQUISTERA' GRANDE POTERE SATANICO. 6 GIUGNO NELLA FESTA LITURGICA DI SAN NORBERTO SENZA INDICARE ALCUN ANNO.



IPOTIZZO IL 06.06.2016 DOVE RICORRE 6.6.6 CHE RAPPRESENTA IL NUMERO DELLA BESTIA ED IL NOME D' UOMO. APOCALISSE 13,18 "Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: essa rappresenta un nome d'uomo. E tal cifra è seicentosessantasei."

Massimiliano Bruno Webmaster




2.532 - 05.06.2005
Cari figli, pregate con il cuore. Non allontanatevi dal cammino che vi ho indicato. Sappiate che l’umanità vivrà momenti di grandi difficoltà. UN UOMO apparentemente buono, ossia l’anticristo, acquisterà grande potere satanico. L’azione malefica si verificherà nella festa di un grande santo, quello che quando venne chiamato da Dio cadde da cavallo e la sua vita fu trasformata. Vi chiedo di mantenere accesa la fiamma della vostra fede. Vedrete orrori sulla terra. Molti uomini saranno sedotti dalla fiera e marchiati dal suo segno. Voi siete di Cristo. Solo Lui dovete servire e seguire. Non lasciatevi ingannare. Solo Dio è il più grande. Confidate in Lui per essere grandi nella fede. Coraggio. Niente e nessuno vi allontanerà dall’Amore di Dio se vivrete fedelmente come il Signore desidera. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

DL San Paolo è caduto da cavallo
P non è San Paolo, è un altro santo
DL San Giorgio
P non me lo ricordo ma prima di andare via te lo dirò. Quello che la Madonna sta dicendo è che l’Anticristo si manifesterà esattamente in questa data
DL porca miseria... ma chi è Sant'Ignazio di Loyola? Anche lui è caduto da cavallo
P no no. E' un santo poco conosciuto
DL noi dobbiamo saperla questa cosa qua
P prima di andare via te lo dico, perché ce l’ho segnato [Pedro più tardi mi ha detto che si tratta di San Norberto, la cui festa liturgica ricorre il 6 Giugno]

http://dominameaetmatermea.blogspot.it/2014/09/le-apparizioni-mariane-di-anguera.html




Fonte: http://www.santiebeati.it/dettaglio/27650
Vuole infatti la leggenda che la sua conversione sostanziale, in quanto già sacerdote, sia avvenuta in modo simile a quella di San Paolo sulla via di Damasco. Colpito nel mezzo di un furioso temporale da un fulmine che stava per ucciderlo, Norberto cadde a terra, accecato ed assordato, mentre il cavallo, sul quale viaggiava, fuggiva terrorizzato. Pensando che il tutto fosse voce e mano di Dio, egli abbandonò i precedenti intrighi nella corte imperiale. Si fece monaco benedettino e intraprese un cammino intensamente religioso e fertile, andando a predicare in Germania, Belgio e Francia nonché agendo da indefesso pacificatore in un tempo di gravi lotte politiche e civili.

Secondo il veggente Pedro Regis (vedi filmato youtubehttp://www.youtube.com/watch?v=-qvlDEzF5Os&feature=player_embedded
non è San Paolo (festa il 29 giugno)
oppure (conversione di San Paolo Apostolo 25 gennaio )
ma San Norberto (festa il 6 giugno)
le apparizioni mariane di Anguera: intervista a Pedro Regis
Link diretto: http://dominameaetmatermea.blogspot.it/2014/09/le-apparizioni-mariane-di-anguera.html

COLLOQUIO CON PEDRO REGIS, ANGUERA 30 AGOSTO 2014

Questo è un estratto del colloquio avuto con Pedro Regis ad Anguera il 30 Agosto 2014. Don Leonardo Pompei 
Messaggio n. 2532 del 05/06/2005
“[...] Un uomo apparentemente buono, ossia l’anticristo, acquisterà grande potere satanico. L’azione malefica si verificherà nella festa di un grande santo, quello che quando venne chiamato da Dio cadde da cavallo e la sua vita fu trasformata. [...]”

DL San Paolo è caduto da cavallo
P non è San Paolo, è un altro santo
DL San Giorgio
P non me lo ricordo ma prima di andare via te lo dirò. Quello che la Madonna sta dicendo è che l’Anticristo si manifesterà esattamente in questa data
DL porca miseria... ma chi è Sant'Ignazio di Loyola? Anche lui è caduto da cavallo
P no no. E' un santo poco conosciuto
DL noi dobbiamo saperla questa cosa qua
P prima di andare via te lo dico, perché ce l’ho segnato [Pedro più tardi mi ha detto che si tratta di San Norberto, la cui festa liturgica ricorre il 6 Giugno]



Le apparizioni della Madonna ad Anguera (Brasile). Racconto dei fatti, posizione della Chiesa e caratteristiche delle apparizioni. Lettura e commento di alcuni messaggi e profezie. Intervista di don Leonardo M. Pompei a Pedro Regis. Perugia, Sabato 24 Gennaio 2015

CONFERMA VIDEO -VAI A UN ORA E UN MINUTO https://www.youtube.com/watch?v=gqNe8IG-CzY&app=desktop

2.828 - 23.04.2007
Cari figli, pregate. L’azione del demonio porterà molti a negare la Fede. UN PIANO TERRIBILE SARÀ MESSO IN PRATICA CON L’OBIETTIVO DI DISTRUGGERE LA CHIESA DEL MIO GESÙ. Molti si tireranno indietro e il re si sentirà solo. Confidate in Dio. Ascoltate i miei Appelli e vivete rivolti verso il Signore. Egli è vostra forza e vostra speranza. Io sono vostra Madre Addolorata e so ciò che vi attende. Pregate. Pregate. Pregate. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

2.826 - 20.04.2007
Cari figli, colui che sarà accolto come L’ ILLUMINATO sarà, in verità, il TERRORE delle nazioni. Il suo piano sarà solo uno, ma ciò che realizzerà porterà gravi conseguenze per i miei poveri figli. Pregate. Rimanete saldi sul cammino che vi ho indicato. Amate la Verità. Accogliete i miei Appelli e sarete condotti alla Verità. Non perdetevi d’animo. Il Signore è con voi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace

2.488 - 26.02.2005
CARI FIGLI, E’ NATO IN UNA DATA IMPORTANTE E IL SUO NOME E’ VENUTO DA QUESTA. LI’ SONO STATE PREPARATE LE PIU’ CRUDELI FORME DI MORTE. Dio ha chiamato, ma gli uomini non hanno risposto. Dio è amore e vuole il bene dei suoi figli. La sua bellezza che attrae non esisterà più. Quando Dio parla vuole essere ascoltato. Non restate con le mani in mano. Non restate stazionari. Cambiate vita. Pentitevi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
http://it.wikipedia.org/wiki/Tortura

Gv 16:13 Quando però verrà lo Spirito
di verità, egli vi guiderà alla verità tutta intera, perché non parlerà da sé, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annunzierà le cose future.


Profezia in fase di svolgimento della Madonna di Anguera. Messaggio n. 2.571 del 06/09/2005.
GLI UOMINI SARANNO MARCHIATI E SCHIAVIZZATI. GRANDE SARÀ LA SOFFERENZA PER GLI UOMINI”
Alla fine il Signore verrà in soccorso del suo popolo
Messaggio profetico  della Madonna di Anguera n. 612 del 16 marzo 1993
 TUTTI I MEZZI DI COMUNICAZIONE CHE LAVORANO PER DISTRUGGERE I PIANI DI DIO SARANNO DEVASTATI DALL’IRA DI DIO, CHE VERRÀ COME UN GRANDE FULMINE E OGNI COSA SARÀ DISTRUTTA.”
2Tm 4:3 Verrà giorno, infatti, in cui non si sopporterà più la sana dottrina, ma, per il prurito di udire qualcosa, gli uomini si circonderanno di maestri secondo le proprie voglie,


IPOTIZZO MARCHIO DELLA BESTIA, SULLA MANO DESTRA E SULLA FRONTE DI OGNI ABITANTE DELLA TERRA,E ABOLIZIONE DEL SACRIFICIO EUCARISTICO. 
 AVERRA' NELLA FESTA LITURGICA DI SAN NORBERTO IL 06.06.2016 OPPURE  IL 06.06.2022 (6 GIORNO 6 MESE 6 ANNO SOMMANDO 2+2+2)...
Massimiliano Bruno Webmaster


1.409 - 9 aprile 1998 (Giovedì Santo)



Cari figli, sappiate che grande è la sofferenza di mio Figlio Gesù a causa degli uomini. Vi invito al pentimento sincero di tutti i vostri peccati. Sappiate che mio Figlio è ricco di MISERICORDIA e vuole perdonarvi. Aprite i vostri cuori. Ricordate oggi l’Istituzione dell’Eucaristia e del Sacerdozio. Dato che questi sacramenti sono le fondamenta della Chiesa di mio Figlio, satana ha cercato di distruggerli in tutti i modi. Vedete quanti sacrilegi si commettono oggi con l’Eucaristia. Vedete quanti scandali coinvolgono sacerdoti. Il grande piano del demonio è porre fine all’Eucaristia e distruggere il vero significato della vita consacrata. Accogliendo una falsa dottrina, molti diranno che Gesù è presente nell’Eucaristia solo simbolicamente: in questo modo il demonio trascinerà all’errore un grande numero di consacrati e fedeli. Questo è il tempo della grande confusione. Coloro che mi ascoltano non saranno mai ingannati. Fate attenzione, pregate. Amate la verità e siate in tutto come Gesù. Mio figlio è realmente presente nell’Eucaristia con il suo corpo, sangue, anima e divinità. Quelli che insegneranno il contrario saranno gli inviati dall’anticristo. State attenti. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

2.603 - 15.11.2005
Cari figli, pregate molto. Ascoltate con attenzione i miei appelli e lasciate che la grazia del Signore trasformi le vostre vite. Colui che si oppone a Cristo verrà con grande forza. Il suo piano coinvolgerà tutte le nazioni e i miei poveri figli conosceranno una grande sofferenza. Il clero sarà perseguitato e la morte sarà presente in seno alla Chiesa. Restate saldi sul cammino che vi ho indicato. Se resterete fedeli fino alla fine sarete salvi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

2.826 - 20.04.2007
Cari figli, colui che sarà accolto come l’illuminato sarà, in verità, il TERRORE delle nazioni. Il suo piano sarà solo uno, ma ciò che realizzerà porterà gravi conseguenze per i miei poveri figli. Pregate. Rimanete saldi sul cammino che vi ho indicato. Amate la Verità. Accogliete i miei Appelli e sarete condotti alla Verità. Non perdetevi d’animo. Il Signore è con voi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

2.828 - 23.04.2007
Cari figli, pregate. L’azione del demonio porterà molti a negare la Fede. Un piano terribile sarà messo in pratica con l’obiettivo di distruggere la Chiesa del mio Gesù. Molti si tireranno indietro e il re si sentirà solo. Confidate in Dio. Ascoltate i miei Appelli e vivete rivolti verso il Signore. Egli è vostra forza e vostra speranza. Io sono vostra Madre Addolorata e so ciò che vi attende. Pregate. Pregate. Pregate. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.958 - 25 marzo 2014
Cari figli, vi amo. Vi chiedo di essere strumenti del Signore nella realizzazione dei miei piani. Ho bisogno del vostro sì. Dite a tutti che non sono venuta dal cielo per gioco. Siete liberi, ma non dimenticate che appartenete a Dio. Voi state nel mondo, ma non siete del mondo. Restate saldi sul cammino che vi ho indicato. Camminate verso un futuro doloroso. Ci sarà una grande crisi di fede e pochi resteranno nella verità. La Chiesa del mio Gesù berrà il calice amaro della sofferenza. Soffro per quello che vi attende. Inginocchiatevi in preghiera. Non tiratevi indietro. Sono venuta dal cielo per condurvi alla verità. Qualunque cosa accada, restate con Gesù. Non dimenticate: dopo il dolore verrà la vittoria. Conosco le vostre necessità e supplicherò il mio Gesù per voi. Dio ha un piano per le vostre vite. State attenti. Siate docili e Dio farà grandi cose per mezzo di voi. Avanti. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.  

 23 – 12 marzo 1988
Cari figli, l’intelligenza degli uomini li sta portando a distruggersi con le proprie mani. È vero che ognuno conosce i piani dell’umanità. Ma ora vi chiedo, chi di voi conosce i piani di Dio? È infantile da parte degli uomini rincorrere qualcosa di dannoso per loro stessi. Inoltre, coloro che più ne soffrono le conseguenze sono quei poveri figli che in realtà non hanno nulla a che fare con le macchinazioni di queste persone. Considero costoro degli uomini-bambini. Rimanete nella pace.

IPOTESI PRIMA FASE: abolizione NON soppressione del sacrificio Eucaristico quotidiano di Cristo nella Santa Messa giornaliera che verrà  celebrata solo di domenica e nei giorni festivi per accontentare i protestanti  avverrà il 31 ottobre 2017.
Massimiliano Bruno - Webmaster











































  1. Verso i 500 anni della Riforma (1517-2017) - Il Nostro Tempo

    www.lavocedeltempo.it/Chiesa2/.../Verso-i-500-anni-della-Riforma-1517...


    Il 31 ottobre è celebrato in tutto il mondo protestante come “giorno della riforma”, ...Martin Lutero pubblicò, appendendole al portone della chiesa di Wittenberg, le 95 ... e dimostrava il carattere non evangelico della vendita delle indulgenze.

IPOTESI SECONDA FASE: verrà eletto l' abominio della desolazione, il simbolo della pace, fratellanza universale di tutti i popoli: tipo manufatto astratto con i colori dell' arcobaleno, che sostituirà l' ostensorio con la presenza reale divina e umana di Cristo nell' Ostia che verrà soppresso.
Massimiliano Bruno - Webmaster






































  1. L'alleanza con Noè e con l'umanità - Chiesa di Cristo in ...

    www.chiesadicristofe.org/mensili/alnonita.html

    Ogni rettile che ha vita sarà vostro cibo; tutto questo vi dò, come già le verdi erbe ....Nob e per l'intera umanità il segno è cosmico ed è l'arcobaleno che sfolgora  ...
Gen 9:12 Dio disse:
«Questo è il segno dell'alleanza,
che io pongo
tra me e voi
e tra ogni essere vivente
che è con voi
per le generazioni eterne.
13 Il mio arco pongo sulle nubi
ed esso sarà il segno dell'alleanza
tra me e la terra.
14 Quando radunerò
le nubi sulla terra
e apparirà l'arco sulle nubi
15 ricorderò la mia alleanza
che è tra me e voi
e tra ogni essere che vive in ogni carne
e noi ci saranno più le acque
per il diluvio, per distruggere ogni carne.
16 L'arco sarà sulle nubi
e io lo guarderò per ricordare l'alleanza eterna
tra Dio e ogni essere che vive in ogni carne
che è sulla terra».
17 Disse Dio a Noè: «Questo è il segno dell'alleanza che io ho stabilito tra me e ogni carne che è sulla terra».

Sir 43:11 Osserva l'arcobaleno e benedici colui che l'ha fatto,
è bellissimo nel suo splendore.

Sir 50:7 come il sole sfolgorante sul tempio dell'Altissimo,
come l'arcobaleno splendente fra nubi di gloria,

Ez 1:28 il cui aspetto era simile a quello dell'arcobaleno nelle nubi in un giorno di pioggia. Tale mi apparve l'aspetto della gloria del Signore. Quando la vidi, caddi con la faccia a terra e udii la voce di uno che parlava.

Ap 4:3 Colui che stava seduto era simile nell'aspetto a diaspro e cornalina. Un arcobaleno simile a smeraldo avvolgeva il trono.


Ap 10:1 Vidi poi un altro angelo, possente, discendere dal cielo, avvolto in una nube, la fronte cinta di un arcobaleno; aveva la faccia come il sole e le gambe come colonne di fuoco.

 Da 9:27 Egli stringerà una forte alleanza con molti

per una settimana e, nello spazio di metà settimana,
farà cessare il sacrificio e l'offerta;
sull'ala del tempio porrà l'abominio della
desolazione
e ciò sarà sino alla fine,
fino al termine segnato sul devastatore».

Da 11:31 Forze da lui armate si muoveranno a profanare il santuario della cittadella, aboliranno il sacrificio quotidiano e vi metteranno l'abominio della desolazione.


Da 12:11 Ora, dal tempo in cui sarà abolito il sacrificio quotidiano e sarà eretto l'abominio della desolazione, ci saranno milleduecentonovanta giorni. 12 Beato chi aspetterà con pazienza e giungerà a milletrecentotrentacinque giorni.


Mt 24:15 Quando dunque vedrete l'abominio della desolazione, di cui parlò il profeta Daniele, stare nel luogo santo - chi legge comprenda -,



Mc 13:14 Quando vedrete l'abominio della desolazione stare là dove non conviene, chi legge capisca, allora quelli che si trovano nella Giudea fuggano ai monti;

IPOTESI TERZA FASE: da quel giorno, e solo da quel giorno, si dovrà cominciare a contare i 1290 giorni ( gli ebrei usavano un calendario di 360 gg 360+360+360+180 = 1260 tre anni e mezzo + 30 giorni = 1290).
Massimiliano Bruno - Webmaster


Da 12:11 Ora, dal tempo in cui sarà abolito il sacrificio quotidiano e sarà eretto l'abominio della desolazione, ci saranno milleduecentonovanta giorni. 12 Beato chi aspetterà con pazienza e giungerà a milletrecentotrentacinque giorni.



IPOTESI QUARTA FASE: Bisogna aver PAZIENZA ed aspettare altri 45 giorni per arrivare a 1335 giorni per essere beati e non cadere nella rete dell' Anticristo. Il conteggio dei giorni servirà per darci forza, coraggio, speranza, per una vittoria già decretata da Dio.
Massimiliano Bruno - Webmaster

IPOTESI QUINTA FASE: Dopo la terza guerra mondiale causata  da ideologie religiose fondamentaliste, verrà indetto un Concilio Ecumenico interreligioso per garantire la pace nel mondo  attraverso l' unificazione di tutte le religioni con l' approvazione di una liturgia universale ( sarà necessario eliminare ogni dogma, l' identità di ogni singola religione),  che rivoluzionerà ogni singola religione, che non verrà soppressa ma accompagnata da una liturgia sincretica; per la religione cristiana cattolica ciò ridurrà la messa ad un memoriale simbolico.
Massimiliano Bruno - Webmaster










































  1. Il Papa: nel dialogo interreligioso si gioca il dialogo della ...

    www.avvenire.it/Chiesa/Pagine/premio-ratzinger.aspx


    20/ott/2012 - Nel dialogo ecumenico e interreligioso voluto dal Concilio Vaticano II "si gioca una parte rilevante del dialogo della Chiesa con il mondo  ...


2.953 - 06/02/2008
Cari figli, l’oppositore troverà nel palazzo la chiave che gli aprirà la porta per agire nel mondo. Con la sua astuzia coinvolgerà uomini e donne di grande sapienza. Il suo progetto coinvolgerà uomini di scienza e di religione. Attirerà verso il suo velenoso progetto governanti del mondo intero; persone famose e persone semplici. Gli uomini fedeli porteranno una croce pesante, ma il mio Gesù lo vincerà e l’umanità troverà la liberazione. Inginocchiatevi in preghiera. Siate fedeli al Signore e restate saldi sul cammino che vi ho indicato. Sono venuta dal cielo per condurvi al mio Gesù. Non tiratevi indietro. Aprite i vostri cuori e accettate la volontà di Dio per le vostre vite. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

2.959 - 21/02/2008
Cari figli, con l’obiettivo di indebolire la Chiesa del mio Gesù, l’oppositore convocherà i leader delle false religioni e molti falsi pastori. Insieme, faranno di tutto per distruggere il Sacro e raggiungeranno molti dei loro obiettivi, ma la vittoria finale sarà del Signore. Per mezzo di uomini e donne di fede, ci sarà grande speranza per i miei poveri figli lontani. Dio non vi abbandonerà. Inginocchiatevi in preghiera. Non perdetevi d’animo. Io sarò sempre vicina a voi. Siate coraggiosi e non permettete che la fiamma della fede si spenga dentro di voi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace

IPOTESI - SESTA FASE: Simultaneamente avverrà la  confisca di tutti i beni materiali ecclesiastici con leggi  emanate dalla comunità europea, e ratificate da ogni singolo stato che privatizzeranno  i beni della chiesa per far fronte al collasso economico prima europeo, e poi mondiale.
Massimiliano Bruno - Webmaster











































  1. Germania. È partita la vendita on-line delle chiese | No ...

    www.nocristianofobia.org/germania-e-partita-la-vendita-on-line-delle-ch...


    02/apr/2013 - Ma anche la Chiesa Cattolica soffre lo stesso calo: nel 2011 sarebbero 126.488 ad aver abbandonato il culto. Questo ha creato lo svuotamento  ...


  2. www.casa24.ilsole24ore.com/.../anche-chiesa-vende-immobili-121823.p...



    13/mar/2013 - Immobili della Chiesa in vendita ... 24 Ore: su 2mila miliardi di euro di immobili disseminati nel mondo, circa la metà sono in Italia e si tratta del  ...


ANTICRISTO

Previsto il: 03/03/1998 numero 1.394
Morti: tipo spirutuale 
Colpiti: tutta l’ umanità
Stato: in fase di svolgimento
Luogo: in ogni luogo
Obiettivo: realizzazione grande piano del demonio
Prima fase - porre fine all’ Eucaristia ed al Sacerdozio per distruggere la Chiesa e sostituirla con una falsa chiesa: (leggi messaggi di Anguera sotto riportati)
Seconda fase -  distruzione della vita umana, della natura, del pianeta terra (vedi msg. 25/01/1991 Madonna di Medjugorje)
Data: intensificazione azione del maligno dall’ inizio del xxi secolo
Tipo: potere politico, economico e sociale utilizzato per “scristianizzare” il mondo
Responsabili: tutti coloro che hanno per padre il demonio e realizzano i suoi desideri (Gv: 8,44)
Motivazione: Odio ed invidia del diavolo  per Dio e l’ uomo creato a sua immagine e somiglianza (Sap: 2,24)

Fonte: varie fonti




LA BIBBIA AFFERMA “NESSUNO VI INGANNI”:  L’ ANTICRISTO – FALSI CRISTI E FALSI PROFETI – FALSO PROFETA - GIUDIZIO DEI FALSI PROFETI:  ANCHE SE PROFETANO NEL NOME DI GESU’ CACCIANO DEMONI E COMPIONO MIRACOLI SONO OPERATORI DI INIQUITA’

SECONDA LETTERA AI TESSALONICESI, SECONDO CAPITOLO  DAL VERSETTO 3 AL VERSETTO 10
2Ts 2:3) Nessuno vi inganni in alcun modo! Prima infatti dovrà avvenire l'apostasia e dovrà esser rivelato l'uomo iniquo, il figlio della perdizione,

4) colui che si contrappone e s'innalza sopra ogni essere che viene detto Dio o è oggetto di culto, fino a sedere nel tempio di Dio, additando se stesso come Dio.
5) Non ricordate che, quando ancora ero tra voi, venivo dicendo queste cose?
6) E ora sapete ciò che impedisce la sua manifestazione, che avverrà nella sua ora.
7) Il mistero dell'iniquità è già in atto, ma è necessario che sia tolto di mezzo chi finora lo trattiene.
8) Solo allora sarà rivelato l'empio e il Signore Gesù lo distruggerà con il soffio della sua bocca e lo annienterà all'apparire della sua venuta, l'iniquo,
9) la cui venuta avverrà nella potenza di satana, con ogni specie di portenti, di segni e prodigi menzogneri,
10) e con ogni sorta di empio inganno per quelli che vanno in rovina perché non hanno accolto l'amore della verità per essere salvi.

L’ ANTICRISTO
1G 2:18 Figlioli, questa è l'ultima ora. Come avete udito che deve venire l'anticristo, di fatto ora molti anticristi sono apparsi. Da questo conosciamo che è l'ultima ora.

1G 2:22 Chi è il menzognero se non colui che nega che Gesù è il Cristo? L'anticristo è colui che nega il Padre e il Figlio.

1G 4:3 ogni spirito che non riconosce Gesù, non è da Dio. Questo è lo spirito dell'anticristo che, come avete udito, viene, anzi è già nel mondo.

2G 7 Poiché molti sono i seduttori che sono apparsi nel mondo, i quali non riconoscono Gesù venuto nella carne. Ecco il seduttore e l'anticristo!

FALSI CRISTI E FALSI PROFETI

Mt 24:24 Sorgeranno infatti falsi cristi e falsi profeti e faranno grandi portenti e miracoli, così da indurre in errore, se possibile, anche gli eletti.

Mc 13:22 perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti e faranno segni e portenti per ingannare, se fosse possibile, anche gli eletti.
Mt 7:15 Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro son lupi rapaci.

Mt 24:11 Sorgeranno molti falsi profeti e inganneranno molti;

Mt 24:24 Sorgeranno infatti falsi cristi e falsi profeti e faranno grandi portenti e miracoli, così da indurre in errore, se possibile, anche gli eletti.

Mc 13:22 perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti e faranno segni e portenti per ingannare, se fosse possibile, anche gli eletti.

FALSI PROFETI

Lc 6:26 Guai quando tutti gli uomini diranno bene di voi.
Allo stesso modo infatti facevano i loro padri con i falsi profeti.

2P 2:1 Ci sono stati anche falsi profeti tra il popolo, come pure ci saranno in mezzo a voi falsi maestri che introdurranno eresie perniciose, rinnegando il Signore che li ha riscattati e attirandosi una pronta rovina.

1G 4:1 Carissimi, non prestate fede a ogni ispirazione, ma mettete alla prova le ispirazioni, per saggiare se provengono veramente da Dio, perché molti falsi profeti sono comparsi nel mondo.

1G 4:4 Voi siete da Dio, figlioli, e avete vinto questi falsi profeti, perché colui che è in voi è più grande di colui che è nel mondo.

FALSO PROFETA

At 13:6 Attraversata tutta l'isola fino a Pafo, vi trovarono un tale, mago e falso profeta giudeo, di nome Bar-Iesus,

Ap 16:13 Poi dalla bocca del drago e dalla bocca della bestia e dalla bocca del falso profeta vidi uscire tre spiriti immondi, simili a rane:

Ap 19:20 Ma la bestia fu catturata e con essa il falso profeta che alla sua presenza aveva operato quei portenti con i quali aveva sedotto quanti avevan ricevuto il marchio della bestia e ne avevano adorato la statua. Ambedue furono gettati vivi nello stagno di fuoco, ardente di zolfo.

Ap 20:10 E il diavolo, che li aveva sedotti, fu gettato nello stagno di fuoco e zolfo, dove sono anche la bestia e il falso profeta: saranno tormentati giorno e notte per i secoli dei secoli.

GIUDIZIO DIVINO DEI FALSI PROFETI:  ANCHE SE PROFETANO NEL NOME DI GESU’, CACCIANO DEMONI E COMPIONO MIRACOLI SONO OPERATORI DI INIQUITA’.

Mt 7:1 Non giudicate, per non essere giudicati; 2 perché col giudizio con cui giudicate sarete giudicati, e con la misura con la quale misurate sarete misurati. 3 Perché osservi la pagliuzza nell'occhio del tuo fratello, mentre non ti accorgi della trave che hai nel tuo occhio? 4 O come potrai dire al tuo fratello: permetti che tolga la pagliuzza dal tuo occhio, mentre nell'occhio tuo c'è la trave? 5 Ipocrita, togli prima la trave dal tuo occhio e poi ci vedrai bene per togliere la pagliuzza dall'occhio del tuo fratello.
6 Non date le cose sante ai cani e non gettate le vostre perle davanti ai porci, perché non le calpestino con le loro zampe e poi si voltino per sbranarvi.
7 Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete; bussate e vi sarà aperto; 8 perché chiunque chiede riceve, e chi cerca trova e a chi bussa sarà aperto. 9 Chi tra di voi al figlio che gli chiede un pane darà una pietra? 10 O se gli chiede un pesce, darà una serpe? 11 Se voi dunque che siete cattivi sapete dare cose buone ai vostri figli, quanto più il Padre vostro che è nei cieli darà cose buone a quelli che gliele domandano!
12 Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro: questa infatti è la Legge ed i Profeti.
13 Entrate per la porta stretta, perché larga è la porta e spaziosa la via che conduce alla perdizione, e molti sono quelli che entrano per essa; 14 quanto stretta invece è la porta e angusta la via che conduce alla vita, e quanto pochi sono quelli che la trovano!
15 Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro son lupi rapaci. 16 Dai loro frutti li riconoscerete. Si raccoglie forse uva dalle spine, o fichi dai rovi? 17 Così ogni albero buono produce frutti buoni e ogni albero cattivo produce frutti cattivi; 18 un albero buono non può produrre frutti cattivi, né un albero cattivo produrre frutti buoni. 19 Ogni albero che non produce frutti buoni viene tagliato e gettato nel fuoco. 20 Dai loro frutti dunque li potrete riconoscere.
21 Non chiunque mi dice: Signore, Signore, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli. 22 Molti mi diranno in quel giorno: Signore, Signore, non abbiamo noi profetato nel tuo nome e cacciato demòni nel tuo nome e compiuto molti miracoli nel tuo nome? 23 Io però dichiarerò loro: Non vi ho mai conosciuti; allontanatevi da me, voi operatori di iniquità.
24 Perciò chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica, è simile a un uomo saggio che ha costruito la sua casa sulla roccia. 25 Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ed essa non cadde, perché era fondata sopra la roccia. 26 Chiunque ascolta queste mie parole e non le mette in pratica, è simile a un uomo stolto che ha costruito la sua casa sulla sabbia. 27 Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ed essa cadde, e la sua rovina fu grande».
28 Quando Gesù ebbe finito questi discorsi, le folle restarono stupite del suo insegnamento: 29 egli infatti insegnava loro come uno che ha autorità e non come i loro scribi.


2.488 - 26.02.2005
Cari figli, è nato in una data importante e il suo nome è venuto da questa. Lì sono state preparate le più crudeli forme di morte. Dio ha chiamato, ma gli uomini non hanno risposto. Dio è amore e vuole il bene dei suoi figli. La sua bellezza che attrae non esisterà più. Quando Dio parla vuole essere ascoltato. Non restate con le mani in mano. Non restate stazionari. Cambiate vita. Pentitevi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.


PROFEZIE DI ANGUERA CORRELATE ALLA PAROLA ANTICRISTO

1.394 - 3 marzo 1998

Ci sarà una terribile crisi di fede. Una grande apostasia scuoterà la Chiesa e l’anticristo diffonderà i suoi errori e falsi insegnamenti per il mondo intero.”

1.409 - 9 aprile 1998 (Giovedì Santo)

“Ricordate oggi l’Istituzione dell’Eucaristia e del Sacerdozio. Dato che questi sacramenti sono le fondamenta della Chiesa di mio Figlio, satana ha cercato di distruggerli in tutti i modi. Vedete quanti sacrilegi si commettono oggi con l’Eucaristia. Vedete quanti scandali coinvolgono sacerdoti. Il grande piano del demonio è porre fine all’Eucaristia e distruggere il vero significato della vita consacrata. Accogliendo una falsa dottrina, molti diranno che Gesù è presente nell’Eucaristia solo simbolicamente: in questo modo il demonio trascinerà all’errore un grande numero di consacrati e fedeli. Questo è il tempo della grande confusione. Coloro che mi ascoltano non saranno mai ingannati. Fate attenzione, pregate. Amate la verità e siate in tutto come Gesù. Mio figlio è realmente presente nell’Eucaristia con il suo corpo, sangue, anima e divinità. Quelli che insegneranno il contrario saranno gli inviati dall’anticristo. State attenti.”

2.532 - 05.06.2005
Un uomo apparentemente buono, ossia l’anticristo, acquisterà grande potere satanico. L’azione malefica si verificherà nella festa di un grande santo, quello che quando venne chiamato da Dio cadde da cavallo e la sua vita fu trasformata. Vi chiedo di mantenere accesa la fiamma della vostra fede. Vedrete orrori sulla terra. Molti uomini saranno sedotti dalla fiera e marchiati dal suo segno. Voi siete di Cristo. Solo Lui dovete servire e seguire. Non lasciatevi ingannare. Solo Dio è il più grande”
Conversione di San Paolo Apostolo  25 gennaio
Secondo il veggente Pedro Regis (vedi filmato youtube  http://www.youtube.com/watch?v=-qvlDEzF5Os&feature=player_embedded
non è San Paolo (festa il 29 giugno)
 oppure (conversione di San Paolo Apostolo 25 gennaio )
ma San Norberto (festa il 6 giugno)

Fonte: http://www.romatoday.it/cronaca/eclissi-venere-sole-5-6-giugno-2012-roma-informazioni.html
Eclissi, 5-6 giugno Venere sul Sole: tutte le informazioni
Un evento astronomico raro in arrivo nel nostro cielo: il prossimo nel 2117! Tutti con il naso all'insù ad osservare l'eclissi del pianeta azzurro
Potrebbe interessarti:http://www.romatoday.it/cronaca/eclissi-venere-sole-5-6-giugno-2012-roma-informazioni.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809
Eclissi, 5-6 giugno Venere sul Sole: tutte le informazioni
Fu previsto per la prima volta da Keplero per l'anno 1631, da allora sino ai nostri giorni si sono verificate quattro coppie di eventi, separati da otto anni, distanziate alternativamente da 121,5 e 105,5 anni. L'ultimo transito di Venere è avvenuto l'8 giugno 2004, il prossimo sarà a cavallo tra il 5 e il 6 giugno 2012, mentre il successivo avrà luogo l'11 dicembre 2117.

2012

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giugno

  • 5 giugno - Secondo ed ultimo transito solare, in questo secolo, del pianeta Venere.


Potrebbe interessarti:http://www.romatoday.it/cronaca/eclissi-venere-sole-5-6-giugno-2012-roma-informazioni.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809
2.583 - 04.10.2005
“L’umanità berrà il calice amaro della guerra. Verrà l’anticristo e le nazioni saranno in guerra. Sarà la più grande sofferenza per gli uomini.”
2.628 - 14/01/2006
“L’anticristo agirà con grande furia per distruggere la Chiesa del mio Gesù. Il suo più grande attacco causerà un danno spirituale come non si è mai visto dai tempi di Adamo. O figli, soffro per ciò che vi attende. Io sono vostra Madre e sarò vicina a voi.”

2.554 - 26.07.2005
Colui che si oppone a Cristo si manifesterà e condurrà all’errore un grande numero dei miei poveri figli. State attenti. È un falso messia. Riuscirà a sedurre anche molti consacrati.”
2.826 - 20.04.2007
“Cari figli, colui che sarà accolto come l’illuminato sarà, in verità, il terrore delle nazioni. Il suo piano sarà solo uno, ma ciò che realizzerà porterà gravi conseguenze per i miei poveri figli.”

2.828 - 23.04.2007
“Cari figli, pregate. L’azione del demonio porterà molti a negare la Fede. Un piano terribile sarà messo in pratica con l’obiettivo di distruggere la Chiesa del mio Gesù.”

MESSAGGI DI ANGUERA CORRELATI ALLA PAROLA OPPOSITORE

2.523 - 17.05.2005
Sorgerà un oppositore e a causa sua ci sarà disprezzo nella casa di Dio. La croce e le immagini saranno disprezzate e i veri fedeli saranno perseguitati. Sappiate che questi sono i tempi difficili per l’umanità.
2.944 - 17/01/2008
Cari figli, il mio Gesù fu tradito da uno dei suoi eletti e consegnato ai nemici. Arriverà il giorno in cui la sua Chiesa sarà tradita da uno di quelli eletti per difenderla. Il nemico avrà grande forza perché avrà l’appoggio di molti consacrati. Ecco il tempo della grande battaglia spirituale per la Chiesa. Sappiate che nonostante il danno causato dall’oppositore, la Chiesa non sarà mai sconfitta..

2.953 - 06/02/2008
Cari figli, l’oppositore troverà nel palazzo la chiave che gli aprirà la porta per agire nel mondo. Con la sua astuzia coinvolgerà uomini e donne di grande sapienza. Il suo progetto coinvolgerà uomini di scienza e di religione. Attirerà verso il suo velenoso progetto governanti del mondo intero; persone famose e persone semplici. Gli uomini fedeli porteranno una croce pesante, ma il mio Gesù lo vincerà e l’umanità troverà la liberazione
2.959 - 21/02/2008
Cari figli, con l’obiettivo di indebolire la Chiesa del mio Gesù, l’oppositore convocherà i leader delle false religioni e molti falsi pastori. Insieme, faranno di tutto per distruggere il Sacro e raggiungeranno molti dei loro obiettivi, ma la vittoria finale sarà del Signore. .

2.967 - 10/03/2008
 Arriverà il giorno in cui la croce sarà pesante per gli uomini e le donne di fede. L’oppositore impedirà che i cristiani si uniscano per pregare in luoghi pubblici e molti saranno martirizzati, altri negheranno la fede
2.971 - 15/03/2008
Cari figli, la chiave per l’ingresso dell’oppositore sarà nel palazzo. La sua forza sarà simile a quella di una grande arma di distruzione. Le false ideologie saranno abbracciate come vere e i miei poveri figli conosceranno la croce della schiavitù.
2.983 - 12/04/2008
Cari figli, la forza dell’oppositore si diffonderà per il mondo. Le nazioni cattoliche saranno perseguitate e la croce sarà pesante per la Chiesa. Anche nella Terra della Santa Croce (Brasile) vedrete orrori. La forza del nemico provocherà divisioni e scandali.
2.986 - 19/04/2008
La forza dell’oppositore causerà grandi sofferenze per i miei poveri figli. La Chiesa sarà perseguitata e in molti luoghi i templi saranno distrutti. Saranno attaccati famosi santuari e la morte sarà presente in seno alla Chiesa.
2.989 - 26/04/2008
Cari figli, arriverà il giorno in cui l’oppositore diffonderà i suoi errori sulla terra e ci sarà grande disprezzo per i buoni costumi. La Chiesa vivrà momenti di grande persecuzione e porterà una croce pesante. Per un determinato periodo, la Chiesa camminerà senza Pietro, ma il mio Gesù sarà fedele alla sua promessa.
2.993 - 04/05/2008
. L’oppositore causerà grandi danni all’umanità. Perseguiterà la Chiesa nella Terra della Santa Croce (Brasile) e porterà molti dei miei poveri figli all’errore. Molti abbracceranno false dottrine e si allontaneranno dalla verità.
3.022 - 12/07/2008
 In molti luoghi la Chiesa perderà il diritto di annunciare Cristo al mondo. L’Oppositore prepara un terribile attacco contro la Chiesa del mio Gesù.
3.032 - 26/07/2008
Cari figli, l’oppositore umilierà la Chiesa e farà soffrire molti consacrati fedeli alla Santa Dottrina. Cercheranno di distruggere un tempio in cerca di un tesoro e la sofferenza dei miei poveri figli sarà grande
3.092 - 07/12/2008
. L’oppositore affronterà la Chiesa. Sarà una lunga e dolorosa battaglia. Pochi resteranno sul cammino della verità. In questo tempo la Chiesa sarà sul suo calvario, ma il mio Gesù vincerà il nemico insieme ai pochi pastori fedeli. Ci sarà un solo gregge e un solo Pastore.
MESSAGGI DI ANGUERA CORRELATI ALLA LOCUZIONE FALSO PROFETA
2.593 - 24.10.2005
In Brasile arriverà un falso profeta, che sedurrà molti. La sua maschera cadrà. Si avvicina la fine dei suoi inganni.

2.975 - 23/03/2008
Cari figli, gli uomini seguaci del falso profeta marceranno con grande furia in direzione del tempio santo. Lì ci sarà grande distruzione. La Chiesa piangerà e si lamenterà. In questo giorno sarà visibile una eclissi lunare.

MESSAGGI DI ANGUERA CORRELATI ALLA PAROLA PROFETA

2.494 - 12.03.2005
Cari figli, l’ira di un uomo dall’apparenza di profeta, ma non un profeta, lascerà una sedia vuota. Gli uomini fedeli verseranno lacrime, ma Dio non li abbandonerà.
2.516 - 30.04.2005
 Gli uomini del terrore, capeggiati da colui che ha l’apparenza di un profeta, porteranno sofferenza e dolore al nido dell’aquila e al Paese del Salvatore

3.260 - 1 gennaio 2010
La morte di un grande leader causerà grande confusione. La caduta di un profeta sarà necessaria per il bene di molte anime. Voi non potete comprendere i misteri di Dio. La Chiesa incontrerà un grande ostacolo nella rivolta di una famosa congregazione.
PROFEZIE DI ANGUERA CORRELATA ALLA LOCUZIONE  FALSI

410 – 1 giugno 1991
Miei amati figli. Sappiate che potete affrontare il peso della disciplina che la vostra missione richiede con l’amore sincero e totale per il Vangelo, e realmente attrarrete anime, conducendole alla santità. Per questo motivo, dovete essere ricchi di fede, così da trasmetterla agli altri. Dovete anche essere fermi nella fede, per essere capaci di aiutare gli altri nelle loro tentazioni e debolezze; ma, soprattutto, dovete essere illuminati nella fede, per mostrare agli altri le false dottrine contro la fede, i falsi cristi e i falsi profeti. Fate attenzione. Non siate infedeli alla vostra Chiesa. Dio domanderà conto dei talenti che vi ha dato, miei amati figli. Voi sapete cosa è giusto e cosa è sbagliato, ma perché ancora accettate ciò che è sbagliato? Ripeto, fate attenzione. Tanti sono oggi sulla strada sbagliata a causa dei vostri falsi insegnamenti e cattivi esempi di vita. Non permettete a satana di infiltrarsi nella mia Chiesa. Tornate a insegnare le verità che mio Figlio vi ha dato. Non temete. Mio Figlio sarà con voi fino alla fine dei tempi, come promesso. Coraggio. Avanti. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

1.394 - 3 marzo 1998
L’umanità vivrà momenti dolorosi. Ci sarà una terribile crisi di fede. Una grande apostasia scuoterà la Chiesa e l’anticristo diffonderà i suoi errori e falsi insegnamenti per il mondo intero.

767 - 8 marzo 1994

Fuggite dai falsi insegnamenti e siate fedeli al Signore

1.668 - 30 novembre 1999

 Il demonio ha contaminato l’umanità con false dottrine e falsi insegnamenti. State attenti. Chi resta saldo in quello che il mio Gesù ha insegnato e che il vero magistero della sua Santa Chiesa insegna, non sarà mai ingannato.

1.824 - 28 novembre 2000

. Vi chiedo di essere fedeli ai miei appelli. State attenti per non essere ingannati. Il demonio vuole sedurvi con falsi segni per allontanarvi dall’amore e dalla verità.
*Probabilmente è da intendersi come “in modo straordinario” e non “esclusivamente”, altrimenti sarebbe in contraddizione con quanto detto in altri messaggi, cfr. ad esempio il n° 86 “sta arrivando l’ora dei grandi eventi, l’ora nella quale si realizzeranno grandi segreti da me rivelati in varie apparizioni nel mondo”, il n° 108 “le mie apparizioni in molte regioni del mondo sono l’ultima possibilità che Dio dona al genere umano per convertirsi” o il n° 109 “Presto ogni stato in Brasile riceverà lo stesso dono che ha ricevuto Bahia

1.902 - 31 maggio 2001

. Il demonio desidera distruggere i miei piani con falsi segni e false apparizioni, ma non riuscirà perché grande è il potere del Signore. Il demonio tenterà, ma non potrà nulla contro i progetti di Dio.

1.948 - 15 settembre 2001

Il demonio è riuscito a ingannare molti con falsi segni e falsi insegnamenti.
1.978 - 24 novembre 2001

Il demonio vuole ingannarvi con falsi segni e menzogne.

2.075 - 7 luglio 2002

. In questi tempi, in cui l’umanità si è contaminata con false ideologie e falsi insegnamenti, voi dovete ascoltare la voce del successore di Pietro, Papa Giovanni Paolo II .

2.228 - 29 giugno 2003

Cari figli, vi chiedo di essere fedeli al mio Papa, perché tutto quello dice corrisponde a verità. Sappiate che il premio per la vostra fedeltà sarà la salvezza. Non permettete che il demonio vi inganni con falsi insegnamenti. Sappiate che la verità è mantenuta integra soltanto nella Chiesa Cattolica.

2.248 - 16 agosto 2003

 Gli uomini si sono allontanati dal Creatore e hanno abbracciato false ideologie e falsi insegnamenti, ma Io sono venuta dal cielo per chiamarvi alla conversione e all’amore.

3.321 - 18 maggio 2010
 Il demonio desidera causare confusione nella Chiesa nella vostra nazione e continuerà a seminare discordia tra i figli di Dio, ingannando con scandali, falsi segni e false apparizioni. Grande sarà il numero dei miei poveri figli che saranno vittime delle trappole del demonio. Il demonio continuerà a fare falsi segni nel vostro Brasile, con false stimmate e lacrimazioni di immagini.

3.326 - 1 giugno 2010
. Allontanatevi dai falsi segni e dai falsi miracoli. Il demonio è riuscito a ingannare molti dei miei poveri figli nella Terra della Santa Croce (Brasile). Molti sono stati ingannati per mezzo di false stimmate e falsi segni. Allontanatevi definitivamente da ogni menzogna e inganno
3.327 - 3 giugno 2010
Il disprezzo per il sacro crescerà ogni giorno di più. Gli uomini rifiuteranno ciò che è di Dio e abbracceranno false dottrine e false ideologie. Il demonio causerà grande confusione nella Chiesa. Vedrete ancora orrori. Molti perderanno la fede e si allontaneranno dalla vera dottrina. I falsi profeti semineranno discordia e confusione. Il demonio ingannerà con falsi segni e prodigi. Il Brasile sarà bersaglio di grandi attacchi del demonio.
3.329 - 8 giugno 2010
. Non permettete che il demonio vi allontani dal cammino della verità. Il demonio continuerà a creare falsi segni. Fate attenzione alle trappole del demonio. Dio vi darà grandi segni e questi non saranno solo per richiamare la vostra attenzione, ma per cambiare le vostre vite. I falsi segni attraggono moltitudini, ma non convertono. State attenti.
586 – 15 gennaio 1993
Cari figli, convertitevi e ritornate a Dio. State attenti a non allontanarvi dalla verità, che si trova solo nella Santa Chiesa Cattolica Apostolica Romana. Il mio Gesù ha fondato la vostra Chiesa come sacramento di salvezza ma, per ingannare i miei poveri figli, satana ha fatto sorgere diverse false religioni, ingannando persino molti degli eletti. Chiunque si allontana dal magistero della Chiesa non sta facendo nel mondo la volontà di Dio, ma la volontà del padre della menzogna. Lo ripeto: obbedite solo a coloro che obbediscono al Papa.
796 - 14 maggio 1994

 Ascoltate l’appello della vostra Chiesa. Ascoltate il Papa. Restate con la verità e non seguite false ideologie e coloro che insegnano l’errore. State attenti.

928 – 18 marzo 1995

No alle false ideologie e accettate la proposta del mio Signore! Egli vuole ciò che è bene per voi.

950 – 6 maggio 1995 (a Roma)

 Dite no al peccato e alle false ideologie e dite sì alla chiamata del Signore.

1.438 - 14 giugno 1998

Dite no alle false ideologie di questo mondo e tornate alla Parola di Dio, che vi orienta e vi salva

1.564 – 9 aprile 1999

Cari figli, intensificate le vostre preghiere e i vostri sacrifici. L’umanità si è allontanata da Dio e si dirige verso un grande abisso. Il fumo del demonio acceca i miei poveri figli, trascinandoli verso false dottrine. Fuggite dal peccato

1.576 - 4 maggio 1999


. La Chiesa di Gesù rischia di perdere la vera fede a causa dei tanti errori che si diffondono al suo interno. Il demonio è riuscito a condurre all’errore un grande numero di pastori. Oggi il Vangelo di Gesù è disprezzato e false dottrine occupano il posto della verità.

1.679 - 28 dicembre 1999

 Gli uomini si sono allontanati da Dio e hanno abbracciato false ideologie. L’umanità vive ora una terribile crisi di fede. Il demonio è riuscito a ingannare molti dei miei poveri figli, e perfino all’interno della Chiesa è riuscito a sedurre molti consacrati. Vi chiedo di stare attenti. Vivete in mezzo a lupi travestiti da agnelli. Aprite i vostri cuori alla verità di Dio.


1.721 - 4 aprile 2000

Cari figli, il peccato è entrato nel cuore dei miei poveri figli, portandoli a una triste cecità spirituale. La contaminazione è arrivata perfino all’interno della mia Chiesa. Oggi molti dei miei consacrati non accettano più la vera dottrina. Arrivano addirittura a negare quello che dice il successore di Pietro, Papa Giovanni Paolo II. Ogni giorno cresce il numero di coloro che celebrano l’Eucaristia ma non credono più. L’apostasia è diventata chiara all’interno della Chiesa e così i miei poveri figli si disperdono, abbracciando false dottrine. È arrivata la vostra ora. Siate difensori della verità. Non permettete che niente e nessuno vi allontani dall’amore misericordioso di Gesù. Quello che i profeti hanno annunciato in passato si sta già compiendo. Vi chiedo di stare attenti.

1.914 - 29 giugno 2001

Cari figli, amate la Chiesa del mio Gesù e difendetela. Pregate per il successore di Pietro, il Papa, per i vescovi e sacerdoti del mondo intero. Il fumo del demonio è entrato nella Chiesa di mio Figlio, portando molti dei miei eletti sul cammino dell’errore, della divisione e della mancanza di fede. Qualunque cosa accada, non dimenticate: la verità è mantenuta integra solo nella Chiesa Cattolica. Io sono vostra Madre e soffro per coloro che si sono allontanati dalla verità, abbracciando false dottrine e false ideologie.
1.928 - 31 luglio 2001

Cari figli, non allontanatevi dalla verità. Ricordatevi sempre che la verità è mantenuta integra soltanto nella Chiesa Cattolica, pertanto non dovete abbandonare la vostra fede per camminare verso l’abisso della perdizione, dove le sette stanno conducendo i miei poveri figli. Il demonio ha diffuso il suo veleno su tutta la terra con false dottrine e false ideologie.

2.051 - 12 maggio 2002

. L’umanità si è contaminata con false ideologie e false dottrine

2.066 - 18 giugno 2002

Cari figli, lasciate che la Luce di Dio illumini la vostra esistenza, perché solo così sarete salvi. Non dimenticate: solo Cristo è la Via, la Verità e la Vita. State attenti per non essere portati su false strade. Il vostro tesoro più grande è la grazia del Signore

2.687 - 30/05/2006
. Gli uomini hanno disprezzato il sacro e si sono attaccati alle false dottrine.

2.742 - 06/10/2006
Cari figli, l’umanità porterà una croce pesante perché gli uomini si sono allontanati dal Creatore e hanno abbracciato false ideologie. Grandi progressi tecnologici contribuiranno alla morte spirituale di molti dei miei poveri figli. Le maggiori vittime saranno i giovani.

2.949 - 29/01/2008
Cari figli, verranno giorni in cui molti che fanno parte della Gerarchia si piegheranno davanti alle false ideologie e abbracceranno false dottrine. Per la Chiesa sarà il tempo delle grandi afflizioni. Non restate lontani dal Signore. Cercatelo sempre nell’Eucarestia e sarete capaci di sopportare il peso delle prove.

2.955 - 11/02/2008
 Il Signore ha tutto sotto controllo, ma per il bene degli uomini permetterà grandi prove alla sua Chiesa. Arriverà il giorno in cui nella Chiesa si vedranno pochi uomini misericordiosi e difensori della verità. Saranno contaminati dalle false dottrine applicate dai cattivi teologi e molti cuori saranno induriti e non accetteranno la verità
2.976 - 25/03/2008
Cari figli, le leggi sacre saranno indebolite e pochi avranno rispetto per ciò che è sacro. I chierici della Santa Chiesa si allontaneranno dalla verità e in grande numero abbracceranno false dottrine. Ci sarà grande confusione spirituale nella casa di Dio. La mancanza di ordine provocherà divisioni e i pochi pastori fedeli che resteranno non saranno rispettati.
3.000 - 22/05/2008
 Non permettete che le false ideologie vi allontanino dalla verità. Arriverà il giorno in cui gli uomini saranno obbligati a negare la presenza reale di Gesù nell’Eucarestia. I fedeli saranno minacciati e portati a giudizio. Ci sarà grande persecuzione alla Chiesa. Sarà questo il tempo di maggior dolore per i fedeli. Molti consacrati, per paura, si tireranno indietro. In molti luoghi i nemici vinceranno, ma la vittoria finale sarà del Signore.

3.130 - 06/03/2009
Cari figli, un movimento nascerà e si diffonderà per il mondo. Sarà coordinato da donne e porterà grande sofferenza alla Chiesa del mio Gesù. Soffro per ciò che vi attende. Inginocchiatevi in preghiera. Amate la verità e difendetela. Fuggite dalle false ideologie e abbracciate il Vangelo del mio Gesù
3.139 - 24/03/2009
Il fumo del demonio si diffonderà per ogni dove e gli uomini si contamineranno con le false dottrine. Abbandoneranno il Vangelo e abbracceranno false ideologie. Non dimenticate: la verità è mantenuta integra solo nella Chiesa Cattolica. Se desiderate rimanere sul cammino della salvezza, restate saldi sul cammino che vi ho indicato nel corso di questi anni. Ascoltate il vero Magistero della Chiesa e allontanatevi dagli inganni del demonio.

3.184 - 10 luglio 2009
Arriverà il giorno in cui pochi saranno nella verità. La grande e maggiore nemica della Chiesa si unirà ai nemici esistenti. Sarà un tempo difficile per la Chiesa. Vi prego di non allontanarvi dalla verità. Ascoltate la voce del successore di Pietro e non lasciatevi contaminare dalle novità del demonio. Fuggite le false dottrine e siate fedeli all’unica e vera Chiesa di Cristo. L’Eucarestia è la verità che vi condurrà alla vittoria. Solo cercando forza nell’Eucarestia sarete protetti nelle grandi tempeste spirituali. Nulla potrà proteggervi tranne la forza che viene dall’Eucarestia, perché è lo stesso Gesù che è in essa, con il suo Corpo, Sangue, Anima e Divinità. Ecco la verità. Chi vuole guidarvi su un cammino diverso non è con il Signore. Avanti senza paura.
3.205 - 25 agosto 2009
 Nella preghiera sarete capaci di scoprire i tesori di Dio che è dentro di voi. Date il vostro contributo per il trionfo definitivo del mio Cuore Immacolato. Nel tempo della grande tribolazione, i miei consacrati saranno protetti. Gli angeli del Signore li aiuteranno ed essi non inciamperanno. Il male starà lontano da loro. Coraggio. Il mio Gesù farà un grande miracolo e tutti gli occhi lo vedranno. Sarà questo miracolo il motivo di conversione degli atei e di tutti coloro che hanno abbracciato false dottrine. Accadrà di domenica, nella festa di un grande martire
3.346 - 17 luglio 2010
Arriverà il giorno in cui pochi saranno gli uomini e le donne che resteranno nella verità. Le false ideologie attireranno un grande numero di persone. Anche quelli che sono ferventi nella fede diventeranno indifferenti. State attenti. Non permettete che il demonio vi allontani dalla verità. Ci sarà sulla terra un tempo di grande apostasia e colui che si oppone a Cristo ingannerà molti.

3.509 - 12 luglio 2011 
. L’umanità si è contaminata con le false ideologie e i miei poveri figli vivono come ciechi alla guida di altri ciechi.
Fonte traduzione messaggi: http://www.messaggidianguera.net/

Madonna di Medjugorje Messaggio, 25 gennaio 1991
"Cari figli, oggi come mai prima vi invito alla preghiera. Che la vostra preghiera sia preghiera per la pace. Satana é forte e desidera distruggere non solo la vita umana ma anche la natura e il pianeta su cui vivete. Perciò, cari figli, pregate per poter essere protetti attraverso la preghiera con la benedizione della pace di Dio. Dio mi ha mandato tra voi per aiutarvi. Se volete, afferrate il Rosario; già solo il Rosario può fare i miracoli nel mondo e nella vostra vita. Io vi benedico e rimango con voi finché Dio lo vuole. Grazie perché non tradirete la mia presenza qui. Grazie perché la vostra risposta serve al bene e alla pace. Grazie per aver risposto alla mia chiamata


Anticristo:
 analisi teologica;

Anticristo AGOSTINO LÉMANN



analisi filosofica;

anticristo FRIEDRICH NIETZSCHE


analisi psicologica;

Anticristo VLADIMIR SOLEVIEV


analisi sociale;

Il dominatore del mondo ROBERT BENSON



Anticristo
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

 Credenza ebraica

Gli Ebrei abbracciarono questa credenza solo dopo l'esilio, insieme al concetto delle cosiddette "doglie del Messia" ovvero delle tribolazioni che precederanno la sua venuta. In Ezechiele 38-39 l'Anticristo sarebbe stato il principe guerriero Gog di Magog, mentre in Daniele, 11, 21 sarebbe stato un sovrano asiatico che avrebbe preso le armi contro Dio e tormentato Israele con grandi devastazioni e tribolazioni ma infine sarebbe stato sconfitto dalla venuta del Messia e dei suoi angeli.
Caduta la Palestina sotto il giogo dei Romani, fu tra costoro che si cercò la satanica figura, la quale divenne pertanto la personificazione di quello spirito romano così ostile e fatale all'ebraismo.

 Dottrina cattolica

La predicazione dell'Anticristo, Luca Signorelli e la sua scuola (1499-1504), (Orvieto), Cappella di S.Brizio nel Duomo di Orvieto
Dell'anticristo, ossia di colui che si farà dio per imporre sull'umanità il suo regno al posto di Dio, parla sia il Nuovo Testamento (San Paolo, II Ts, 2 - San Giovanni, Apocalisse, passim), sia i Padri della Chiesa, che sono fonti autentiche della dottrina cattolica[1]. Pertanto la dottrina sull'anticristo, ancorché avvolta in un fitto simbolismo e di ardua decifrazione, dal punto di vista cattolico non si può considerare una mera leggenda o finzione letteraria, ma al contrario un'autentica rivelazione che fa parte del depositum fidei.

 Ritorno di Cristo e millenarismo

Particolare sviluppo ed importanza alla credenza derivò dalla diffusa fede nell'imminente ritorno di Cristo e nel regno millenario di cui l'Anticristo era ritenuto il terribile ma necessario precursore: quando nell'anno Mille il regno millenario quasi universalmente atteso non venne, insieme alla credenza in una catastrofe mondiale andò scemando anche il timore dell'Anticristo, benché ancora nel XII secolo si diffondesse di tanto in tanto, sempre respinta dalla Chiesa, la voce della sua avvenuta nascita. Sembra che personaggi illustri di quel tempo come Guglielmo d'Aquitania morirono perché erano stati tormentati in sogno da visioni e presagi di morte proprio ad opera di Satana e dell'Anticristo.

 Nostradamus e i tre "anticristo"

Secondo altre interpretazioni (basate in parte su Nostradamus), invece il primo anticristo sarebbe stato Napoleone Bonaparte, mentre il secondo era Adolf Hitler.
Il terzo anticristo, secondo le specifiche di Nostradamus nella q.VIII.77, sarà occidentale, distruggerà la Santa Sede (q.IX.99), provocherà l'abominio della desolazione e la devastazione della Terra tramite la grandine di colore rosso (specificata dall'autore Vlaicu Ionescu come collegata alla quartina I.22 di Nostradamus).
Secondo gli interpreti di Nostradamus, il terzo anticristo può essere sia di sesso maschile che femminile, dovrebbe nascere a fine giugno di qualsiasi anno, avere gli occhi leggermente a mandorla di un castano scuro tendente al nero e la carnagione olivastra; secondo questa interpretazione, esso non si renderà subito conto di essere il prescelto di Satana ma quando sarà vicino al 13º anno di vita, ovvero all'inizio della pubertà, capirà di essere il terzo anticristo attraverso un sogno. Il terzo anticristo dovrebbe avere anche lui un marchio, presente su una parte del corpo o sulla testa protetto dai capelli.

 Il Dajjāl nella tradizione escatologica islamica

Esso si chiama Dajjāl (il mentitore) e i musulmani credono che la sua deleteria opera sarà al fine vanificata dal Mahdi (che in varie tradizioni non sarà altro che ʿĪsā ibn Maryam, cioè Gesù figlio di Maria, legittimando pertanto l'impiego del termine «Anticristo»).
Una tradizione assai radicata vuole che il Dajjāl potrà essere identificato non solo dal suo agire ma dal diverso colore delle sue pupille.

 L'Anticristo nella cultura contemporanea

Nell'uso del termine si è discusso se indichi una persona, un prototipo o un'idea.
Nell'Apocalisse di San Giovanni è chiaramente indicato come ci si riferisca a una persona (la bestia che sale dall'Abisso), unitamente col "falso profeta", anch'esso indicante un individuo. Il diavolo, copiando in tutto Dio, desidera infatti avere un suo (falso) Cristo-Maestro-Signore - 1º caso - così come un suo (falso) Papa - 2º caso - rispettivamente. Altra prova che l'Anticristo sarà un uomo è che San Paolo, nella Seconda Lettera ai Tessalonicesi, lo chiama "uomo del peccato" e "figlio della perdizione" (2Tessalonicesi: 2-3); quest'ultimo titolo è affibbiato anche al traditore di Cristo, Giuda Iscariota (Giovanni: 17-12), questo dovrebbe essere sufficiente a dimostrare la realtà personale dell'Anticristo, che sarà dunque un uomo in carne ed ossa proprio come lo fu Giuda, a cui viene indirizzato lo stesso appellativo. Questi due titoli vanno chiaramente applicati ad una singola persona, ad un uomo, e non ad un sistema o corrente politica o religiosa. Questi titoli, inoltre, vogliono anche significare che Giuda e l'Anticristo sono veri e propri figli del diavolo, non, ovviamente, nel senso che sono stati generati da lui (in tal caso avrebbero la sua natura, i suoi poteri e potrebbero essere considerati la sua incarnazione, ma questa è prerogativa esclusiva di Dio) ma per loro libera scelta; per loro volontà hanno deciso di favorire il piano di Satana per contrastare la redenzione operata da Cristo per la salvezza dell'uomo, per cui entrambi possono essere considerati i perfetti "deicidi", il primo, per aver voluto tradire il Suo Maestro per trenta monete d'argento facendolo sopprimere sulla croce fisicamente, il secondo, non potendolo eliminare corporalmente come fece Giuda, perseguiterà i suoi credenti e la Sua Chiesa alla fine del tempo. Nelle lettere di S.Giovanni vi sono poi delineati anche i tratti distintivi dei cosiddetti (minori) "anticristi" o "falsi profeti", - e quindi come riconoscerli - un grado di influenza e importanza decisamente inferiore ai due di cui sopra.
Un'altra corrente di pensiero considera invece l’Anticristo una mera “leggenda” o ne cerca il fondamento nella psicologia del profondo. Secondo una impostazione spiritualista, l’Anticristo non è da ravvisarsi in una persona storicamente definita, ma in un atteggiamento etico e filosofico: il relativismo morale del nostro tempo, derivato da un nichilismo proclamato o sottaciuto, costituisce il terreno ideale per l’avvento dello Smarrimento, della Menzogna e della Morte, ovvero per l’antitesi puntuale e simmetrica di Gesù Cristo.

 L'Anticristo nell'arte e nella cultura popolare

Generalmente in alcuni dipinti il bambino che Satana tiene in braccio è l'Anticristo. Questa immagine diabolica è la perfetta antitesi dei quadri allegorici in cui la Madonna (o chi altri) tiene in braccio Gesù, poiché l'Anticristo è l'essere in opposizione a Cristo.
Anche il cinema, la letteratura, il fumetto hanno più volte attinto alla leggenda dell'Anticristo; di seguito sono riportati solo alcuni esempi recenti:
  • Il presagio, trasposizione cinematografica del mito dell'anticristo del 1976 diretto dal regista Richard Donner e tratto dall'omonimo romanzo di David Seltzer.
  • Spawn, il noto supereroe dei fumetti creato da Todd McFarlane è una rappresentazione in chiave moderna dell'Anticristo: egli è stato creato da Malebolgia affinché svolgesse il ruolo di comandante degli eserciti infernali, ma è venuto meno al patto che aveva siglato con il demone.
  • Anche Hellboy può essere considerato una specie di Anticristo: suo compito, sin dalla sua nascita, era quello di servire come chiave per l'apertura delle porte dell'inferno e scatenare quindi l'Apocalisse sulla Terra.
  • Nel manga e anime Devilman, Satana in persona è l'Anticristo: egli guida personalmente le sue legioni di demoni per sterminare il genere umano. Anche nel personaggio del demone Amon si possono riscontrare alcune somiglianze con la figura dell'Anticristo.
  • Nel film L'avvocato del diavolo il protagonista Kevin Lomax (interpretato da Keanu Reeves) scopre nel finale di essere figlio di Satana (interpretato da Al Pacino) e quindi di poter diventare il padre dell'anticristo.
  • Nel film Lost Souls - La profezia lo scrittore Peter Kelson (interpretato da Ben Chaplin), dopo l'iniziale scetticismo, si convince di essere stato scelto da Satana per diventare l'Anticristo. Solo grazie all'aiuto di Maya Larkin (Winona Ryder) si eviterà la cosiddetta trasmutazione.
  • Nella quinta stagione di Supernatural l'Anticristo è in realtà il figlio di un semplice demone, come spiega Castiel, e non di Lucifero. L'Anticristo (non si sa se possono essercene più d'uno, ma dalle parole di Castiel non sembra) appare nella sesta puntata, I believe the children are the future, e il suo nome è Jesse.
  • Nell'episodio Il Natale degli animaletti del bosco, dell'ottava stagione di South Park, Cartman racconta una storia che vede Stan alle prese con un gruppo di animaletti del bosco all'apparenza dolci e simpatici ma in realtà adoratori del Diavolo, che mirano a far nascere l'Anticristo. In alcuni episodi della serie appare inoltre un personaggio di nome Damian, chiara parodia di Damian Thorne (antagonista della serie di film Il presagio)
  • Nel manga e anime Sailor Moon, la giovane Hotaru Tomoe si trasforma in una malvagia entità chiamata Mistress 9, altresì nota come Messia del silenzio, nella quale si riconoscono i tratti della figura dell'anticristo (il numero 9 del suo nome è il numero che nella Cabala è associato alla Bestia dell'Apocalisse, e come tale, questa creatura è destinata a causare la fine del mondo).
  • Nella serie dei film di Halloween, lo psichiatra Sam Loomis è convinto che il suo paziente, il serial killer Michael Myers, sia l'Anticristo.
  • Nel manga e anime Dragon Ball la figura del Super Saiyan, descritta come un essere potentissimo e spietato, sembra rifarsi alla figura dell' Anticristo. Nel film d'animazione Dragon Ball Z: Il Super Saiyan della leggenda, (slegato dalla continuity ufficiale del manga e delle tre serie televisive) Broly si trasforma nel Super Sayan Leggendario, essere spietato e selvaggio, anch'esso considerabile a tutti gli effetti una sorta di Anticristo e a riprova di ciò Broly stesso dice di sè:"Io un mostro?No sono un diavolo!".
  • Sempre in Dragonball, Majin Bu, Cell, Freezer, il Grande Mago Piccolo, Baby e Li Shenron (questi ultimi due presenti solo nell'anime, e non nel manga) sono considerabili anticristi.[senza fonte]
  • Pinhead della saga Hellraiser è considerabile l'Anticristo per la sua natura spietata per i suoi soprannomi (Papa nero dell'inferno,Angelo della sofferenza) e per il comportamento (tratta più volte per l'anima di Kirsty).
  • Randall Flagg, malvagio demone antagonista di molti romanzi di Stephen King può a tutti gli effetti essere considerato una rilettura della figura dell' Anticristo (in special modo nel romanzo L'ombra dello Scorpione, romanzo in cui appare per la prima volta).
  • Nel romanzo Rosemary's Baby (scritto da Ira Levin) la protagonista, nel corso di una messa nera viene ingravidata del Diavolo, rimanendo incinta e dando alla luce un bambino dai tratti disumani (occhi dalle pupille verticali, piccole corna sulla fronte, una coda lunga e appuntita).

 Note

  1. ^ http://www.effedieffe.com/content/view/2772/176/

 Bibliografia

  • McGinn, Antichrist, Harper Collins Publishers, 1994.
  • Livio Fanzaga, Profezie sull'anticristo. Verrà nella potenza di Satana, Sugarco, 2007.
  • Carl Gustav Jung, Aion, Borignhieri, 1979.
  • Ratzinger - Pera, Senza radici, Mondadori, 2004.
  • Cecilia Gatto Trocchi, Il Risorgimento esoterico, Mondadori, 1996.
  • Gianni Baget Bozzo, L' anticristo, Mondadori, 1980.
  • Gianni Baget Bozzo, Il futuro del cattolicesimo, Piemme, 1997.
  • Francesco Di Marino, Sophia, Mimesis, 2004.
  • Antonio Gentili, L'Anticristo. Attualità di una ricerca, Il Cerchio, Rimini 1995. ISBN 88-86583-05-2
  • Vladimir Sergeevič Solov'ëv, I tre dialoghi e il racconto dell'anticristo, Vita e Pensiero, 008.

 Voci correlate

 Altri progetti

 Collegamenti esterni

Marco Rizzi
Morfologia e retorica dell'anticristo
Se si dà una figura che, per antonomasia, ha identificato nella cultura occidentale il nemico, questa è certamente quella dell'anticristo: non un qualsiasi avversario, bensì l'antagonista dello scontro decisivo che si consumerà nei tempi finali della vicenda di questo mondo. Da una tale identificazione si è ingenerata una delle retoriche più efficaci e perciò sfruttate nel corso dei secoli per la caratterizzazione ultimativa del nemico che di volta in volta ci si trovava a combattere, fosse l'impero o l'imperatore, il papa o Lutero, lo zar o il dittatore di turno. Non è quindi senza significato, per lo scopo che ci si prefigge qui, cercare di cogliere come e quando abbia preso forma per la prima volta un simile strumento per l'individuazione e la costruzione di una tale figura.
Al proposito, la corrente storiografica prevalente e consolidata considera che in essa confluisca tutta una serie di precedenti tradizioni e idee, riconducibili ad un mito cosmico-escatologico che affermava l'incombenza e l'ineluttabilità dello scontro finale contro un nemico di origine sovrumana (il drago del mito babilonese). In questa luce, l'anticristo dei cristiani non sarebbe altro se non l'ultima e più articolata declinazione di una tale vicenda, variamente espressa nell'Antico e soprattutto nel Nuovo Testamento, nelle sezioni apocalittiche dei vangeli sinottici, nella seconda lettera ai Tessalonicesi e in special modo nell'Apocalisse[1].
Se però si abbandona una tale precomprensione e non si dà per scontata l'esistenza di una generica "idea dell'anticristo" nelle grandi tradizioni religiose e in quella biblica in particolare, bensì si resta saldamente ancorati ai testi degli autori cristiani dei primi secoli in cui il termine "anticristo" effettivamente compare, si potrà osservare come la creazione dell'"anticristo" non si comprenda al di fuori del formidabile conflitto ermeneutico che nel corso del II secolo oppose i giudei ai cristiani e divise gli stessi cristiani - tra cui vanno ricompresi anche gli gnostici e i seguaci di Marcione, che solo dopo l'affermazione della chiesa episcopale potranno essere derubricati a «eretici» - riguardo a fondamentali questioni tanto cristologiche, quanto escatologiche: la natura del Regno annunziato da Cristo, il significato della sua attesa e i tempi della sua venuta, il ritardo della parusia e gli avvenimenti destinati a precederla.
In questo senso, allora, l' "anticristo" si viene delineando in un preciso tornante storico tra la fine del II e l'inizio del III secolo, al crocevia di conflitti interni ed esterni vissuti dalle comunità cristiane. Il dato qui più interessante è che alla soluzione di tali conflitti abbia contribuito la costruzione della figura di un "nemico", la cui collocazione è però dislocata in un futuro tutt'altro che prossimo; per i cristiani sottoposti ora alle persecuzioni del potere imperiale ora a conflitti scismatici ed eresiologici, la retorica dell'anticristo rappresentò paradossalmente un sostegno fondamentale: sapere che i mali con cui essi avevano a che fare erano i medesimi che gli eletti avrebbero dovuto affrontare contro l'ultimo nemico, in vista della imminente e definitiva liberazione, non poteva che essere motivo di consolazione e di resistenza di fronte all'infuriare della tribolazione.
Se infatti ci si muove in una prospettiva scevra da precomprensioni testuali, si vede come l'"anticristo" di cui si parla nelle lettere di Giovanni (unico luogo del Nuovo Testamento in cui compaia il termine) non sia una generica figura antimessianica, analoga o riassuntiva di quelle presenti nella letteratura precedente o coeva, ma indichi specificamente chi si oppone alla esatta comprensione della persona storica di Gesù Cristo e alla fede a ciò connessa; se davvero, come vorrebbe la linea interpretativa predominante[2], l'autore della prima lettera di Giovanni avesse condiviso l'idea, largamente diffusa, della figura escatologica antimessianica non si vede perché avrebbe dovuto ricorrere al conio di un termine così peculiare. Viceversa, se testi più o meno coevi come la Didaché, oppure di poco posteriori come il Dialogo di Giustino, davvero si riferissero (implicitamente) al medesimo concetto e rimontassero ad un sostrato comune, risulterebbe ben strana l'assenza in essi della benché minima traccia del termine anticristo, che compare solo ad opera di Ireneo, cioè nella seconda metà del II secolo. In realtà, l'unico altro scritto in cui il termine è presente, immediatamente posteriore all'epistolario giovanneo e da questo con ogni probabilità dipendente, la lettera ai Filippesi di Policarpo di Smirne, non ne mostra alcuna implicazione escatologica, e anzi lo lega ancora una volta ad una specifica polemica dottrinale, del tutto in continuità con l'interpretazione che viene qui avanzata dell'epistolario giovanneo.
Al momento della sua comparsa, dunque, il termine "anticristo" non pare avere alcuna connotazione escatologica né essere direttamente riconducibile alla vasta congerie di temi, tradizioni e testi che si agitavano nel mondo ebraico, o più generalmente mediorientale, in relazione alle speculazioni escatologiche o messianiche. Ancora alla coscienza di autori della prima parte del III secolo era ben presente il preciso significato eresiologico del termine "anticristo" dell'epistolario giovanneo, come confermano due passi del trattato di Tertulliano Sulla prescrizione degli eretici[3], datato al 200-202, di cui il secondo costituisce un vero e proprio catalogo delle eresie correnti all'epoca apostolica. Pure Origene, redigendo tra il 240 e il 250 il suo commento al Vangelo di Matteo (nella parte che qui interessa giuntoci grazie ad una traduzione latina, nota come Commentariorum series in Matthaeum), si limita ancora ad associare il significato dell'espressione ad alcune specifiche eresie[4], estendendolo più in generale ad ogni interpretazione deviante ed ereticale della Scrittura.
E' del tutto evidente, però, come questa originaria linea di utilizzo del termine "anticristo" sia risultata residuale a partire proprio dal terzo secolo, per essere progressivamente marginalizzata da un uso del termine che individuava invece una precisa figura escatologica che si opponeva alla venuta di Cristo alla fine dei tempi, quella appunto dell'"anticristo". Decisivo diventa dunque individuare quando e perché - e se possibile ad opera di chi - sia stata operata la sovrapposizione della tematica escatologica ad un termine che, invece, nasce e persiste con tutt'altra connotazione.
A parere di chi scrive, è stato Ireneo, vescovo di Lione nelle Gallie negli ultimi decenni del secondo secolo, ad elaborare i tratti della sua figura anticristica in stretta correlazione con la polemica cristologica da lui condotta contro lo gnosticismo e il marcionismo in particolare, e per questa via giunse ad utilizzarla anche per la costruzione di un'escatologia in competizione con quella giudaica.
Dal punto di vista della cronologia, la discontinuità segnata da Ireneo può essere confermata dall'esame della testimonianza di Celso che, all'incirca nei medesimi anni della stesura dell'opera ireneana, compose un articolato e ben informato scritto polemico contro i cristiani (il Discorso vero), da cui si può cogliere come a quell'altezza di tempo l'avversario trascendente cui si riferivano i cristiani fosse del tutto genericamente il Satana della tradizione biblica, non invece una specifica figura antimessianica, né quindi tantomeno l'Anticristo. Curioso indagatore di giudaismo e cristianesimo, buon conoscitore degli scritti e delle diverse articolazioni dei due mondi religiosi, Celso ne coglie il rapporto di derivazione e, sul punto che qui interessa, sostiene la provenienza dell'avversario del Figlio di Dio di cui parlano i cristiani dal concetto giudaico del Satana. Sul fondamento poi del discorso escatologico di Gesù (Ev. Matth. 24 e paralleli), destinato a diventare centrale in tutta la speculazione cristiana sull'Anticristo, Celso lega la genesi dell'idea che sta criticando alle effettive persecuzioni subite dai cristiani: essi, ammoniti e così turlupinati in anticipo da Gesù, attribuiscono a Satana le persecuzioni da cui sono afflitti al momento presente. A sua volta, il satana/diavolo biblico nascerebbe da una maldestra interpretazione dei più antichi, e perciò più autorevoli, miti teogonici della tradizione greca, tra cui spicca quello dei Titani. Il riferimento a questo e ad altri combattimenti celesti della tradizione teogonica mostra come Celso fosse consapevole delle implicazioni apocalittiche che i cristiani assegnavano al conflitto di Gesù e dei cristiani contro Satana; se solo avesse avuto sentore dell'esistenza di un "anticristo" in questo specifico contesto ben difficilmente ne avrebbe taciuto, dato che la sua argomentazione ne sarebbe uscita rafforzata e Gesù ben più ridicolizzato. In ogni caso, in nessun modo si può trarre da questo passo di Celso la conferma dell'esistenza di un mito anticristico, in quanto risulta univoca l'identificazione da parte di Celso dell'avversario di Cristo con Satana. Nella sua risposta di circa settant'anni posteriore, Origene gli obietterà di lasciare da parte la dottrina dell'anticristo; e in effetti Celso non solo non la conosceva, ma neppure poteva conoscerla.
Trascorrendo dal "quando" al "perché" della comparsa della figura dell'Anticristo, è possibile seguirne la progressiva genesi nel corso dei cinque libri della vasta opera di Ireneo, che inizia quale confutazione delle false dottrine gnostiche, come dichiarato dal titolo, per risolversi nella prima esposizione sistematica della teologia cristiana, al cui culmine si colloca l'escatologia delineata negli ultimi capitoli dello scritto.
Pure in Ireneo persistono consistenti tracce della funzione eresiologica del termine anticristo; ancora nel mezzo del terzo libro[5], polemizzando come già Policarpo contro le posizioni docetiste, che ritenevano soltanto apparenti le sofferenze di Cristo sulla croce, Ireneo ricorre alla definizione di anticristo delle lettere di Giovanni per bollarne i sostenitori e mettere in guardia il proprio gregge. Questo terzo libro è consacrato alla confutazione delle dottrine gnostiche e marcionite, e consiste in una sistematica esposizione dei luoghi, tratti dall'Antico e dal Nuovo Testamento, che sostengono le obiezioni mosse da Ireneo, che risulta così il primo autore cristiano a porre in organica connessione le due parti della Scrittura.
Quasi incidentalmente, a III 6,5-7,2 Ireneo viene a contestare l'interpretazione che da parte ereticale veniva data di alcuni luoghi paolini, in particolare della seconda lettera ai Tessalonicesi; è in questo contesto che si opera la prima, esplicita identificazione dell'Anticristo con «l'empio» che si oppone a Dio e si innalza sopra ogni altra realtà, figura che a sua volta Paolo riprendeva dalla tradizione apocalittica del libro di Daniele. Grazie alla testimonianza di Tertulliano (Tert., Adv. Marc. V 16,4-7), possiamo arguire che il passo di II Ep. Thess. 2,8 s., veniva utilizzato da Marcione per sostenere che il Demiurgo, cioè il dio cattivo dell'Antico Testamento avverso al Dio buono annunciato da Gesù, ingelositosi del vero Cristo apparso sulla terra, ne avrebbe inviato uno proprio caratterizzato dal potere satanico. Ireneo propone una lettura di questo passo imperniata sulla considerazione del modo di scrivere proprio dell'apostolo, che lo porta a fornire, a suo dire,  la vera interpretazione di questo, come di altri passi. Ireneo è il primo autore cattolico di cui possediamo una citazione della seconda ai Tessalonicesi, in un contesto di esplicita polemica antimarcionita e antignostica; da ciò e dalla ricordata testimonianza di Tertulliano possiamo dedurre che gli gnostici e i marcioniti dovevano far uso di questo testo paolino per sostenere volta a volta l'esistenza di più dèi sopra cui si sarebbe innalzato l'empio (II Ep. Thess. 2,4) o la futura comparsa di un inviato del demiurgo in opposizione allo stesso Cristo. In un simile quadro, mentre rivendica l'interpretazione ortodossa del testo paolino, Ireneo compie di fatto due operazioni gravide di conseguenze: da un lato, riconduce una figura sin lì problematica del pensiero paolino, quella appunto dell'oppositore di II Ep. Thess., ad un'altra, specifica categoria di uso corrente nel dibattito eresiologico, l'anticristo giovanneo, cui avrebbe fatto ricorso ancora pochi paragrafi dopo; dall'altro, distingue la generica azione di Satana contro Cristo e i suoi fedeli dalla specifica opposizione del soggetto satanico di II Ep. Thess. così ridefinito, la cui azione si colloca ancora, come in Paolo, in un contesto non ben precisato tra presente e futuro. Come Ireneo sia giunto a questa sovrapposizione, che costituisce una soluzione ad uno specifico problema esegetico posto da un'istanza esterna, l'interpretazione gnostico-marcionita di Paolo, rappresenta un interrogativo che è possibile sciogliere alla luce del contesto storico in cui il vescovo di Lione si trovò ad operare e di cui troviamo una traccia decisiva nel primo libro della sua opera, laddove si viene a parlare di Marco Mago, allievo dello gnostico Valentino, la cui setta era attiva proprio nelle Gallie in quel periodo. Il passo di I 13,1,  ci è conservato anche nell'originale greco, oltreché nella versione latina che ci ha trasmesso l'intera opera ireneana; vi si definisce Marco «quasi un vero precursore dell'anticristo»; ma una tale definizione non ha origine da Ireneo, che la trae da uno scritto polemico in versi contro il medesimo Marco Mago, opera di un non meglio precisato «divino vecchio e araldo della verità», esponente di quella tradizione profetico-presbiterale cui si rifà Ireneo per legittimare le proprie posizioni teologiche. Poco più avanti[6], infatti, Ireneo riporta il passo in questione, che suona: «O Marco, fabbricatore di idoli e esaminatore di prodigi, esperto di astrologia e di arte magica, con cui sostieni gli insegnamenti del tuo inganno, mostrando prodigi a quelli che sono ingannati da te, opere di una forza che conduce all'apostasia, che sempre ti consente di compiere il padre tuo satana, grazie alla potenza angelica di Azazel, trovando in te un precursore della nequizia avversa a Dio». E' evidente nelle parole del «divino vecchio» la presenza simultanea di elementi della tradizione apocalittica giudaica, sino alla potenza angelica di Azazel, e di tratti più squisitamente cristiani; ma decisivo è osservare come, in un contesto connotato da elementi che saranno poi costantemente declinati in chiave escatologica (le azioni magiche, i prodigi e gli inganni, l'apostasia provocata da Satana, il ruolo precorritore), il composto che indica opposizione sia il generico antitheos (lett. «antidio»), laddove tutto parrebbe indicare che ci sia ogni condizione perché vi compaia il termine Anticristo; se ciò non accade, se ne deve dedurre che al tempo del «divino vecchio» (il cui attacco a Marco è posteriore alla metà del II secolo e quindi non molto lontano dall'epoca di composizione degli scritti di Celso e di Ireneo), l'anticristo escatologico non esisteva ancora, e la stessa teoria dell'opposizione satanica a Dio, legata a prodigi magici e produttrice d'apostasia, presentava caratteri escatologici alquanto confusi, se pure li presentava, nel caso specifico fortemente giudaizzanti per la menzione di Azazel. E' dunque Ireneo che modifica l'espressione utilizzata dal «divino vecchio», riconducendola da una generica opposizione a Dio ad una specifica a Cristo, in linea con la tradizione giovannea e con gli intenti specifici della propria opera (un trattato antiereticale), senza caricarne il significato in senso escatologico. Se dunque dovesse ad altri la propria dottrina dell'Anticristo escatologico, Ireneo non l'avrebbe comunque tratta da quella tradizione dei presbiteri profeti cui appartiene anche il «divino vecchio» e a cui il vescovo di Lione sistematicamente riconduce i tratti più impegnativi delle proprie dottrine; ma allora, piuttosto che postulare una derivazione di cui non si riescono ad individuare le tracce, è decisamente più logico affermarne una genesi interna alla stessa riflessione ireneana[7].
Il ripensamento esegetico di cui abbiamo traccia nel terzo libro, pur accompagnandosi ancora alla persistenza dell'uso eresiologico, apre la strada per una nuova caratterizzazione del termine "anticristo". Uno degli assi portanti della costitutiva forza dell'impresa dottrinale di Ireneo è, come detto, rappresentato dalla sistematica connessione istituita tra Antico e Nuovo Testamento, per cui il primo trova la sua piena realizzazione e la sua completa esplicazione nel secondo. Viene così a comporsi il disegno di quella «economia divina» che dalla creazione e dalla caduta si snoda attraverso la vicenda del mondo creato sino alla salvezza e alla definitiva ricapitolazione di ogni realtà in Cristo. In questo quadro, risultava imprescindibile per Ireneo il mostrare come tutte le profezie veterotestamentarie avessero trovato compimento o esplicazione nell'opera e nel messaggio di Cristo: come già negli scritti di Paolo, il dilazionarsi del ritorno di Cristo e della conseguente instaurazione del regno costituiva un elemento di problematicità, se non una vera e propria debolezza, del discorso cristiano a questo proposito. Come era infatti possibile affermare che il messia fosse giunto, se mancava ogni visibile segno della sua signoria? E' questo il punto al centro del dibattito messo in scena alla metà del secondo secolo da Giustino nel suo Dialogo con il giudeo Trifone; ai capitoli 80 e 81 vi si afferma che tra i cristiani risultava aperto il dibattito se l'instaurazione del regno messianico di Cristo avrebbe coinciso con l'inizio di un millennio in cui gli eletti avrebbero regnato con lui in una Gerusalemme rinnovata, godendo di ogni bene della terra, secondo una dottrina propria di alcune correnti apocalittiche del giudaismo, nota appunto come millenarismo o chiliasmo, secondo il termine greco per indicare il numero mille. E' chiaro, come del resto già rilevava Giustino, che non accogliere una tale dottrina eliminava in radice un elemento di problematicità, permettendo di collocare in una dimensione più spirituale e trascendente il segno della presenza di Cristo tra i suoi fedeli. E' questa la strada seguita dal vangelo e dall'epistolario giovannei, e da autori come Clemente e Origene. Ma laddove non si volesse rinunciare alla visibilità del regno e della nuova Gerusalemme, il nervo risultava inevitabilmente scoperto. Non è un caso che l'Anticristo escatologico abbia la sua culla in un autore, come Ireneo, che del chiliasmo si fa aperto propugnatore, ponendo la celebrazione del millennio a conclusione della propria opera.
Se infatti Giustino si limitava a legare la seconda venuta di Cristo alla comparsa di «un uomo dell'apostasia»[8] che si sarebbe rivelato persecutore dei cristiani e bestemmiatore di Dio, Ireneo nel quinto libro istituisce una serie di sistematiche corrispondenze tra la figura e le azioni dell'Anticristo e alcune profezie, in specie quelle del libro di Daniele, che nella tradizione giudaica erano strettamente legate ai tempi della venuta messianica. In questo modo, Ireneo, come già Giustino, poteva assegnare la manifestazione gloriosa della messianicità di Cristo alla sua seconda venuta, e altresì contestare ai giudei la mancata comprensione dell'esatto significato delle profezie escatologiche, che li avrebbe condotti all'erronea identificazione del messia con colui che ne sarebbe stato invece l'oppositore e il mistificatore.
L'identificazione escatologica dell'Anticristo era stata anticipata da Ireneo ancora in conclusione del terzo libro, laddove, illustrando la dottrina di Cristo nuovo Adamo che in quanto tale redime l'uomo dal suo destino di morte, viene operata una cursoria identificazione dell'Anticristo con la terza bestia menzionata dal salmo 90,13: «Camminerai sull'aspide e sul basilisco e conculcherai il leone e il drago». Nell'ambito della sua dottrina della ricapitolazione di tutte le realtà in Cristo, Ireneo utilizza il passo per connettere il serpente genesiaco e quello citato in alcuni luoghi del vangelo di Luca (Ev. Luc. 10,19) e dell'apocalisse giovannea (Apoc. 12,9 e 20,2): si tratta ovviamente del diavolo, destinato ad essere incatenato per mille anni; aspide e basilisco sono per Ireneo figura del peccato e della morte prodotti dalla caduta genesiaca: l'esegesi può essere completata proprio con l'identificazione dell'Anticristo nel leone, che permette di creare una coerente catena che lega il libro della Genesi, il salmo 90, il vangelo e l'Apocalisse. Ma è oltremodo significativo che al di fuori di questo passo l'interpretazione anticristologica del salmo 90 non abbia avuto alcun seguito, così come l'uso escatologico del vocabolo Anticristo non sia mai supportato dalla citazione delle lettere di Giovanni, sostituite invece come testi di riferimento dall'Apocalisse e dalla seconda lettera di Paolo ai Tessalonicesi e, tra le profezie veterotestamentarie, da quelle del libro di Daniele; in altri termini, Ireneo pare essere giunto solo per strappi successivi ad una compiuta delineazione della figura escatologica dell'Anticristo, forgiandola per la contemporanea spinta, da un lato, del dibattito cristologico ed esegetico che lo vedeva opposto a gnostici e marcioniti e, dall'altro, del conflitto con il giudaismo per l'appropriazione dell'escatologia millenarista e per la sua regolamentazione nell'ambito cristiano. E'infatti questo l'ultimo snodo fondamentale che va chiarito per comprendere la logica e le motivazioni con cui Ireneo costruisce la sua anticristologia.
Sempre nella seconda metà del secondo secolo, infatti, si assiste ad una drammatica accelerazione delle attese escatologiche da parte di alcune correnti cristiane, tra cui spicca soprattutto il movimento promosso dal profeta frigio Montano (e per questo definito montanismo, nuova profezia o setta dei catafrigi), che predicava l'imminente fine del mondo e la discesa sulla terra della nuova Gerusalemme celeste, sulla scorta di una interpretazione letteralista dell'Apocalisse e di precisi debiti contratti verso l'escatologia giudaica. Sempre Celso sbeffeggia questo genere di profeti, che un po' in tutto l'oriente «proclamano di essere Dio o il Figlio di Dio o uno spirito divino: annunciano la rovina del mondo, la perdizione degli increduli, la salvezza per chi crede loro, il loro ritorno con potenza celeste»[9], facendo uso di espressioni estatiche e oscure. A fondamento di questa impazienza apocalittico-escatologica veniva posta la speculazione su alcune indicazioni cronologiche presenti nell'Apocalisse (i milleduecentosessanta giorni di Apoc. 12) e soprattutto nel libro di Daniele (le settanta settimane di Dan. 9), da cui con ogni probabilità li aveva derivati anche l'autore dell'Apocalisse. Il libro di Daniele, poi, offriva anche l'occasione per ulteriori speculazioni, in quanto conteneva nel secondo capitolo la celebre visione di Nabucodonosor della statua le cui diverse parti e la cui caduta venivano interpretate ad indicare la successione dei grandi imperi universali e la distruzione finale dell'ultimo di essi, identificato con l'impero romano. La recrudescenza dell'attività persecutoria, su scala locale o generale, costituiva la scintilla che periodicamente accendeva una tale frenesia escatologica.
Al 202 risale lo scritto di un non meglio noto Giuda, che - ci informa di Eusebio di Cesarea - «nella sua trattazione sulle settanta settimane di Daniele termina la Cronografia al decimo anno del regno di Severo: egli riteneva che allora fosse già imminente anche la venuta dell'Anticristo, della quale si faceva un gran parlare. Con tale violenza l'incalzare della persecuzione, allora scatenata contro di noi, aveva sconvolto le menti dei più!»[10]. Sempre in quegli anni, Ippolito compone un vero e proprio commento esegetico al libro di Daniele, in cui tra l'altro irride la vicenda di due vescovi siriaci che si erano recati con il loro intero gregge nel deserto per attendervi il ritorno di Cristo e che si erano salvati solo grazie alla moglie del governatore che, cristiana, aveva interceduto presso il marito che si accingeva a sterminarli tutti, avendoli scambiati per una banda di briganti[11].
In una tale situazione, Ireneo, che pure non si occupa di Montano e condivide con lui la credenza chiliasta, aveva dunque già costruito, una trentina d'anni prima di Giuda e di Ippolito, un'interpretazione congiunta della profezie di Daniele e dell'Apocalisse che ne proiettava molto più in là l'effettivo compimento, in un futuro alquanto indeterminato ma sicuramente non incombente[12]. Ippolito, nello specifico trattato sull'Anticristo e nel quarto libro del commento a Daniele darà sostanza a questa linea interpretativa, che si proponeva chiaramente di smorzare le istanze profetico-apocalittiche presenti nelle comunità cristiane, proponendo una visione escatologica coerente e dilazionata nel tempo. In essa anche la figura dell'Anticristo, delineata da Ireneo, assume contorni sempre più precisi e, soprattutto, diviene il soggetto grazie a cui può risultare giustificato il ritardo nell'instaurazione del regno di Cristo; c'è infatti, come adombrato da Paolo nella seconda lettera ai Tessalonicesi, qualcuno che ne ritarda la venuta, e costui ora, grazie ad Ireneo, ha un nome, Anticristo. Ma la sua comparsa è rinviata ad un momento sufficientemente lontano per depotenziare, ad un tempo, le obiezioni messianiche di parte ebraica e le inquietudini delle comunità cristiane, stabilizzandole sotto la guida dei vescovi.
Che la costruzione dell'Anticristo si collochi al crocevia di eresie cristologiche - in specie marcionite - e di addensamenti escatologici è confermato poi dagli scritti e dalla vicenda di Tertulliano. Questi non tratta esplicitamente dell'anticristo, ma gli accenni che compaiono in alcune sue opere, soprattutto in relazione ad alcuni passi neotestamentari e a temi specifici, permettono di cogliere un'evoluzione di estremo interesse, se si prova ad incrociare la cronologia delle opere con il tornante biografico della adesione al montanismo da parte di Tertulliano. Infatti, nel De praescriptione haereticorum, opera riconducibile alla fase iniziale della sua produzione (probabilmente tra il 200 e il 202), e comunque di certo anteriore alla scelta montanista, "anticristo" appare utilizzato nei capitoli 4 e 33 come mero connotatore di alcuni specifici eresiarchi, senza alcuna valenza escatologica, in ciò in linea con le lettere di Giovanni e di Policarpo. Cosippure Marcione è definito anticristo in questa accezione nel primo libro del Contra Marcionem (I 22,1). Il quadro muta proprio nel corso della composizione di quest'opera, che, ci informa Tertulliano stesso, ha conosciuto varie e travagliate fasi: dapprima, una stesura in un solo libro, pubblicata ma a noi non pervenuta; in seguito, intorno al 205-206, ne redigette una versione accresciuta a due libri, ma essa gli venne sottratta da un confratello poi apostata, che la mise in circolazione dopo averla adulterata; Tertulliano, quindi, ne approntò una terza versione (nell'anno 207-208), aumentandola a tre libri, grazie a una suddivisione del primo dei due che costituivano la stesura sottrattagli e soprattutto con l'aggiunta di frasi e di passaggi che mostrano, tra l'altro, il suo accostamento al montanismo. Tuttavia ancora a questo punto, e in specie a III 8, l'uso linguistico non pare mutato, sia pure con un significativo cambiamento nell'esegesi delle lettere di Giovanni[13]. E' però con l'esplicita adesione al montanismo e alla sua escatologia chiliastica che l'anticristo tertullianeo assume un deciso connotato escatologico: nel De resurrectione mortuorum, anteriore al quinto e ultimo libro del Contra Marcionem (databile intorno al 212), appare pienamente sviluppata la cronologia escatologica che vede nell'anticristo un attore decisivo, in base ad un dossier testuale che Tertulliano condivide con Ippolito (anche se il difficile problema dell'identificazione di quest'ultimo e della datazione delle sue opere impedisce univoche conclusioni di dipendenza); a tale dossier Tertulliano apporta delle limitate ma significative nuances  ermeneutiche. Così, anche la definizione ireneana di Marco Mago quale praecursor viene utilizzata per reinterpretare ex post la figura degli anticristi dell'epistola di Giovanni; e però, non potendo per ovvi motivi cronologici definirli sic et simpliciter precursori dell'anticristo, Tertulliano li trasforma in precursori dello spirito di questo (V 16,4), in ciò forzando la lettera del testo giovanneo per giustificare l'ormai avvenuta escatologizzazione della figura anticristica.
All'incirca nel medesimo torno di anni, Ippolito, probabilmente un vescovo dell'Asia Minore, dedicherà all'anticristo un ampio trattato, in cui la figura escatologica assumerà una compiuta morfologia esegetica e teologica; da quel momento in poi, sempre più esso diventerà un potente strumento retorico di individuazione e di delegittimazione del "nemico" di volta in volta individuato, che accompagnerà la storia del cristianesimo nel corso dei secoli. Ma questa sarà già un'altra storia.
Questo articolo si cita: M. Rizzi, Morfologia e retorica dell'anticristo, «Storicamente», 1 (2005), http://www.storicamente.org/rizzi.htm

Molti dichiarano che l’ anticristo sarà un leader religioso e politico, ma la prima domanda che  dobbiamo porci, che è utile sapere  è questa:
CHI HA PER PADRE L’ ANTICRISTO ?.T
Tutte le religioni monoteiste sono concordi nel proclamare che l’ anticristo è figlio di satana, (se non fisicamente spiritualmente).
Al riguardo dei figli di satana Gesù afferma:
Giovanni 8:44 voi che avete per padre il diavolo, e volete compiere i desideri del padre vostro. Egli è stato omicida fin da principio e non ha perseverato nella verità, perché non vi è verità in lui. Quando dice il falso, parla del suo, perché è menzognero e padre della menzogna.
Ogni figlio di satana vuole compiere i desideri del padre suo.
Quali sono questi desideri che un figlio del male deve compiere per il padre della menzogna?
Ci viene in aiuto un messaggio di Medjugorje  del 1991
QUALE E’ IL PIANO DI SATANA SULL’ UMANITA’ ?

Madonna di Medjugorje Messaggio, 25 gennaio 1991
"Cari figli, oggi come mai prima vi invito alla preghiera. Che la vostra preghiera sia preghiera per la pace. Satana é forte e desidera distruggere non solo la vita umana ma anche la natura e il pianeta su cui vivete. Perciò, cari figli, pregate per poter essere protetti attraverso la preghiera con la benedizione della pace di Dio. Dio mi ha mandato tra voi per aiutarvi. Se volete, afferrate il Rosario; già solo il Rosario può fare i miracoli nel mondo e nella vostra vita. Io vi benedico e rimango con voi finché Dio lo vuole. Grazie perché non tradirete la mia presenza qui. Grazie perché la vostra risposta serve al bene e alla pace. Grazie per aver risposto alla mia chiamata
CHI SONO GLI ANTICRISTI ?
Al riguardo la bibbia è molto chiara

  1G 2:18 Figlioli, questa è l'ultima ora. Come avete udito che deve venire l'anticristo, di fatto ora molti anticristi sono apparsi. Da questo conosciamo che è l'ultima ora.

1G 2:22 Chi è il menzognero se non colui che nega che Gesù è il Cristo? L'anticristo è colui che nega il Padre e il Figlio.

1G 4:3 ogni spirito che non riconosce Gesù, non è da Dio. Questo è lo spirito dell'anticristo che, come avete udito, viene, anzi è già nel mondo.

2G 7 Poiché molti sono i seduttori che sono apparsi nel mondo, i quali non riconoscono Gesù venuto nella carne. Ecco il seduttore e l'anticristo
Il termine anticristo compare solo nel nuovo testamento, lo spirito dell ‘ anticristo è presente nella storia umana da duemila anni ma solo in questo tempo specifico  sembra intensificare la sua azione malefica
1.394 - 3 marzo 1998

L’umanità vivrà momenti dolorosi. Ci sarà una terribile crisi di fede. Una grande apostasia scuoterà la Chiesa e l’anticristo diffonderà i suoi errori e falsi insegnamenti per il mondo intero.

1.394 - 3 marzo 1998

.
Ci sarà una terribile crisi di fede. Una grande apostasia scuoterà la Chiesa e l’anticristo diffonderà i suoi errori e falsi insegnamenti per il mondo intero.

1.409 - 9 aprile 1998 (Giovedì Santo)

Ricordate oggi l’Istituzione dell’Eucaristia e del Sacerdozio. Dato che questi sacramenti sono le fondamenta della Chiesa di mio Figlio, satana ha cercato di distruggerli in tutti i modi. Vedete quanti sacrilegi si commettono oggi con l’Eucaristia. Vedete quanti scandali coinvolgono sacerdoti. Il grande piano del demonio è porre fine all’Eucaristia e distruggere il vero significato della vita consacrata. Accogliendo una falsa dottrina, molti diranno che Gesù è presente nell’Eucaristia solo simbolicamente: in questo modo il demonio trascinerà all’errore un grande numero di consacrati e fedeli. Questo è il tempo della grande confusione. Coloro che mi ascoltano non saranno mai ingannati. Fate attenzione, pregate. Amate la verità e siate in tutto come Gesù. Mio figlio è realmente presente nell’Eucaristia con il suo corpo, sangue, anima e divinità. Quelli che insegneranno il contrario saranno gli inviati dall’anticristo

2.532 - 05.06.2005
. Un uomo apparentemente buono, ossia l’anticristo, acquisterà grande potere satanico. L’azione malefica si verificherà nella festa di un grande santo, quello che quando venne chiamato da Dio cadde da cavallo e la sua vita fu trasformata. Vi chiedo di mantenere accesa la fiamma della vostra fede. Vedrete orrori sulla terra. Molti uomini saranno sedotti dalla fiera e marchiati dal suo segno. Voi siete di Cristo. Solo Lui dovete servire e seguire. Non lasciatevi ingannare. Solo Dio è il più grande. Confidate in Lui per essere grandi nella fede.

2.583 - 04.10.2005
. Verrà l’anticristo e le nazioni saranno in guerra. Sarà la più grande sofferenza per gli uomini.

2.628 - 14/01/2006

. L’anticristo agirà con grande furia per distruggere la Chiesa del mio Gesù. Il suo più grande attacco causerà un danno spirituale come non si è mai visto dai tempi di Adamo.

QUALE SARA’IL  DANNO SPIRITUALE  CHE CAUSERA L’ ANTICRISTO?

 IL MARCHIO DELLA BESTIA
Nel libro dell’ apocalisse compare per la prima volta il concetto del “marchio della bestia” segno degli ultimi tempi

Ap 13:17 e che nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome.

Ap 16:2 Partì il primo e versò la sua coppa sopra la terra; e scoppiò una piaga dolorosa e maligna sugli uomini che recavano il marchio della bestia e si prostravano davanti alla sua statua.

Ap 19:20 Ma la bestia fu catturata e con essa il falso profeta che alla sua presenza aveva operato quei portenti con i quali aveva sedotto quanti avevano ricevuto il marchio della bestia e ne avevano adorato la statua. Ambedue furono gettati vivi nello stagno di fuoco, ardente di zolfo.

Ap 20:4 Poi vidi alcuni troni e a quelli che vi si sedettero fu dato il potere di giudicare. Vidi anche le anime dei decapitati a causa della testimonianza di Gesù e della parola di Dio, e quanti non avevano adorato la bestia e la sua statua e non ne avevano ricevuto il marchio sulla fronte e sulla mano. Essi ripresero vita e regnarono con Cristo per mille anni;

COSA RAPPRESENTA IL MARCHIO DELLA BESTIA ?

Ecco una possibile interpretazione dal servo di Maria Don Stefano Gobbi


Messaggio 410 - 8 settembre 1989 della Madonna a Don Stefano Gobbi

" [...] Lasciatevi da Me segnare con il mio materno sigillo.


Questi sono i tempi in cui i seguaci di colui che si oppone a Cristo vengono segnati con il suo marchio sulla fronte e sulla mano.


Il marchio sulla fronte e sulla mano è espressione di una totale dipendenza da chi viene significato da questo segno.


Il segno indica colui che è nemico di Cristo, cioè l’Anticristo, ed il suo marchio che viene impresso significa la completa appartenenza della persona segnata alla schiera di colui che si oppone a Cristo e lotta contro il Suo divino e regale dominio.

Il marchio è impresso sulla fronte e sulla mano.

La fronte indica l’intelligenza, perché la mente è sede della ragione umana.

La mano esprime l’attività umana, perché è con le sue mani che l’uomo opera e lavora.

Pertanto è la persona che viene segnata con il marchio dell’Anticristo nella sua intelligenza e nella sua volontà.

Chi si lascia segnare dal marchio sulla fronte viene condotto ad accogliere la dottrina della negazione di Dio, del rifiuto della Sua Legge, dell’ateismo che, in questi tempi, viene sempre più diffuso e propagato.

E’ così sospinto a seguire le ideologie oggi di moda ed a farsi propagatore di tutti gli errori.

Chi si lascia segnare dal marchio sulla mano viene obbligato ad agire in maniera autonoma e indipendente da Dio, ordinando la propria attività alla ricerca di un bene solo materiale e terreno.

Così sottrae la sua azione al disegno del Padre, che vuole illuminarla e sostenerla con la Sua divina Provvidenza; all’amore del Figlio che rende la fatica umana un mezzo prezioso per la sua stessa redenzione e santificazione; al potere dello Spirito che agisce ovunque per rinnovare interiormente ogni creatura.

Chi è segnato dal marchio sulla mano lavora solo per se stesso, per accumulare beni materiali, fa del denaro il suo dio e diviene vittima del materialismo.

Chi è segnato dal marchio sulla mano opera solo per l’appagamento dei propri sensi, per cercare il benessere ed il piacere, per dare piena soddisfazione a tutte le sue passioni, specialmente a quelle dell’impurità, e diviene vittima dell’edonismo.

Chi è segnato dal marchio sulla mano fa del proprio io il centro di tutto il suo operare, guarda agli altri come oggetti da usare e da sfruttare per il proprio tornaconto e diventa vittima dell’egoismo sfrenato e della mancanza di amore.

Se il mio avversario segna, con il suo marchio, tutti i suoi seguaci, è giunto il tempo in cui anch’io, vostra Celeste Condottiera, segno con il mio materno sigillo tutti coloro che si sono consacrati al mio Cuore Immacolato e fanno parte della mia schiera.

Imprimo sulla vostra fronte il mio sigillo con il segno santissimo della Croce di mio figlio Gesù.

Così apro l’intelligenza umana ad accogliere la Sua Divina Parola, ad amarla, a viverla, vi conduco ad affidarvi completamente a Gesù che ve l’ha rivelata, e vi rendo oggi coraggiosi testimoni di fede.

Ai segnati sulla fronte con il marchio blasfemo, Io contrappongo i miei figli segnati con la Croce di Gesù Cristo.

Poi ordino tutta la vostra attività alla perfetta glorificazione della Santissima Trinità.

Per questo imprimo sulla vostra mano il mio sigillo che è il segno del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

Con il segni del Padre, la vostra umana attività viene ordinata ad una perfetta cooperazione al disegno della Sua divina Provvidenza, che ancora oggi dispone ogni cosa per il vostro bene.

Con il segno del Figlio, ogni vostra azione viene profondamente inserita nel mistero della Sua divina redenzione.

Con il segno dello Spirito Santo, tutto il vostro agire si apre alla Sua potente forza di santificazione, che soffia ovunque come un fuoco potente, per rinnovare dalle fondamenta tutto il mondo.

Figli miei prediletti, lasciatevi tutti segnare sulla fronte e sulla mano dal mio materno sigillo, in questo giorno in cui, raccolti con amore attorno alla mia culla, celebrate la festa della nascita terrena della vostra Mamma Celeste".



1G 2:18 Figlioli, questa è l'ultima ora. Come avete udito che deve venire l'anticristo, di fatto ora molti anticristi sono apparsi. Da questo conosciamo che è l'ultima ora.

1G 2:22 Chi è il menzognero se non colui che nega che Gesù è il Cristo? L'anticristo è colui che nega il Padre e il Figlio.

1G 4:3 ogni spirito che non riconosce Gesù, non è da Dio. Questo è lo spirito dell'anticristo che, come avete udito, viene, anzi è già nel mondo.

2G 7 Poiché molti sono i seduttori che sono apparsi nel mondo, i quali non riconoscono Gesù venuto nella carne. Ecco il seduttore e l'anticristo!
Mt 24:24 Sorgeranno infatti falsi cristi e falsi profeti e faranno grandi portenti e miracoli, così da indurre in errore, se possibile, anche gli eletti.

Mc 13:22 perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti e faranno segni e portenti per ingannare, se fosse possibile, anche gli eletti.
2Tm 4:3 Verrà giorno, infatti, in cui non si sopporterà più la sana dottrina, ma, per il prurito di udire qualcosa, gli uomini si circonderanno di maestri secondo le proprie voglie,

PROFEZIE DI ANGUERA CORRELATE ALL’ ANTICRISTO
2.554 - 26.07.2005
Cari figli, dovrete soffrire a causa della vostra fede. Colui che si oppone a Cristo si manifesterà e condurrà all’errore un grande numero dei miei poveri figli. State attenti. È un falso messia. Riuscirà a sedurre anche molti consacrati. Ecco il tempo della grande battaglia spirituale. Siate forti. Cercate forza in Gesù Eucaristico per essere vincitori. Un terremoto solleverà la terra. Gli uomini vedranno qualcosa di simile alle onde del mare. Pregate. Io sono vostra Madre e sono con voi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

2.826 - 20.04.2007
Cari figli, colui che sarà accolto come l’illuminato sarà, in verità, il terrore delle nazioni. Il suo piano sarà solo uno, ma ciò che realizzerà porterà gravi conseguenze per i miei poveri figli. Pregate. Rimanete saldi sul cammino che vi ho indicato. Amate la Verità. Accogliete i miei Appelli e sarete condotti alla Verità. Non perdetevi d’animo. Il Signore è con voi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace


2.828 - 23.04.2007
Cari figli, pregate. L’azione del demonio porterà molti a negare la Fede. Un piano terribile sarà messo in pratica con l’obiettivo di distruggere la Chiesa del mio Gesù. Molti si tireranno indietro e il re si sentirà solo. Confidate in Dio. Ascoltate i miei Appelli e vivete rivolti verso il Signore. Egli è vostra forza e vostra speranza. Io sono vostra Madre Addolorata e so ciò che vi attende. Pregate. Pregate. Pregate. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.


MESSAGGI DI ANGUERA CORRELATI ALLA PAROLA ANTICRISTO


1.394 - 3 marzo 1998
Cari figli, sono vostra Madre e sono instancabile. Vi chiamo anche quando siete dispersi, perché desidero che facciate parte del mio esercito vittorioso. L’umanità si è chiusa al vero Dio e cammina verso l’autodistruzione. Sono giunti per voi i tempi più dolorosi. Quello che vi ho predetto in passato si realizzerà. Pregate. Pregate. Pregate. L’umanità vivrà momenti dolorosi. Ci sarà una terribile crisi di fede. Una grande apostasia scuoterà la Chiesa e l’anticristo diffonderà i suoi errori e falsi insegnamenti per il mondo intero. Vi chiedo di essere uomini e donne di preghiera. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

1.409 - 9 aprile 1998 (Giovedì Santo)

Cari figli, sappiate che grande è la sofferenza di mio Figlio Gesù a causa degli uomini. Vi invito al pentimento sincero di tutti i vostri peccati. Sappiate che mio Figlio è ricco di misericordia e vuole perdonarvi. Aprite i vostri cuori. Ricordate oggi l’Istituzione dell’Eucaristia e del Sacerdozio. Dato che questi sacramenti sono le fondamenta della Chiesa di mio Figlio, satana ha cercato di distruggerli in tutti i modi. Vedete quanti sacrilegi si commettono oggi con l’Eucaristia. Vedete quanti scandali coinvolgono sacerdoti. Il grande piano del demonio è porre fine all’Eucaristia e distruggere il vero significato della vita consacrata. Accogliendo una falsa dottrina, molti diranno che Gesù è presente nell’Eucaristia solo simbolicamente: in questo modo il demonio trascinerà all’errore un grande numero di consacrati e fedeli. Questo è il tempo della grande confusione. Coloro che mi ascoltano non saranno mai ingannati. Fate attenzione, pregate. Amate la verità e siate in tutto come Gesù. Mio figlio è realmente presente nell’Eucaristia con il suo corpo, sangue, anima e divinità. Quelli che insegneranno il contrario saranno gli inviati dall’anticristo. State attenti. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

2.532 - 05.06.2005
Cari figli, pregate con il cuore. Non allontanatevi dal cammino che vi ho indicato. Sappiate che l’umanità vivrà momenti di grandi difficoltà. Un uomo apparentemente buono, ossia l’anticristo, acquisterà grande potere satanico. L’azione malefica si verificherà nella festa di un grande santo, quello che quando venne chiamato da Dio cadde da cavallo e la sua vita fu trasformata. Vi chiedo di mantenere accesa la fiamma della vostra fede. Vedrete orrori sulla terra. Molti uomini saranno sedotti dalla fiera e marchiati dal suo segno. Voi siete di Cristo. Solo Lui dovete servire e seguire. Non lasciatevi ingannare. Solo Dio è il più grande. Confidate in Lui per essere grandi nella fede. Coraggio. Niente e nessuno vi allontanerà dall’Amore di Dio se vivrete fedelmente come il Signore desidera. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
2.583 - 04.10.2005
Cari figli, quando sentite il peso della croce chiamate Gesù e cercate forza nella sua Parola e nell’Eucarestia. L’umanità berrà il calice amaro della guerra. Verrà l’anticristo e le nazioni saranno in guerra. Sarà la più grande sofferenza per gli uomini. Pregate. Io desidero soccorrervi. Aprite i vostri cuori alla mia chiamata e sarete salvi. Voi che state ad ascoltarmi, non dovete temere nulla. Siate fedeli e nessun male verrà contro di voi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
2.628 - 14/01/2006
Cari figli, coraggio. Dio è al vostro fianco. Qualunque cosa accada, non permettete che la fiamma della fede si spenga dentro di voi. Non allontanatevi dalla preghiera. La croce sarà pesante per gli uomini fedeli. L’alimento prezioso sarà visto e desiderato, ma gli uomini lo temeranno. L’anticristo agirà con grande furia per distruggere la Chiesa del mio Gesù. Il suo più grande attacco causerà un danno spirituale come non si è mai visto dai tempi di Adamo. O figli, soffro per ciò che vi attende. Io sono vostra Madre e sarò vicina a voi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

MESSAGGI DI ANGUERA CORRELATI ALLA PAROLA OPPOSITORE

2.523 - 17.05.2005
Cari figli, pentitevi dei vostri peccati e tornate a Colui che è il vostro Tutto. L’umanità sarà schiacciata dagli uomini perversi, ma chi sarà stato fedele fino alla fine riceverà la ricompensa del Signore. Sorgerà un oppositore e a causa sua ci sarà disprezzo nella casa di Dio. La croce e le immagini saranno disprezzate e i veri fedeli saranno perseguitati. Sappiate che questi sono i tempi difficili per l’umanità. Pregate sempre. Coloro che stanno al mio fianco vinceranno. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
2.944 - 17/01/2008
Cari figli, il mio Gesù fu tradito da uno dei suoi eletti e consegnato ai nemici. Arriverà il giorno in cui la sua Chiesa sarà tradita da uno di quelli eletti per difenderla. Il nemico avrà grande forza perché avrà l’appoggio di molti consacrati. Ecco il tempo della grande battaglia spirituale per la Chiesa. Sappiate che nonostante il danno causato dall’oppositore, la Chiesa non sarà mai sconfitta. Nel cuore dei fedeli, la Chiesa resterà viva e forte. Pregate. Non spaventatevi. È necessario che tutto questo accada, ma alla fine la vittoria sarà del Signore. Avanti nella fede e nella speranza. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

2.953 - 06/02/2008
Cari figli, l’oppositore troverà nel palazzo la chiave che gli aprirà la porta per agire nel mondo. Con la sua astuzia coinvolgerà uomini e donne di grande sapienza. Il suo progetto coinvolgerà uomini di scienza e di religione. Attirerà verso il suo velenoso progetto governanti del mondo intero; persone famose e persone semplici. Gli uomini fedeli porteranno una croce pesante, ma il mio Gesù lo vincerà e l’umanità troverà la liberazione. Inginocchiatevi in preghiera. Siate fedeli al Signore e restate saldi sul cammino che vi ho indicato. Sono venuta dal cielo per condurvi al mio Gesù. Non tiratevi indietro. Aprite i vostri cuori e accettate la volontà di Dio per le vostre vite. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
2.959 - 21/02/2008
Cari figli, con l’obiettivo di indebolire la Chiesa del mio Gesù, l’oppositore convocherà i leader delle false religioni e molti falsi pastori. Insieme, faranno di tutto per distruggere il Sacro e raggiungeranno molti dei loro obiettivi, ma la vittoria finale sarà del Signore. Per mezzo di uomini e donne di fede, ci sarà grande speranza per i miei poveri figli lontani. Dio non vi abbandonerà. Inginocchiatevi in preghiera. Non perdetevi d’animo. Io sarò sempre vicina a voi. Siate coraggiosi e non permettete che la fiamma della fede si spenga dentro di voi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

2.967 - 10/03/2008
Cari figli, sono vostra Madre e soffro per ciò che vi attende. Arriverà il giorno in cui la croce sarà pesante per gli uomini e le donne di fede. L’oppositore impedirà che i cristiani si uniscano per pregare in luoghi pubblici e molti saranno martirizzati, altri negheranno la fede. Vi chiedo di non allontanarvi dalla preghiera. L’umanità è lontana dal Creatore ed ecco che sono giunti i tempi da me predetti. Tornate in fretta. Non restate stazionari nel peccato. Il mio Signore vi ama e vi attende a braccia aperte. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
2.971 - 15/03/2008
Cari figli, la chiave per l’ingresso dell’oppositore sarà nel palazzo. La sua forza sarà simile a quella di una grande arma di distruzione. Le false ideologie saranno abbracciate come vere e i miei poveri figli conosceranno la croce della schiavitù. State attenti. Non restate con le mani in mano. Amate la verità e non permettete che le cose del mondo vi allontanino da Dio. Accogliete e testimoniate il Vangelo del mio Gesù. Pregate. La forza della preghiera vi aiuterà a restare saldi nella fede. Avanti. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
2.983 - 12/04/2008
Cari figli, la forza dell’oppositore si diffonderà per il mondo. Le nazioni cattoliche saranno perseguitate e la croce sarà pesante per la Chiesa. Anche nella Terra della Santa Croce (Brasile) vedrete orrori. La forza del nemico provocherà divisioni e scandali. Pregate. Solo con la forza della preghiera potete vincere. Sono vostra Madre e so cosa vi attende. Non state con le mani in mano. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
2.986 - 19/04/2008
Cari figli, l’umanità è malata e ha bisogno di essere curata. Tornate a colui che è la vostra unica Via, Verità e Vita. Vi chiedo di essere miti e umili di cuore, perché solo così potete accettare i miei appelli. Non sono venuta dal cielo per obbligarvi, ma non dimenticate: a chi fu dato molto, molto sarà chiesto. Voi non siete soli. Il Signore è molto vicino a voi. Inginocchiatevi in preghiera per la conversione dei peccatori. Pregate anche per la Chiesa del mio Gesù. La forza dell’oppositore causerà grandi sofferenze per i miei poveri figli. La Chiesa sarà perseguitata e in molti luoghi i templi saranno distrutti. Saranno attaccati famosi santuari e la morte sarà presente in seno alla Chiesa. Soffro per ciò che vi attende. Il futuro dell’umanità sarà doloroso. Cercate il Signore. Solo in lui è la vostra salvezza. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
2.989 - 26/04/2008
Cari figli, arriverà il giorno in cui l’oppositore diffonderà i suoi errori sulla terra e ci sarà grande disprezzo per i buoni costumi. La Chiesa vivrà momenti di grande persecuzione e porterà una croce pesante. Per un determinato periodo, la Chiesa camminerà senza Pietro, ma il mio Gesù sarà fedele alla sua promessa. Coraggio. Io sarò al vostro fianco. Vi chiedo di non allontanarvi dalla preghiera. L’umanità è malata e ha bisogno di essere curata. Tornate al Signore. Avvicinatevi al sacramento della confessione e sarete guariti spiritualmente. Vivete nella grazia del Signore. Non contaminatevi con le cose del mondo. Siete del Signore. Solo lui dovete seguire e servire. Gli uomini sapienti faranno grandi scoperte. Dall’universo verrà la forza che illuminerà la terra. Inginocchiatevi in preghiera. Ripeto: pregate, pregate, pregate. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace
2.993 - 04/05/2008
Cari figli, vi chiedo di allontanarvi da ogni male. Cercate la santità e siate in tutto come Gesù. L’umanità vive forti tensioni e i miei poveri figli camminano come ciechi che guidano altri ciechi. Pentitevi sinceramente dei vostri peccati. Il pentimento è il primo passo da fare sul cammino della conversione. Il Signore si aspetta molto da voi. Non tiratevi indietro. Non spaventatevi. Siate coraggiosi. Qualunque cosa accada, non perdete la vostra speranza. L’oppositore causerà grandi danni all’umanità. Perseguiterà la Chiesa nella Terra della Santa Croce (Brasile) e porterà molti dei miei poveri figli all’errore. Molti abbracceranno false dottrine e si allontaneranno dalla verità. Soffro a causa dei miei poveri figli. Tornate in fretta. Il mio Signore vi ama e vi attende a braccia aperte. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
3.022 - 12/07/2008
Cari figli, sono vostra Madre. Conosco le vostre necessità e intercederò presso il mio Gesù per voi. Riempitevi dell’amore del Signore e sperate in lui con totale fiducia. Io sono venuta dal cielo per trasformarvi e condurvi a mio Figlio Gesù. Dedicate parte del vostro tempo alla preghiera. La preghiera sincera e perfetta vi condurrà a un’alta vetta di santità. Vivete con gioia i miei appelli. Annunciate a tutti ciò che vi dico. Non restate in silenzio. Dio ha fretta. Non lasciate per il domani ciò che potete fare oggi. Siate coraggiosi. Nella grande tribolazione alla Chiesa, voi che siete fedeli sarete perseguitati e portati a giudizio. Sarà un tempo doloroso per la Chiesa. In molti luoghi la Chiesa perderà il diritto di annunciare Cristo al mondo. L’Oppositore prepara un terribile attacco contro la Chiesa del mio Gesù. Pregate. Non allontanatevi dalla preghiera. Restate saldi. Io sono al vostro fianco. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
3.032 - 26/07/2008
Cari figli, l’oppositore umilierà la Chiesa e farà soffrire molti consacrati fedeli alla Santa Dottrina. Cercheranno di distruggere un tempio in cerca di un tesoro e la sofferenza dei miei poveri figli sarà grande. Sono vostra Madre Addolorata e sono venuta dal cielo per chiamarvi alla conversione. Non tiratevi indietro. Dedicate parte del vostro tempo alla preghiera e all’ascolto della Parola di Dio. Ricolmatevi dell’amore di Dio, perché solo così potete percorrere la strada della santità. Io conosco i vostri problemi. Quando mi chiamate, io vengo in vostro aiuto. Aprite i vostri cuori e restate saldi sul cammino che vi ho indicato. Io intercederò presso il mio Gesù per le vostre necessità. Avanti. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
3.092 - 07/12/2008
Cari figli, vi chiedo di essere uomini e donne di fede. Testimoniate sempre e in ogni luogo che siete veramente di Cristo. Lui si aspetta molto da voi. Fuggite dal peccato e riconciliatevi con Dio. L’umanità si è contaminata con il peccato e i miei poveri figli camminano come ciechi che guidano altri ciechi. Ritornate. Il Signore vi attende con immenso amore di Padre. Siate pronti a rispondere con il vostro sì alla chiamata del Signore. Siate fedeli alla Chiesa. L’oppositore affronterà la Chiesa. Sarà una lunga e dolorosa battaglia. Pochi resteranno sul cammino della verità. In questo tempo la Chiesa sarà sul suo calvario, ma il mio Gesù vincerà il nemico insieme ai pochi pastori fedeli. Ci sarà un solo gregge e un solo Pastore. Restate sul cammino della verità. Io sono vostra Madre e voglio aiutarvi. Siate docili. Non tiratevi indietro. Avanti. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.


MESSAGGI DI ANGUERA CORRELATI ALLA LOCUZIONE FALSO PROFETA
2.593 - 24.10.2005
Cari figli, la vostra vera liberazione è nel Signore. Tornate a Lui che vede nel segreto e vi conosce per nome. Siate ferventi nella fede. Non restate lontani dalla preghiera. Pregate. Dedicate parte del vostro tempo alla preghiera. L’umanità ha bisogno di pace e voi potete raggiungerla per mezzo della preghiera. In Brasile arriverà un falso profeta, che sedurrà molti. La sua maschera cadrà. Si avvicina la fine dei suoi inganni. Il Signore mostrerà il suo braccio forte. Soffro a causa dei vostri peccati. Pentitevi. La Thailandia vivrà momenti di angoscia. Anche la Svizzera verserà lacrime. Sarà a Basilea. O uomini, dove volete andare? Il Signore vi ama e vi attende. Non restate stazionari. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace

2.975 - 23/03/2008
Cari figli, gli uomini seguaci del falso profeta marceranno con grande furia in direzione del tempio santo. Lì ci sarà grande distruzione. La Chiesa piangerà e si lamenterà. In questo giorno sarà visibile una eclissi lunare. Vi chiedo di non allontanarvi dalla verità. Il mio Gesù ha bisogno della vostra sincera e coraggiosa testimonianza. Mostrate ovunque a tutti che siete veramente di Cristo. Lui è la vostra speranza. In lui è la vostra salvezza e al di fuori di lui l’uomo non potrà mai essere salvo. Vivete in un mondo pieno di disamore. Tornate all’amore. L’amore guarisce e porta gioia. L’amore è più forte della morte. L’amore è più potente del peccato. Non state con le mani in mano. Il vostro tempo è breve. Ciò che dovete fare, non rimandatelo a domani. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace

MESSAGGI DI ANGUERA CORRELATI ALLA PAROLA PROFETA

IL MESSAGGIO 458 (2 novembre 1991)

18. LA MIA OBBEDIENZA: LA VOSTRA FELICITÀ
Siate pronti a dire il vostro sì, come me, alla volontà del Signore. Con il mio sì, il cuore di coloro che vivono in piena solitudine possono ritrovare la vera gioia. “Ecco la serva del Signore”, è la risposta perfetta e cosciente della vostra Madre Celeste al messaggero di Dio. In quel momento, il Verbo Divino fu depositato nel mio seno verginale. Ecco che l’Emmanuele, il Dio con noi tanto sperato e annunciato da secoli dai profeti, arrivava per la gioia di molti e la disperazione della maggioranza. Con il mio sì l’ho portato al mondo, per vivere tra di voi. Quando era bambino, lo prendevo tra le braccia e, accarezzandogli il volto, gli dicevo: “Mio Dio, mio Dio Bambino”. Così vidi crescere tra le mie braccia il Dio della Salvezza e della Pace. Grande era il suo amore per i bambini che giocavano con lui davanti al laboratorio del mio castissimo sposo Giuseppe.

Ancora bambino, intorno alla povera casa dove abitavamo, seduto su una pietra il piccolo Gesù benediva tutti quelli che passavano di lì. In un gesto di infinito amore e bontà, portava acqua ai viaggiatori che venivano dai luoghi più lontani. Tutti lo ammiravano per la sua estrema bontà e amore. Ricordo che un giorno, come di solito, ricevemmo un gruppo di bambini, tra cui uno piuttosto curioso che gli faceva molte domande. Questo bambino si chiamava Dima e, tra le diverse domande, una mi colpì: “Quando sarai grande vuoi essere Re o Profeta?”. Al che il piccolo Gesù rispose: “Io sono il Re dei re. Io sono il Profeta dei profeti. E dico di più: quando sarò sulla Croce, tu sarai al mio fianco”. E aggiunse: “Nella mia casa c’è un posto per te”. Il piccolo Dima continuò il suo interrogatorio, ma non capì quello che Gesù gli voleva dire. Solo più tardi, sulla Croce, a fianco di mio Figlio, ricordò le parole del piccolo Gesù.
2.494 - 12.03.2005
Cari figli, l’ira di un uomo dall’apparenza di profeta, ma non un profeta, lascerà una sedia vuota. Gli uomini fedeli verseranno lacrime, ma Dio non li abbandonerà. Non restate con le mani in mano. Ecco il tempo della grande battaglia spirituale. Pregate. Solo per mezzo della preghiera avrete la forza per sopportare il peso delle prove. Non dimenticate: Dio è fedele alle sue promesse. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
2.516 - 30.04.2005
Cari figli, inginocchiatevi in preghiera per la pace nel mondo. L’umanità vive forti tensioni e cammina verso l’autodistruzione. Un uomo orgoglioso farà accordi con l’Iran. Lui sembra essere un pacificatore, ma in verità sarà una spina per molte nazioni. Gli uomini del terrore, capeggiati da colui che ha l’apparenza di un profeta, porteranno sofferenza e dolore al nido dell’aquila e al Paese del Salvatore. Ecco che sono giunti i tempi da me predetti. Pregate. State attenti. Io sono vostra Madre e sono al vostro fianco. Avanti con speranza. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

2.625 - 07/01/2006
Cari figli, Io sono vostra Madre e vi amo. Siate del Signore e lasciate che la sua grazia trasformi le vostre vite. Inginocchiatevi in preghiera, perché solo così potete raggiungere la pace. La città della grande torre sarà scossa. La contaminazione arriverà alle sue isole. Tremerà anche la città con il nome di un grande profeta e la casa degli uomini riuniti. Sarà in Brasile. Tornate in fretta. Ciò che dico dev’essere preso sul serio. Non restate con le mani in mano. Allontanatevi dal peccato e dite il vostro sì alla chiamata del Signore. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
3.260 - 1 gennaio 2010
Cari figli, Io sono vostra Madre e sono venuta dal cielo per portarvi la pace. Aprite i vostri cuori all’amore del Signore e lasciate che lui vi trasformi. Non restate con le mani in mano. Restate saldi nella preghiera. La preghiera vi fortificherà e vi condurrà alla vittoria di Dio. Camminate verso un futuro di grandi prove. La morte di un grande leader causerà grande confusione. La caduta di un profeta sarà necessaria per il bene di molte anime. Voi non potete comprendere i misteri di Dio. Inginocchiatevi e pregate. Cercate forza nell’Eucarestia e nelle parole di mio Figlio Gesù. La Chiesa incontrerà un grande ostacolo nella rivolta di una famosa congregazione. Restate saldi nella verità. Non permettete che nulla vi allontani dalla verità. Ascoltatemi e io vi porterò per un cammino sicuro. Coraggio. Chi sta con il Signore mai sarà sconfitto. Sangue cadrà dalle altezze e fuoco scorrerà sulle acque. Ecco i tempi che vi ho annunciato in passato. Avanti nella verità. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
PROFEZIE DI ANGUERA CORRELATA ALLA LOCUZIONE  FALSI

410 – 1 giugno 1991
Miei amati figli. Sappiate che potete affrontare il peso della disciplina che la vostra missione richiede con l’amore sincero e totale per il Vangelo, e realmente attrarrete anime, conducendole alla santità. Per questo motivo, dovete essere ricchi di fede, così da trasmetterla agli altri. Dovete anche essere fermi nella fede, per essere capaci di aiutare gli altri nelle loro tentazioni e debolezze; ma, soprattutto, dovete essere illuminati nella fede, per mostrare agli altri le false dottrine contro la fede, i falsi cristi e i falsi profeti. Fate attenzione. Non siate infedeli alla vostra Chiesa. Dio domanderà conto dei talenti che vi ha dato, miei amati figli. Voi sapete cosa è giusto e cosa è sbagliato, ma perché ancora accettate ciò che è sbagliato? Ripeto, fate attenzione. Tanti sono oggi sulla strada sbagliata a causa dei vostri falsi insegnamenti e cattivi esempi di vita. Non permettete a satana di infiltrarsi nella mia Chiesa. Tornate a insegnare le verità che mio Figlio vi ha dato. Non temete. Mio Figlio sarà con voi fino alla fine dei tempi, come promesso. Coraggio. Avanti. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

1.394 - 3 marzo 1998
Cari figli, sono vostra Madre e sono instancabile. Vi chiamo anche quando siete dispersi, perché desidero che facciate parte del mio esercito vittorioso. L’umanità si è chiusa al vero Dio e cammina verso l’autodistruzione. Sono giunti per voi i tempi più dolorosi. Quello che vi ho predetto in passato si realizzerà. Pregate. Pregate. Pregate. L’umanità vivrà momenti dolorosi. Ci sarà una terribile crisi di fede. Una grande apostasia scuoterà la Chiesa e l’anticristo diffonderà i suoi errori e falsi insegnamenti per il mondo intero. Vi chiedo di essere uomini e donne di preghiera. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

767 - 8 marzo 1994

Cari figli, tornate a Colui che vi ha creati a sua immagine e somiglianza. Fuggite dai falsi insegnamenti e siate fedeli al Signore. Non permettete a satana di ingannarvi. Pregate, cambiate vita e vivete il Vangelo del mio Gesù con gioia. Potete essere certi che, se vi convertite, il mondo tornerà alla pace. Il mio Gesù, Principe della Pace, vuole offrirvi la vera pace, ma accettatelo nella vostra vita. Se lo fate, sarete molto felici. Ascoltate la voce del Signore, che vi chiama alla sua grazia. Umanità, ritorna! Non tiratevi indietro. Colui che è il vostro tutto vi aspetta con immenso amore di Padre. Coraggio. Avanti. Io sono al vostro fianco. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

1.668 - 30 novembre 1999

Cari figli, seguite il cammino del Signore e osservate le sue leggi. Dio è perfezione e dovete imitarlo. Il demonio ha contaminato l’umanità con false dottrine e falsi insegnamenti. State attenti. Chi resta saldo in quello che il mio Gesù ha insegnato e che il vero magistero della sua Santa Chiesa insegna, non sarà mai ingannato. Vivete ora i tempi delle grandi confusioni spirituali. State attenti. Ripeto: state attenti. Coraggio, cari figli. Non tiratevi indietro. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

1.824 - 28 novembre 2000

Cari figli, siete il popolo eletto del Signore. Come ho già detto in passato, allo stato di Bahia è stato fatto un dono: è stato scelto da Dio per la mia apparizione. Per amore, il Signore mi ha inviata unicamente* qui per parlarvi e annunciarvi la verità. Rendete grazie al Signore, perché avete ricevuto molto dalle sue mani. Da molto tempo vengo dal Cielo per chiamarvi alla conversione. Vi chiedo di essere fedeli ai miei appelli. State attenti per non essere ingannati. Il demonio vuole sedurvi con falsi segni per allontanarvi dall’amore e dalla verità. Non voglio obbligarvi, mai state attenti. Pregate. Se aprite i vostri cuori con sincerità e accogliete i miei appelli con fede, non sarete ingannati. Il vostro cambiamento di vita dev’essere vero. Convertitevi in fretta. Vivete ora nel tempo delle grandi confusioni spirituali. Sono venuta dal cielo per mostrarvi il cammino. Seguitemi e troverete la Luce. Coraggio. Avanti. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

*Probabilmente è da intendersi come “in modo straordinario” e non “esclusivamente”, altrimenti sarebbe in contraddizione con quanto detto in altri messaggi, cfr. ad esempio il n° 86 “sta arrivando l’ora dei grandi eventi, l’ora nella quale si realizzeranno grandi segreti da me rivelati in varie apparizioni nel mondo”, il n° 108 “le mie apparizioni in molte regioni del mondo sono l’ultima possibilità che Dio dona al genere umano per convertirsi” o il n° 109 “Presto ogni stato in Brasile riceverà lo stesso dono che ha ricevuto Bahia

1.902 - 31 maggio 2001

Cari figli, non spaventatevi per gli attacchi del demonio. Pregate. La vostra vittoria è nella forza della preghiera. Il demonio desidera distruggere i miei piani con falsi segni e false apparizioni, ma non riuscirà perché grande è il potere del Signore. Il demonio tenterà, ma non potrà nulla contro i progetti di Dio. Non perdetevi d’animo, né preoccupatevi troppo, perché chi sta con Dio non sarà mai sconfitto. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

1.948 - 15 settembre 2001

Cari figli, sono la Madre di Dio Figlio e vostra Madre. Vi invito oggi alla conversione sincera, che è possibile solo per coloro che si aprono al Dio della Salvezza e della Pace. Allontanatevi definitivamente da ogni inganno e da ogni seduzione, e tornate a Colui che è il vostro unico Signore. Soffro a causa della malvagità di molti dei miei figli. Il demonio è riuscito a ingannare molti con falsi segni e falsi insegnamenti. Sono venuta dal cielo per dirvi di amare la verità e di cercare di testimoniare ovunque il Vangelo del mio Gesù. State attenti per non essere ingannati. Pregate molto e vedrete nuovi cieli e nuove terre. Tutto è possibile se credete in Dio. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

1.978 - 24 novembre 2001

Cari figli, sono vostra Madre. Soffro quando siete lontani dal Signore e quando vi chiamo e non prestate attenzione alla mia chiamata. Sappiate che desidero il vostro bene spirituale. Non voglio forzarvi. Voglio offrirvi la grazia della conversione e dell’incontro con il Signore. Cercate forza nella preghiera e sarete forti nelle tentazioni. Il demonio vuole ingannarvi con falsi segni e menzogne. Ascoltate la voce di Dio che parla ai vostri cuori e non sarete ingannati. State attenti. Se vivrete i miei messaggi, il mondo troverà la pace. Camminate incontro al Signore attraverso la verità. Se volete cambiare vita, abbracciate la verità. Solo con la verità troverete la grazia di una vera conversione. Solo i veri segni di Dio producono vere conversioni. Fate attenzione. Siete preziosi per me e desidero che siate vittoriosi. Pregate. La vostra preghiera contribuirà a farvi comprendere cosa è o meno del Signore. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

2.075 - 7 luglio 2002

Cari figli, amate e difendete la verità. Cristo è la Verità Assoluta del Padre, senza la quale l’uomo non potrà mai essere salvo. In questi tempi, in cui l’umanità si è contaminata con false ideologie e falsi insegnamenti, voi dovete ascoltare la voce del successore di Pietro, Papa Giovanni Paolo II . Soffro a causa dei miei poveri figli lontani dalla grazia del mio Signore e vengo dal cielo per chiamarvi alla verità. Chiudete i vostri occhi alle facili seduzioni del mondo e, se volete rimanere nella verità, vivete con coraggio il Vangelo del mio Gesù. Fatevi coraggio e siate i veri difensori della Chiesa di mio Figlio Gesù. Non perdetevi d’animo. Io sono vostra Madre e sono con voi. Qualunque cosa accada, ricordatevi sempre che solo Gesù è la Via, la Verità e la Vita. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso riunirvi qui ancora una volta. Io vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. , Amen. Restate in pace.

.228 - 29 giugno 2003

Cari figli, vi chiedo di essere fedeli al mio Papa, perché tutto quello dice corrisponde a verità. Sappiate che il premio per la vostra fedeltà sarà la salvezza. Non permettete che il demonio vi inganni con falsi insegnamenti. Sappiate che la verità è mantenuta integra soltanto nella Chiesa Cattolica. Vi chiedo anche di mantenere accesa la fiamma dell’amore che Dio vi ha concesso. Non temete. Il Signore cammina al vostro fianco. Nessun male vi colpirà. Rallegratevi, perché i vostri nomi sono già incisi nel mio Cuore Immacolato. Avanti con gioia. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

2.248 - 16 agosto 2003

Cari figli, sono la Madre di Dio Figlio e vostra Madre. Voglio dirvi che l’umanità ha bisogno di essere curata dall’amore del Signore affinché i miei poveri figli trovino la pace. Gli uomini si sono allontanati dal Creatore e hanno abbracciato false ideologie e falsi insegnamenti, ma Io sono venuta dal cielo per chiamarvi alla conversione e all’amore. Non voglio forzarvi, perché avete la libertà, ma quello che dico dev’essere vissuto con gioia. Vi chiedo di non allontanarvi dal cammino che vi sto indicando. Non permettete che la fiamma della fede si spenga dentro di voi. Siate uomini e donne di preghiera costante e vedrete nuovi cieli e nuove terre. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.321 - 18 maggio 2010
Cari figli, state attenti. Inginocchiatevi e pregate per non essere ingannati. Il demonio desidera causare confusione nella Chiesa nella vostra nazione e continuerà a seminare discordia tra i figli di Dio, ingannando con scandali, falsi segni e false apparizioni. Grande sarà il numero dei miei poveri figli che saranno vittime delle trappole del demonio. Convertitevi e vivete il Vangelo del mio Gesù. Restate con la Chiesa. Cercate la vostra conversione per mezzo della vera dottrina della Chiesa. Ecco il tempo delle grandi confusioni spirituali. Non allontanatevi dalla verità. Io sono vostra Madre e sono venuta dal cielo per annunciarvi la verità. Solo la verità del mio Gesù vi santificherà e vi darà la forza per restare saldi nella verità. Il demonio continuerà a fare falsi segni nel vostro Brasile, con false stimmate e lacrimazioni di immagini. Io sono vostra Madre Addolorata e soffro a causa di coloro che si sono consegnati al demonio e hanno causato confusione tra i miei poveri figli. Dio chiederà conto a coloro che hanno ingannato e hanno contribuito all’allontanamento di molti dei miei poveri figli dal cammino della verità. Pregate. Pregate. Pregate. In questo momento faccio cadere dal cielo su di voi una straordinaria pioggia di grazie. Avanti. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.326 - 1 giugno 2010
Cari figli, state attenti per non essere ingannati. Credete fermamente al Vangelo del mio Gesù per essere salvi. Ecco il tempo delle grandi confusioni spirituali. Allontanatevi dai falsi segni e dai falsi miracoli. Il demonio è riuscito a ingannare molti dei miei poveri figli nella Terra della Santa Croce (Brasile). Molti sono stati ingannati per mezzo di false stimmate e falsi segni. Allontanatevi definitivamente da ogni menzogna e inganno. Tornate alla verità per essere salvi. Arriverà il giorno in cui, per un permesso di Dio, accadrà un grande miracolo nel vostro Brasile. Accadrà con un sacerdote e sarà motivo di conversione per molti uomini e donne lontani. Io sono vostra Madre e sono venuta dal cielo per condurvi alla verità. Dio ha fretta. Non restate con le mani in mano. Quello che dovete fare non rimandatelo a domani. Non voglio obbligarvi, ma ciò che dico dev’essere preso sul serio. Inginocchiatevi in preghiera e Dio vi salverà. L’umanità è malata e ha bisogno di essere curata. Soffro per ciò che vi attende. Allontanatevi dal peccato e dite il vostro “sì” a Dio. Coraggio. Io intercederò presso mio Figlio Gesù per voi. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
3.327 - 3 giugno 2010
Cari figli, vivete rivolti al Signore. Cercatelo sempre nell’Eucarestia, perché solo Lui è il vostro Bene assoluto e vi conosce per nome. Siete del Signore e solo Lui dovete servire, con amore e fedeltà. Non siete del mondo. Voi state nel mondo, ma la vostra vita appartiene al Signore. Lui vi ha creati a sua immagine e somiglianza e attende il vostro “sì” coraggioso alla sua chiamata. L’umanità cammina verso l’abisso della distruzione che gli uomini hanno preparato con le proprie mani. Il disprezzo per il sacro crescerà ogni giorno di più. Gli uomini rifiuteranno ciò che è di Dio e abbracceranno false dottrine e false ideologie. Il demonio causerà grande confusione nella Chiesa. Vedrete ancora orrori. Molti perderanno la fede e si allontaneranno dalla vera dottrina. I falsi profeti semineranno discordia e confusione. Il demonio ingannerà con falsi segni e prodigi. Il Brasile sarà bersaglio di grandi attacchi del demonio. Allontanatevi da ogni menzogna e inganno del demonio. Restate con la verità di mio Figlio Gesù. State attenti. Ascoltatemi per non essere ingannati. Io sono vostra Madre e sono venuta dal cielo per reclamare ciò che è di Dio. Amate e difendete la verità. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
3.329 - 8 giugno 2010
Cari figli, Io sono molto vicina a voi, anche se non Mi vedete. Aprite i vostri cuori, perché solo così potete sentire la Mia presenza nelle vostre vite. Io vi amo come siete e vi chiedo di fare la volontà di mio Figlio Gesù. Tornate a Lui per mezzo dei sacramenti della Confessione e dell’Eucarestia. Non permettete che il demonio vi allontani dal cammino della verità. Il demonio continuerà a creare falsi segni. Fate attenzione alle trappole del demonio. Dio vi darà grandi segni e questi non saranno solo per richiamare la vostra attenzione, ma per cambiare le vostre vite. I falsi segni attraggono moltitudini, ma non convertono. State attenti. Dio vuole parlarvi. Aprite i vostri cuori e ascoltate la sua voce. Siete chiamati a essere in tutto simili a mio Figlio Gesù. Inginocchiatevi in preghiera. Ho bisogno di voi. Ciò che dovete fare non rimandatelo a domani. Avanti senza paura. Arriverà il giorno in cui accadrà un fatto grandioso in una casa religiosa di suore carmelitane. Davanti a un vescovo e tre sacerdoti, un’immagine piangerà. Sarà il primo e unico miracolo avvenuto nel vostro Brasile. Il fenomeno si ripeterà tredici volte e sarà motivo di conversione per molti figli lontani. Restate attenti. I segni di Dio non possono essere disprezzati. Io sono venuta dal cielo per annunciarvi la verità. Allontanatevi da ogni menzogna e inganno e tornate al Signore che vi ama e vi perdona. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
586 – 15 gennaio 1993
Cari figli, convertitevi e ritornate a Dio. State attenti a non allontanarvi dalla verità, che si trova solo nella Santa Chiesa Cattolica Apostolica Romana. Il mio Gesù ha fondato la vostra Chiesa come sacramento di salvezza ma, per ingannare i miei poveri figli, satana ha fatto sorgere diverse false religioni, ingannando persino molti degli eletti. Non credete a quelli che dubitano di Papa Giovanni Paolo II. Negare ciò che predica il Papa e i vescovi e sacerdoti a lui uniti, significa negare lo stesso Vangelo. State attenti. Chiunque si allontana dal magistero della Chiesa non sta facendo nel mondo la volontà di Dio, ma la volontà del padre della menzogna. Lo ripeto: obbedite solo a coloro che obbediscono al Papa. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
796 - 14 maggio 1994

Cari figli, sono venuta dal cielo per chiamarvi alla conversione. Ho bisogno della vostra testimonianza sincera e coraggiosa. Non tiratevi indietro. Abbiate fiducia, perché da tutto il vostro dolore nascerà una grande gioia. Riconciliatevi con Dio e vedrete quanto riceverete in cambio. Non vengo dal cielo per scherzo. Accettate il mio invito e tornate al vostro Dio. Amate la verità e vivete rivolti alle cose del cielo. Sforzatevi di rimanere fedeli al mio Gesù. Egli è il vostro Tutto ed è triste a causa dei vostri peccati. Convertitevi. Non voglio obbligarvi, ma quello che dico è serio. Sono vostra Madre e vi amo immensamente. Se poteste comprendere il mio amore per voi, piangereste di gioia. Pregate! Fate della preghiera il sostegno della vostra vita. Chi non prega finisce per indurire il suo cuore. Fate attenzione! Tutti voi siete importanti per il Signore. Ritornate a Colui che vi aspetta con immenso amore di Padre. Ascoltate l’appello della vostra Chiesa. Ascoltate il Papa. Restate con la verità e non seguite false ideologie e coloro che insegnano l’errore. State attenti. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

928 – 18 marzo 1995

Cari figli, vi amo come siete e desidero che siate interamente del Signore. In questo momento vi invito a vivere tutti i miei messaggi. Non voglio obbligarvi, ma ciò che dico è serio. È giunto per voi il momento opportuno per convertirvi. Non perdete tempo! Iniziate a pregare! La preghiera vi conduce al Signore. Senza la preghiera la vita cristiana perde la sua forza ed efficacia. Rinunciate a tutto quello che vi allontana dal mio Gesù. Dite No alle false ideologie e accettate la proposta del mio Signore! Egli vuole ciò che è bene per voi. Non tiratevi indietro! Siate coraggiosi! Abbiate fiducia! Ciò che vi ho predetto nel passato accadrà, ma non siate tristi, poiché coloro che vivono per il Signore ne usciranno vincitori. Da tutto il vostro dolore, sorgerà per voi una grande gioia. Avanti! Pregate di più! Date testimonianza alla verità. Amate il Signore, poiché Egli vi ama e vi desidera. Desidero vedervi felici qui sulla terra e più tardi con me in cielo. Gioite! Ascoltatemi! Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

950 – 6 maggio 1995 (a Roma)

Cari figli, sono felice di incontrarvi qui. Fate esperienza dell’amore del Signore nella vostra vita e siate in tutto come Gesù. Vi chiedo di continuare ad aiutarmi. Ho ancora nobili cose da dirvi. Fate attenzione! Continuate a pregare! Senza preghiera la vita cristiana perde valore ed efficacia. Siate coraggiosi! Non tiratevi indietro! Il mio Gesù conta su di voi! Apritegli i vostri cuori! Egli è il vostro grande amico e vi ama moltissimo. È giunta la vostra ora. Dite sì al Dio della salvezza e della pace. Credete fermamente nel Santo Vangelo. Dite no al peccato e alle false ideologie e dite sì alla chiamata del Signore. Vi amo e voglio vedervi felici. Ascoltatemi! Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

1.438 - 14 giugno 1998
Cari figli, non permettete che il demonio vi inganni. Sappiate che la verità è nella Chiesa Cattolica; unica Chiesa fondata da mio Figlio per portare il Vangelo della salvezza a tutti i popoli. Io vi amo anche quando siete lontani da mio Figlio Gesù, ma voglio dirvi che questo è il tempo del grande ritorno. Non restate nel peccato. Tornate a Dio. Aprite i vostri cuori alla verità. Siate coraggiosi e testimoniate la verità. Dite no alle false ideologie di questo mondo e tornate alla Parola di Dio, che vi orienta e vi salva. Sono felice che siate qui. In questo momento faccio scendere su di voi una straordinaria pioggia di grazie e chiedo di continuare saldi nella preghiera, perché la preghiera sincera e perfetta salverà l’umanità. Avanti senza paura. Io sono vostra Madre e sono sempre al vostro fianco. Rallegratevi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

1.564 – 9 aprile 1999
Cari figli, intensificate le vostre preghiere e i vostri sacrifici. L’umanità si è allontanata da Dio e si dirige verso un grande abisso. Il fumo del demonio acceca i miei poveri figli, trascinandoli verso false dottrine. Fuggite dal peccato. Tornate a Dio finché c’è ancora tempo. Soffro per i miei poveri figli, vittime di una violenza che cresce di giorno in giorno. Ciò che ho predetto in passato sta accadendo. Pregate. Se gli uomini e le donne non si convertono accadranno cose peggiori. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

1.576 - 4 maggio 1999

Cari figli, questa sera vi invito a pregare davanti alla croce per la Chiesa di mio Figlio Gesù e in modo speciale per il successore di Pietro, Papa Giovanni Paolo II. La Chiesa di Gesù rischia di perdere la vera fede a causa dei tanti errori che si diffondono al suo interno. Il demonio è riuscito a condurre all’errore un grande numero di pastori. Oggi il Vangelo di Gesù è disprezzato e false dottrine occupano il posto della verità. Pregate. Sappiate che il mio appello è urgente. Ripeto: pregate. Pregate per la Chiesa. Pregate per i vescovi e i sacerdoti, affinché tornino a insegnare la verità. Molti dei miei poveri figli camminano in una triste cecità spirituale per mancanza di insegnamento. Sono venuta dal cielo per incoraggiarvi e dirvi che ho bisogno della vostra testimonianza. Non state con le mani in mano. Non tiratevi indietro. Ascoltatemi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

1.679 - 28 dicembre 1999

Cari figli, vi invito ad avvicinarvi al confessionale per ricevere il perdono del Signore per mezzo del sacramento della Confessione. Vivete i momenti peggiori della storia dell’umanità. Gli uomini si sono allontanati da Dio e hanno abbracciato false ideologie. L’umanità vive ora una terribile crisi di fede. Il demonio è riuscito a ingannare molti dei miei poveri figli, e perfino all’interno della Chiesa è riuscito a sedurre molti consacrati. Vi chiedo di stare attenti. Vivete in mezzo a lupi travestiti da agnelli. Aprite i vostri cuori alla verità di Dio. Ascoltate la voce del successore di Pietro, Papa Giovanni Paolo II. Chi accoglie i veri insegnamenti della
Chiesa di mio Figlio, resterà nella verità. Pregate. Ora, più che mai, é necessario vivere in preghiera. Chi non prega non sopporterà quello che deve venire. State attenti. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

1.721 - 4 aprile 2000

Cari figli, il peccato è entrato nel cuore dei miei poveri figli, portandoli a una triste cecità spirituale. La contaminazione è arrivata perfino all’interno della mia Chiesa. Oggi molti dei miei consacrati non accettano più la vera dottrina. Arrivano addirittura a negare quello che dice il successore di Pietro, Papa Giovanni Paolo II. Ogni giorno cresce il numero di coloro che celebrano l’Eucaristia ma non credono più. L’apostasia è diventata chiara all’interno della Chiesa e così i miei poveri figli si disperdono, abbracciando false dottrine. È arrivata la vostra ora. Siate difensori della verità. Non permettete che niente e nessuno vi allontani dall’amore misericordioso di Gesù. Quello che i profeti hanno annunciato in passato si sta già compiendo. Vi chiedo di stare attenti. Siate del Signore. Avanti con coraggio. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace

1.914 - 29 giugno 2001

Cari figli, amate la Chiesa del mio Gesù e difendetela. Pregate per il successore di Pietro, il Papa, per i vescovi e sacerdoti del mondo intero. Il fumo del demonio è entrato nella Chiesa di mio Figlio, portando molti dei miei eletti sul cammino dell’errore, della divisione e della mancanza di fede. Qualunque cosa accada, non dimenticate: la verità è mantenuta integra solo nella Chiesa Cattolica. Io sono vostra Madre e soffro per coloro che si sono allontanati dalla verità, abbracciando false dottrine e false ideologie. Fate attenzione. Non fuggite dalla verità. Il mio Gesù è la verità e solo in Lui troverete la salvezza. Pregate. Non allontanatevi dalla preghiera. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

1.928 - 31 luglio 2001

Cari figli, non allontanatevi dalla verità. Ricordatevi sempre che la verità è mantenuta integra soltanto nella Chiesa Cattolica, pertanto non dovete abbandonare la vostra fede per camminare verso l’abisso della perdizione, dove le sette stanno conducendo i miei poveri figli. Il demonio ha diffuso il suo veleno su tutta la terra con false dottrine e false ideologie. Se volete rimanere nella verità, siate fedeli al successore di Pietro, Papa Giovanni Paolo II. Il mio Gesù è la Via, la Verità e la Vita. Non c’è altra via che vi conduca alla salvezza al di fuori di quella indicato da mio Figlio nel suo Vangelo. Cercate forza nell’Eucaristia e nella Confessione, che sono i canali della sua azione salvifica. Sono vostra Madre e voglio dirvi che il vostro tempo è breve. Sono venuta dal cielo per condurvi alla verità. Aprite i vostri cuori. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

2.051 - 12 maggio 2002

Cari figli, riempitevi dell’amore di Dio e assumete con coraggio la vostra missione. Non tiratevi indietro. Cristo è con voi. Confidate in Lui e amatelo sopra ogni cosa. Vi chiedo di essere costruttori di pace e di cercare di testimoniare ovunque che solo Gesù è la vostra speranza e salvezza. L’umanità si è contaminata con false ideologie e false dottrine. Ecco il tempo del grande ritorno. Tornate a Cristo. Egli confida in voi e voi dovete confidare che solo Lui è l’amico che non inganna e non delude. Pregate. Quando vi aprirete alla mia chiamata capirete meglio quello che vi dico. Sono vostra Madre e vi amo. Aprite i vostri cuori e sarete condotti da Colui che è il vostro Tutto. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.  

2.066 - 18 giugno 2002

Cari figli, lasciate che la Luce di Dio illumini la vostra esistenza, perché solo così sarete salvi. Non dimenticate: solo Cristo è la Via, la Verità e la Vita. State attenti per non essere portati su false strade. Ascoltate i miei appelli e sarete condotti alla piena verità. Non voglio obbligarvi, ma vi chiedo di essere docili alla mia chiamata. Pregate. Se avrete una costante vita di preghiera, la grazia del Signore sarà sempre con voi. Coraggio. Sforzatevi per essere grandi agli occhi di Dio. Avanti senza paura. Qualunque cosa accada, non perdetevi d’animo e non perdete la speranza. Il vostro tesoro più grande è la grazia del Signore. Non state con le mani in mano. Questo è il tempo opportuno per convertirvi. Non tiratevi indietro. Il Signore vi ama e vi attende. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

2.687 - 30/05/2006
Cari figli, grazia triste canta piangendo nella cappella per i morti. Ecco il tempo delle grandi tribolazioni per l’umanità. Tornate finché c’è tempo. Cercate Gesù per essere grandi nella fede. La vostra vittoria è nel Signore. Proclamate a tutti che Gesù è l’Unico e Vero Salvatore e che al di fuori di Lui mai nessuno potrà essere salvo. Valorizzate ciò che è del Signore. Gli uomini hanno disprezzato il sacro e si sono attaccati alle false dottrine. Io sono vostra Madre e soffro per ciò che vi attende. Inginocchiatevi in preghiera e supplicate Misericordia del Signore per voi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
2.742 - 06/10/2006
Cari figli, l’umanità porterà una croce pesante perché gli uomini si sono allontanati dal Creatore e hanno abbracciato false ideologie. Grandi progressi tecnologici contribuiranno alla morte spirituale di molti dei miei poveri figli. Le maggiori vittime saranno i giovani. Inginocchiatevi in preghiera. Lottate per conservare la vostra fede. Fate attenzione. Seguitemi lungo il cammino del bene e della santità. Chi starà con il Signore sarà vittorioso. Avanti. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

2.949 - 29/01/2008
Cari figli, verranno giorni in cui molti che fanno parte della Gerarchia si piegheranno davanti alle false ideologie e abbracceranno false dottrine. Per la Chiesa sarà il tempo delle grandi afflizioni. Inginocchiatevi in preghiera. Vedrete ancora orrori sulla terra. Sono vostra Madre e vi chiamo ad essere in tutto come Gesù. Non restate lontani dal Signore. Cercatelo sempre nell’Eucarestia e sarete capaci di sopportare il peso delle prove. Il mio Gesù ha bisogno di voi. Aprite i vostri cuori alla sua grazia. Lui conosce i vostri cuori e sa che dentro di voi c’è una grande riserva di bontà. Anche con i vostri difetti, non dimenticate che siete amati uno per uno dal Padre, nel Figlio, per mezzo dello Spirito Santo. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

2.955 - 11/02/2008
Cari figli, intensificate le vostre preghiere a favore della Chiesa. Il Signore ha tutto sotto controllo, ma per il bene degli uomini permetterà grandi prove alla sua Chiesa. Arriverà il giorno in cui nella Chiesa si vedranno pochi uomini misericordiosi e difensori della verità. Saranno contaminati dalle false dottrine applicate dai cattivi teologi e molti cuori saranno induriti e non accetteranno la verità. Soffro per ciò che vi attende. Ascoltate la voce del Signore e accogliete gli insegnamenti del successore di Pietro. Il futuro della Chiesa sarà di dolore. Ciò che dovete fare, non rimandatelo a domani. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
2.976 - 25/03/2008
Cari figli, le leggi sacre saranno indebolite e pochi avranno rispetto per ciò che è sacro. I chierici della Santa Chiesa si allontaneranno dalla verità e in grande numero abbracceranno false dottrine. Ci sarà grande confusione spirituale nella casa di Dio. La mancanza di ordine provocherà divisioni e i pochi pastori fedeli che resteranno non saranno rispettati. Vi chiedo di avere fiducia nel Signore. Dopo tutta la tribolazione e purificazione, il Signore vi farà sentire la sua vittoria. Cercate forza nell’amore di Gesù. Abbracciate il suo Vangelo e accogliete anche i miei appelli, perché solo così potete restare saldi nella fede. Avanti sul cammino che vi ho indicato. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
3.000 - 22/05/2008
Cari figli, sono la Regina della Pace. Sono la Madre di Dio Figlio e vostra Madre. Sappiate che in Gesù è la vostra vera felicità. Accogliete amorevolmente il Vangelo del mio Gesù e lasciate che la sua grazia trasformi le vostre vite. L’umanità ha perso la pace perché gli uomini hanno rifiutato l’Amore di Dio. Vi chiedo di stare al mio fianco. L’umanità corre gravi pericoli e io sono venuta dal cielo per aiutarvi. Ascoltatemi con attenzione. Abbracciate con umiltà i miei appelli e io vi condurrò a un alta vetta di santità. Non allontanatevi dalla preghiera. Continuate saldi sul cammino che vi ho indicato. Amate la verità e difendetela. Credete fermamente in tutto ciò che vi ho annunciato nel corso di questi anni. Sono venuta per mantenervi nella verità. Non permettete che le false ideologie vi allontanino dalla verità. Arriverà il giorno in cui gli uomini saranno obbligati a negare la presenza reale di Gesù nell’Eucarestia. I fedeli saranno minacciati e portati a giudizio. Ci sarà grande persecuzione alla Chiesa. Sarà questo il tempo di maggior dolore per i fedeli. Molti consacrati, per paura, si tireranno indietro. In molti luoghi i nemici vinceranno, ma la vittoria finale sarà del Signore. Siate forti e saldi nella fede. Non permettete che questo grande tesoro che è la fede sparisca dai vostri cuori. Chiederò a mio Figlio Gesù di sostenervi con la sua grazia. Avanti. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.130 - 06/03/2009
Cari figli, un movimento nascerà e si diffonderà per il mondo. Sarà coordinato da donne e porterà grande sofferenza alla Chiesa del mio Gesù. Soffro per ciò che vi attende. Inginocchiatevi in preghiera. Amate la verità e difendetela. Fuggite dalle false ideologie e abbracciate il Vangelo del mio Gesù. Dio ha fretta e voi non potete vivere lontani. Convertitevi in fretta. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
3.139 - 24/03/2009
Cari figli, non allontanatevi dalla verità. Qualunque cosa accada, restate saldi nella fede. Giorni difficili verranno per gli uomini e le donne di fede. Il fumo del demonio si diffonderà per ogni dove e gli uomini si contamineranno con le false dottrine. Abbandoneranno il Vangelo e abbracceranno false ideologie. Non dimenticate: la verità è mantenuta integra solo nella Chiesa Cattolica. Se desiderate rimanere sul cammino della salvezza, restate saldi sul cammino che vi ho indicato nel corso di questi anni. Ascoltate il vero Magistero della Chiesa e allontanatevi dagli inganni del demonio. Io sono vostra Madre. Dio mi ha inviata per indicarvi il cammino della salvezza. Siate coraggiosi. Prima e sopra di tutto, amate la verità e rimanete in essa. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.184 - 10 luglio 2009
Cari figli, riempitevi dell’amore del Signore. Se vivrete nell’amore potrete costruire un mondo più giusto e fraterno. Siete chiamati a imitare Gesù nelle vostre azioni e parole. Non chiudete i vostri cuori. Io sono vostra Madre e sono con voi per condurvi a Colui che è il vostro unico e vero Salvatore. Inginocchiatevi e pregate. Guardatevi intorno e sarete capaci di percepire la grande confusione spirituale che si è diffusa ovunque. Siate vigili. Arriverà il giorno in cui pochi saranno nella verità. La grande e maggiore nemica della Chiesa si unirà ai nemici esistenti. Sarà un tempo difficile per la Chiesa. Vi prego di non allontanarvi dalla verità. Ascoltate la voce del successore di Pietro e non lasciatevi contaminare dalle novità del demonio. Fuggite le false dottrine e siate fedeli all’unica e vera Chiesa di Cristo. L’Eucarestia è la verità che vi condurrà alla vittoria. Solo cercando forza nell’Eucarestia sarete protetti nelle grandi tempeste spirituali. Nulla potrà proteggervi tranne la forza che viene dall’Eucarestia, perché è lo stesso Gesù che è in essa, con il suo Corpo, Sangue, Anima e Divinità. Ecco la verità. Chi vuole guidarvi su un cammino diverso non è con il Signore. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
3.205 - 25 agosto 2009
Cari figli, accogliete i miei appelli, perché desidero trasformarvi e condurvi a mio Figlio Gesù. Voglio portarvi tutti in cielo. Convertitevi in fretta. Non restate lontani dalla preghiera. Quando pregate attraete su di voi le benedizioni del Signore. Nella preghiera sarete capaci di scoprire i tesori di Dio che è dentro di voi. Date il vostro contributo per il trionfo definitivo del mio Cuore Immacolato. Nel tempo della grande tribolazione, i miei consacrati saranno protetti. Gli angeli del Signore li aiuteranno ed essi non inciamperanno. Il male starà lontano da loro. Coraggio. Il mio Gesù farà un grande miracolo e tutti gli occhi lo vedranno. Sarà questo miracolo il motivo di conversione degli atei e di tutti coloro che hanno abbracciato false dottrine. Accadrà di domenica, nella festa di un grande martire. Io sono vostra Madre e sono venuta dal cielo per indicarvi il cammino della salvezza. Non desistite. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
3.346 - 17 luglio 2010
Cari figli, abbiate cura della vostra vita spirituale. Siete importanti per la realizzazione dei piani di Dio e Lui si aspetta molto da voi. Non vivete lontani dalla grazia del Signore. Ecco il tempo opportuno per il vostro ritorno a Colui che è la vostra unica Via, Verità e Vita. Date il meglio di voi nella missione che vi è stata affidata. Fate del bene a tutti. Non restate attaccati alle cose materiali. Attaccatevi alle cose del cielo per essere salvi. Distaccatevi da tutto ciò che vi allontana dal Signore. Io sono vostra Madre e sono venuta dal cielo per condurvi alla santità. Arriverà il giorno in cui pochi saranno gli uomini e le donne che resteranno nella verità. Le false ideologie attireranno un grande numero di persone. Anche quelli che sono ferventi nella fede diventeranno indifferenti. State attenti. Non permettete che il demonio vi allontani dalla verità. Ci sarà sulla terra un tempo di grande apostasia e colui che si oppone a Cristo ingannerà molti. Inginocchiatevi e pregate. Dopo tutta la tribolazione la vittoria del Signore verrà per i giusti. Coraggio. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
3.509 - 12 luglio 2011 
Cari figli, siate fedeli a Gesù. Non allontanatevi dal cammino della verità. L’umanità si è contaminata con le false ideologie e i miei poveri figli vivono come ciechi alla guida di altri ciechi. Sono vostra Madre Addolorata e soffro per ciò che vi attende. Inginocchiatevi in preghiera e vedrete la pace regnare sulla terra. Verranno giorni difficili per gli uomini e le donne di fede. Qualunque cosa accada, restate con la Chiesa. Abbracciate la grazia del Signore e cercate la santità. Voglio vedervi felici già qui sulla terra e più tardi con me in Cielo. Gli uomini saranno sorpresi da un grande evento che accadrà nel Badakhshan*. Tutto quello che vi ho annunciato in passato si realizzerà. State attenti. Ho bisogno della vostra sincera e coraggiosa testimonianza. Aprite i vostri cuori e vivete rivolti a Colui che è il vostro unico e vero Salvatore. Coraggio. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
*provincia dell’Afghanistan



Fonte traduzione messaggi: http://www.messaggidianguera.net/

Fonte: http://www.cafarus.ch/Bibbia.html
DAL VANGELO SECONDO MATTEO, Capitolo 24 
4]Gesù rispose: «Guardate che nessuno vi inganni; [5]molti verranno nel mio nome,dicendo: Io sono il Cristo, e trarranno molti in inganno. [6]Sentirete poi parlaredi guerre e di rumori di guerre. Guardate di non allarmarvi; è necessario che tuttoquesto avvenga, ma non è ancora la fine. [7]Si solleverà popolo contro popolo e regnocontro regno; vi saranno carestie e terremoti in vari luoghi; [8]ma tutto questo è solol'inizio dei dolori. [9]Allora vi consegneranno ai supplizi e vi uccideranno, e sareteodiati da tutti i popoli a causa del mio nome. [10]Molti ne resteranno scandalizzati, edessi si tradiranno e odieranno a vicenda. [11]Sorgeranno molti falsi profeti einganneranno molti; [12]per il dilagare dell'iniquità, l'amore di molti siraffredderà. [13]Ma chi persevererà sino alla fine, sarà salvato. [14]Frattanto questovangelo del regno sarà annunziato in tutto il mondo, perché ne sia resa testimonianza atutte le genti; e allora verrà la fine. La grande tribolazione di Gerusalemme [15]Quandodunque vedrete l'abominio della desolazione, di cui parlò il profeta Daniele, stare nelluogo santo - chi legge comprenda -, [16]allora quelli che sono in Giudea fuggano aimonti, [17]chi si trova sulla terrazza non scenda a prendere la roba di casa, [18]e chi sitrova nel campo non torni indietro a prendersi il mantello. [19]Guai alle donne incinte ea quelle che allatteranno in quei giorni. [20]Pregate perché la vostra fuga non accadad'inverno o di sabato. [21]Poiché vi sarà allora una tribolazione grande, quale maiavvenne dall'inizio del mondo fino a ora, né mai più ci sarà. [22]E se quei giorni nonfossero abbreviati, nessun vivente si salverebbe; ma a causa degli eletti quei giornisaranno abbreviati. [23]Allora se qualcuno vi dirà: Ecco, il Cristo è qui, o: E' là,non ci credete. [24]Sorgeranno infatti falsi cristi e falsi profeti e faranno grandiportenti e miracoli, così da indurre in errore, se possibile, anche gli eletti. [25]Ecco,io ve l'ho predetto. L'avvento del Figlio dell'uomo sarà manifestato [26]Se dunque vidiranno: Ecco, è nel deserto, non ci andate; o: E' in casa, non ci credete. [27]Come lafolgore viene da oriente e brilla fino a occidente, così sarà la venuta del Figliodell'uomo. [28]Dovunque sarà il cadavere, ivi si raduneranno gli avvoltoi. Dimensionecosmica di questo avvento [29]Subito dopo la tribolazione di quei giorni, il sole sioscurerà, la luna non darà più la sua luce, gli astri cadranno dal cielo e le potenzedei cieli saranno sconvolte. [30]Allora comparirà nel cielo il segno del Figlio dell'uomoe allora si batteranno il petto tutte le tribù della terra, e vedranno il Figliodell'uomo venire sopra le nubi del cielo con grande potenza e gloria. [31]Egli manderà isuoi angeli con una grande tromba e raduneranno tutti i suoi eletti dai quattro venti, daun estremo all'altro dei cieli.

Tali avvenimenti, non riguardano soltanto gli ultimi tempi, cosa che i falsi profeti vogliono far credere, bensì TUTTI I TEMPI, come la storia ci conferma. La Chiesa ed i suoi membri sono sempre stati perseguitati, falsi Cristi e falsi profeti ci sono sempre stati lungo i secoli, quindi la giusta interpretazione della Bibbia (in questo caso) deve essere simbolica e non precisa alla lettera, come del resto la Chiesa insegna.
DALLA 2a LETTERA DI SAN PAOLO AI TESSALONICESI- Capitolo 2 La venuta del Signore e ciò che la precederà
[1]Ora vi preghiamo, fratelli, riguardo alla venuta del Signore nostro Gesù Cristo e allanostra riunione con lui, [2]di non lasciarvi così facilmente confondere e turbare, né dapretese ispirazioni, né da parole, né da qualche lettera fatta passare come nostra,quasi che il giorno del Signore sia imminente. [3]Nessuno vi inganni in alcun modo! Primainfatti dovrà avvenire l'apostasia e dovrà esser rivelato , l'uomo iniquo, il figlio della perdizione,[4]colui che si contrappone e s'innalza sopra ogni essere che viene detto Dio o è oggettodi culto, fino a sedere nel tempio di Dio, additando se stesso come Dio . [5]Nonricordate che, quando ancora ero tra voi, venivo dicendo queste cose? [6]E ora sapete ciòche impedisce la sua manifestazione, che avverrà nella sua ora. [7]Il misterodell'iniquità è gia in atto, ma è necessario che sia tolto di mezzo chi finora lotrattiene. [8]Solo allora sarà rivelato l'empio e il Signore Gesù lo distruggerà con ilsoffio della sua bocca e lo annienterà all'apparire della sua venuta, l'iniquo, [9]lacui venuta avverrà nella potenza di satana, con ogni specie di portenti, di segni eprodigi menzogneri, [10]e con ogni sorta di empio inganno per quelli che vanno in rovinaperché non hanno accolto l'amore della verità per essere salvi. [11]E per questo Dioinvia loro una potenza d'inganno perché essi credano alla menzogna [12]e così sianocondannati tutti quelli che non hanno creduto alla verità, ma hanno acconsentitoall'iniquità. 
Esortazione alla perseveranza [13]Noi però dobbiamo rendere sempre grazie a Dio per voi,fratelli amati dal Signore, perché Dio vi ha scelti come primizia per la salvezza,attraverso l'opera santificatrice dello Spirito e la fede nella verità, [14]chiamandovi aquesto con il nostro vangelo, per il possesso della gloria del Signore nostro GesùCristo. [15]Perciò, fratelli, state saldi e mantenete le tradizioni che avete appresecosì dalla nostra parola come dalla nostra lettera. [16]E lo stesso Signore nostro GesùCristo e Dio Padre nostro, che ci ha amati e ci ha dato, per sua grazia, una consolazioneeterna e una buona speranza, [17]conforti i vostri cuori e li confermi in ogni opera eparola di bene. 
Tessalonicesi 2 - Capitolo 3 [1]Per il resto, fratelli, pregate per noi, perché la paroladel Signore si diffonda e sia glorificata come lo è anche tra voi [2]e veniamo liberatidagli uomini perversi e malvagi. Non di tutti infatti è la fede. [3]Ma il Signore èfedele; egli vi confermerà e vi custodirà dal maligno. [4]E riguardo a voi, abbiamoquesta fiducia nel Signore, che quanto vi ordiniamo gia lo facciate e continuiate a farlo.[5]Il Signore diriga i vostri cuori nell'amore di Dio e nella pazienza di Cristo.Guardarsi dalla vita disordinata [6]Vi ordiniamo pertanto, fratelli, nel nome del Signorenostro Gesù Cristo, di tenervi lontani da ogni fratello che si comporta in manieraindisciplinata e non secondo la tradizione che ha ricevuto da noi. [7]Sapete infatti comedovete imitarci: poiché noi non abbiamo vissuto oziosamente fra voi, [8]né abbiamomangiato gratuitamente il pane di alcuno, ma abbiamo lavorato con fatica e sforzo notte egiorno per non essere di peso ad alcuno di voi. [9]Non che non ne avessimo diritto, ma perdarvi noi stessi come esempio da imitare. [10]E infatti quando eravamo presso di voi, videmmo questa regola: chi non vuol lavorare neppure mangi. [11]Sentiamo infatti che alcunifra di voi vivono disordinatamente, senza far nulla e in continua agitazione. [12]A questitali ordiniamo, esortandoli nel Signore Gesù Cristo, di mangiare il proprio panelavorando in pace. [13]Voi, fratelli, non lasciatevi scoraggiare nel fare il bene. [14]Sequalcuno non obbedisce a quanto diciamo per lettera, prendete nota di lui e interrompete irapporti, perché si vergogni; [15]non trattatelo però come un nemico, ma ammonitelo comeun fratello.

DALLA LETTERA DI SAN PAOLO AGLI EFESINI Capitolo 6 Il combattimento spirituale
[10]Per il resto, attingete forza nel Signore e nel vigore della sua potenza.[11]Rivestitevi dell'armatura di Dio, per poter resistere alle insidie del diavolo. [12]Lanostra battaglia infatti non è contro creature fatte di sangue e di carne, ma contro iPrincipati e le Potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebra, contro glispiriti del male che abitano nelle regioni celesti. [13]Prendete perciò l'armatura diDio, perché possiate resistere nel giorno malvagio e restare in piedi dopo aver superatotutte le prove. [14]State dunque ben fermi, cinti i fianchi con la verità, rivestiti conla corazza della giustizia, [15]e avendo come calzatura ai piedi lo zelo per propagare ilvangelo della pace. [16]Tenete sempre in mano lo scudo della fede, con il quale potretespegnere tutti i dardi infuocati del maligno; [17]prendete anche l'elmo della salvezza ela spada dello Spirito, cioè la parola di Dio. [18]Pregate inoltre incessantemente conogni sorta di preghiere e di suppliche nello Spirito, vigilando a questo scopo con ogniperseveranza e pregando per tutti i santi, [19]e anche per me, perché quando apro labocca mi sia data una parola franca, per far conoscere il mistero del vangelo, [20]delquale sono ambasciatore in catene, e io possa annunziarlo con franchezza come è miodovere.

EZECHIELE Capitolo 13
Contri i falsi profeti
[1]Mi fu rivolta ancora questa parola del Signore: [2]«Figlio dell'uomo, profetizzacontro i profeti d'Israele, profetizza e dì a coloro che profetizzano secondo i propridesideri: Udite la parola del Signore: [3]Così dice il Signore Dio: Guai ai profetistolti, che seguono il loro spirito senza avere avuto visioni. [4]Come sciacalli fra lemacerie, tali sono i tuoi profeti, Israele. [5]Voi non siete saliti sulle brecce e nonavete costruito alcun baluardo in difesa degli Israeliti, perché potessero resistere alcombattimento nel giorno del Signore. [6]Hanno avuto visioni false, vaticini menzognericoloro che dicono: Oracolo del Signore, mentre il Signore non li ha inviati. Eppureconfidano che si avveri la loro parola! [7]Non avete forse avuto una falsa visione epreannunziato vaticini bugiardi, quando dite: Parola del Signore, mentre io non vi hoparlato? [8]Pertanto dice il Signore Dio: Poiché voi avete detto il falso e avuto visionibugiarde, eccomi dunque contro di voi, dice il Signore Dio. [9]La mia mano sarà sopra iprofeti dalle false visioni e dai vaticini bugiardi; non avranno parte nell'assemblea delmio popolo, non saranno scritti nel libro d'Israele e non entreranno nel paese d'Israele:saprete che io sono il Signore Dio, [10]poiché ingannano il mio popolo dicendo: Pace! ela pace non c'è; mentre egli costruisce un muro, ecco essi lo intonacano di mota. [11]Dìa quegli intonacatori di mota: Cadrà! Scenderà una pioggia torrenziale, una grandinegrossa, si scatenerà un uragano [12]ed ecco, il muro è abbattuto. Allora non vi saràforse domandato: Dov'è la calcina con cui lo avevate intonacato? [13]Perciò dice ilSignore Dio: Con ira scatenerò un uragano, per la mia collera cadrà una pioggiatorrenziale, nel mio furore per la distruzione cadrà grandine come pietre; [14]demoliròil muro che avete intonacato di mota, lo atterrerò e le sue fondamenta rimarrannoscoperte; esso crollerà e voi perirete insieme con esso e saprete che io sono il Signore.[15]Quando avrò sfogato l'ira contro il muro e contro coloro che lo intonacarono di mota,io vi dirò: Il muro non c'è più e neppure gli intonacatori, [16]i profeti d'Israele cheprofetavano su Gerusalemme e vedevano per essa una visione di pace, mentre non vi erapace. Oracolo del Signore. 
Le false profetesse
[17]Ora tu, figlio dell'uomo, rivolgiti alle figlie del tuo popolo che profetizzanosecondo i loro desideri e profetizza contro di loro. [18]Dirai loro: Dice il Signore Dio:Guai a quelle che cuciono nastri magici a ogni polso e preparano veli per le teste di ognigrandezza per dar la caccia alle persone. Pretendete forse di dare la caccia alla gentedel mio popolo e salvare voi stesse? [19]Voi mi avete disonorato presso il mio popolo perqualche manciata d'orzo e per un tozzo di pane, facendo morire chi non doveva morire efacendo vivere chi non doveva vivere, ingannando il mio popolo che crede alle menzogne.[20]Perciò dice il Signore Dio: Eccomi contro i vostri nastri magici con i quali voi datela caccia alla gente come a uccelli; li strapperò dalle vostre braccia e libererò lagente che voi avete catturato come uccelli. [21]Straccerò i vostri veli e libererò ilmio popolo dalle vostre mani e non sarà più una preda in mano vostra; saprete così cheio sono il Signore. [22]Voi infatti avete rattristato con menzogne il cuore del giusto,mentre io non l'avevo rattristato e avete rafforzato il malvagio perché non desistessedalla sua vita malvagia e vivesse. [23]Per questo non avrete più visioni false, né piùspaccerete incantesimi: libererò il mio popolo dalle vostre mani e saprete che io sono ilSignore». 
Capitolo 3
Il profeta come sentinella
[16]Al termine di questi sette giorni mi fu rivolta questa parola del Signore: «Figliodell'uomo, ti ho posto per sentinella alla casa d'Israele. [17]Quando sentirai dalla miabocca una parola, tu dovrai avvertirli da parte mia. [18]Se io dico al malvagio: Tumorirai! e tu non lo avverti e non parli perché il malvagio desista dalla sua condottaperversa e viva, egli, il malvagio, morirà per la sua iniquità, ma della sua morte iodomanderò conto a te. [19]Ma se tu ammonisci il malvagio ed egli non si allontana dallasua malvagità e dalla sua perversa condotta, egli morirà per il suo peccato, ma tu tisarai salvato. [20]Così, se il giusto si allontana dalla sua giustizia e commettel'iniquità, io porrò un ostacolo davanti a lui ed egli morirà; poiché tu non l'avraiavvertito, morirà per il suo peccato e le opere giuste da lui compiute non saranno piùricordate; ma della morte di lui domanderò conto a te. [21]Se tu invece avrai avvertitoil giusto di non peccare ed egli non peccherà, egli vivrà, perché è stato avvertito etu ti sarai salvato».

ZACCARIA - Capitolo 13 
[1]In quel giorno vi sarà per la casa di Davide e per gli abitanti di Gerusalemme una sorgente zampillante per lavare il peccato e l'impurità. [2]In quel giorno - dice il Signore degli eserciti - io estirperò dal paese i nomi degli idoli, né più saranno ricordati: anche i profeti e lo spirito immondo farò sparire dal paese. [3]Se qualcuno oserà ancora fare il profeta, il padre e la madre che l'hanno generato, gli diranno: «Tu morirai, perché proferisci menzogne nel nome del Signore», e il padre e la madre che l'hanno generato lo trafiggeranno perché fa il profeta. [4]In quel giorno ogni profeta si vergognerà della visione che avrà annunziata, né indosserà più il mantello di pelo per raccontare bugie. [5]Ma ognuno dirà: «Non sono un profeta: sono un lavoratore della terra, ad essa mi sono dedicato fin dalla mia giovinezza». [6]E se gli si dirà: «Perché quelle piaghe in mezzo alle tue mani?», egli risponderà: «Queste le ho ricevute in casa dei miei amici». Personificazione della spada: il nuovo popolo [7]Insorgi, spada, contro il mio pastore, contro colui che è mio compagno. Oracolo del Signore degli eserciti. Percuoti il pastore e sia disperso il gregge, allora volgerò la mano sopra i deboli. [8]In tutto il paese, - oracolo del Signore - due terzi saranno sterminati e periranno; un terzo sarà conservato. [9]Farò passare questo terzo per il fuoco e lo purificherò come si purifica l'argento; lo proverò come si prova l'oro. Invocherà il mio nome e io l'ascolterò; dirò: «Questo è il mio popolo». Esso dirà: «Il Signore è il mio Dio».

CORINZI 1 Capitolo 14 
I carismi. Regole pratiche
[26] Che fare dunque, fratelli? Quando vi radunate ognuno può avere un salmo, un insegnamento, una rivelazione, un discorso in lingue, il dono di interpretarle. Ma tutto si faccia per l'edificazione. [27] Quando si parla con il dono delle lingue, siano in due o al massimo in tre a parlare, e per ordine; uno poi faccia da interprete. [28] Se non vi è chi interpreta, ciascuno di essi taccia nell'assemblea e parli solo a se stesso e a Dio. [29] I profeti parlino in due o tre e gli altri giudichino. [30] Se uno di quelli che sono seduti riceve una rivelazione, il primo taccia: [31] tutti infatti potete profetare, uno alla volta, perché tutti possano imparare ed essere esortati. [32] Ma le ispirazioni dei profeti devono essere sottomesse ai profeti, [33] perché Dio non è un Dio di disordine, ma di pace. [34] Come in tutte le comunità dei fedeli, le donne nelle assemblee tacciano perché non è loro permesso parlare; stiano invece sottomesse, come dice anche la legge. [35] Se vogliono imparare qualche cosa, interroghino a casa i loro mariti, perché è sconveniente per una donna parlare in assemblea. [36] Forse la parola di Dio è partita da voi? O è giunta soltanto a voi? [37] Chi ritiene di essere profeta o dotato di doni dello Spirito, deve riconoscere che quanto scrivo è comando del Signore; [38] se qualcuno non lo riconosce, neppure lui è riconosciuto. [39] Dunque, fratelli miei, aspirate alla profezia e, quanto al parlare con il dono delle lingue, non impeditelo. [40] Ma tutto avvenga decorosamente e con ordine.

Geremia - Capitolo 23 Oracoli messianici. Il re dell'avvenire 

[1]«Guai ai pastori che fanno perire e disperdono il gregge del mio pascolo». Oracolo del Signore. [2]Perciò dice il Signore, Dio di Israele, contro i pastori che devono pascere il mio popolo: «Voi avete disperso le mie pecore, le avete scacciate e non ve ne siete preoccupati; ecco io mi occuperò di voi e della malvagità delle vostre azioni. Oracolo del Signore. [3]Radunerò io stesso il resto delle mie pecore da tutte le regioni dove le ho lasciate scacciare e le farò tornare ai loro pascoli; saranno feconde e si moltiplicheranno. [4]Costituirò sopra di esse pastori che le faranno pascolare, così che non dovranno più temere né sgomentarsi; di esse non ne mancherà neppure una». Oracolo del Signore. [5]«Ecco, verranno giorni - dice il Signore - nei quali susciterò a Davide un germoglio giusto, che regnerà da vero re e sarà saggio ed eserciterà il diritto e la giustizia sulla terra. [6]Nei suoi giorni Giuda sarà salvato e Israele starà sicuro nella sua dimora; questo sarà il nome con cui lo chiameranno: Signore-nostra-giustizia. [7]Pertanto, ecco, verranno giorni - dice il Signore - nei quali non si dirà più: Per la vita del Signore che ha fatto uscire gli Israeliti dal paese d'Egitto, [8]ma piuttosto: Per la vita del Signore che ha fatto uscire e che ha ricondotto la discendenza della casa di Israele dalla terra del settentrione e da tutte le regioni dove li aveva dispersi; costoro dimoreranno nella propria terra». Libretto contro i falsi profeti [9]Contro i profeti. Mi si spezza il cuore nel petto, tremano tutte le mie membra, sono come un ubriaco e come chi è inebetito dal vino, a causa del Signore e a causa delle sue sante parole. [10]«Poiché il paese è pieno di adùlteri; a causa della maledizione tutto il paese è in lutto, si sono inariditi i pascoli della steppa. Il loro fine è il male e la loro forza è l'ingiustizia. [11]Perfino il profeta, perfino il sacerdote sono empi, perfino nella mia casa ho trovato la loro malvagità. Oracolo del Signore. [12]Perciò la loro strada sarà per essi come sentiero sdrucciolevole, saranno sospinti nelle tenebre e cadranno in esse, poiché io manderò su di essi la sventura, nell'anno del loro castigo. Oracolo del Signore. [13]Tra i profeti di Samaria io ho visto cose stolte. Essi profetavano in nome di Baal e traviavano il mio popolo Israele. [14]Ma tra i profeti di Gerusalemme ho visto cose nefande: commettono adultèri e praticano la menzogna, danno mano ai malfattori, sì che nessuno si converte dalla sua malvagità; per me sono tutti come Sòdoma e i suoi abitanti come Gomorra». [15]Perciò dice il Signore degli eserciti contro i profeti: «Ecco farò loro ingoiare assenzio e bere acque avvelenate, perché dai profeti di Gerusalemme l'empietà si è sparsa su tutto il paese». [16]Così dice il Signore degli eserciti: «Non ascoltate le parole dei profeti che profetizzano per voi; essi vi fanno credere cose vane, vi annunziano fantasie del loro cuore, non quanto viene dalla bocca del Signore. [17]Essi dicono a coloro che disprezzano la parola del Signore: Voi avrete la pace! e a quanti seguono la caparbietà del loro cuore dicono: Non vi coglierà la sventura. [18]Ma chi ha assistito al consiglio del Signore, chi l'ha visto e ha udito la sua parola? Chi ha ascoltato la sua parola e vi ha obbedito? [19]Ecco la tempesta del Signore, il suo furore si scatena, una tempesta travolgente si abbatte sul capo dei malvagi. [20]Non cesserà l'ira del Signore, finché non abbia compiuto e attuato i progetti del suo cuore. Alla fine dei giorni comprenderete tutto! [21]Io non ho inviato questi profeti ed essi corrono; non ho parlato a loro ed essi profetizzano. [22]Se hanno assistito al mio consiglio, facciano udire le mie parole al mio popolo e li distolgano dalla loro condotta perversa e dalla malvagità delle loro azioni. [23]Sono io forse Dio solo da vicino - dice il Signore - e non anche Dio da lontano? [24]Può forse nascondersi un uomo nei nascondigli senza che io lo veda? Non riempio io il cielo e la terra? Parola del Signore. [25]Ho sentito quanto affermano i profeti che predicono in mio nome menzogne: Ho avuto un sogno, ho avuto un sogno. [26]Fino a quando ci saranno nel mio popolo profeti che predicono la menzogna e profetizzano gli inganni del loro cuore? [27]Essi credono di far dimenticare il mio nome al mio popolo con i loro sogni, che si raccontano l'un l'altro, come i loro padri dimenticarono il mio nome per Baal! [28]Il profeta che ha avuto un sogno racconti il suo sogno; chi ha udito la mia parola annunzi fedelmente la mia parola. Che cosa ha in comune la paglia con il grano? Oracolo del Signore. [29]La mia parola non è forse come il fuoco - oracolo del Signore - e come un martello che spacca la roccia? [30]Perciò, eccomi contro i profeti - oracolo del Signore - i quali si rubano gli uni gli altri le mie parole. [31]Eccomi contro i profeti - oracolo del Signore - che muovono la lingua per dare oracoli. [32]Eccomi contro i profeti di sogni menzogneri - dice il Signore - che li raccontano e traviano il mio popolo con menzogne e millanterie. Io non li ho inviati né ho dato alcun ordine; essi non gioveranno affatto a questo popolo». Parola del Signore. [33]Quando dunque questo popolo o un profeta o un sacerdote ti domanderà: «Qual è il peso del messaggio del Signore?», tu riferirai loro: «Voi siete il peso del Signore! Io vi rigetterò». Parola del Signore. [34]E il profeta o il sacerdote o il popolo che dica: «Peso del Signore!», io lo punirò nella persona e nella famiglia. [35]Direte l'uno all'altro: «Che cosa ha risposto il Signore?» e: «Che cosa ha detto il Signore?». [36]Non farete più menzione di peso del Signore, altrimenti per chiunque la sua stessa parola sarà considerata un peso per avere travisato le parole del Dio vivente, del Signore degli eserciti, nostro Dio. [37]Così dirai al profeta: «Che cosa ti ha risposto il Signore?» e: «Che cosa ha detto il Signore?». [38]Ma se direte «Peso del Signore», allora così parla il Signore: «Poiché ripetete: Peso del Signore, mentre vi avevo ordinato di non dire più: Peso del Signore, [39]ecco, proprio per questo, io mi caricherò di voi come di un peso e getterò lontano dal mio volto voi e la città che ho dato a voi e ai vostri padri. [40]Vi coprirò di obbrobrio perenne e di confusione perenne, che non sarà mai dimenticata».

Isaia 28 
[1] Guai alla corona superba degli ubriachi di Efraim, al fiore caduco, suo splendido ornamento, che domina la fertile valle, o storditi dal vino! [2] Ecco, inviato dal Signore, un uomo potente e forte, come nembo di grandine, come turbine rovinoso, come nembo di acque torrenziali e impetuose, getta tutto a terra con violenza. [3] Dai piedi verrà calpestata la corona degli ubriachi di Efraim. [4] E avverrà al fiore caduco del suo splendido ornamento, che domina la valle fertile, come a un fico primaticcio prima dell'estate: uno lo vede, lo coglie e lo mangia appena lo ha in mano. [5] In quel giorno sarà il Signore degli eserciti una corona di gloria, uno splendido diadema per il resto del suo popolo, [6] ispiratore di giustizia per chi siede in tribunale, forza per chi respinge l'assalto alla porta. [7] Anche costoro barcollano per il vino, vanno fuori strada per le bevande inebrianti. Sacerdoti e profeti barcollano per la bevanda inebriante, affogano nel vino; vanno fuori strada per le bevande inebrianti, s'ingannano mentre hanno visioni, dondolano quando fanno da giudici. [8] Tutte le tavole sono piene di fetido vomito; non c'è un posto pulito. [9] "A chi vuole insegnare la scienza? A chi vuole spiegare il discorso? Ai bambini divezzati, appena staccati dal seno? [10] Sì: precetto su precetto, precetto su precetto, norma su norma, norma su norma, un pò qui, un pò là". [11] Con labbra balbettanti e in lingua straniera parlerà a questo popolo [12] colui che aveva detto loro: "Ecco il riposo! Fate riposare lo stanco. Ecco il sollievo!". Ma non vollero udire. [13] E sarà per loro la parola del Signore: "precetto su precetto, precetto su precetto, norma su norma, norma su norma, un pò qui, un pò là", perché camminando cadano all'indietro, si producano fratture, siano presi e fatti prigionieri. [14] Perciò ascoltate la parola del Signore, uomini arroganti, signori di questo popolo che sta in Gerusalemme: [15] "Voi dite: Abbiamo concluso un'alleanza con la morte, e con gli inferi abbiamo fatto lega; il flagello del distruttore, quando passerà, non ci raggiungerà; perché ci siamo fatti della menzogna un rifugio e nella falsità ci siamo nascosti". [16] Dice il Signore Dio: "Ecco io pongo una pietra in Sion, una pietra scelta, angolare, preziosa, saldamente fondata: chi crede non vacillerà. [17] Io porrò il diritto come misura e la giustizia come una livella. La grandine spazzerà via il vostro rifugio fallace, le acque travolgeranno il vostro riparo. [18] Sarà cancellata la vostra alleanza con la morte; la vostra lega con gli inferi non reggerà. Quando passerà il flagello del distruttore, voi sarete la massa da lui calpestata. [19] Ogni volta che passerà, vi prenderà, poiché passerà ogni mattino, giorno e notte. E solo il terrore farà capire il discorso". [20] Troppo corto sarà il letto per distendervisi, troppo stretta la coperta per avvolgervisi. [21] Poiché come sul monte Perasìm si leverà il Signore; come nella valle di Gàbaon si adirerà per compiere l'opera, la sua opera singolare, e per eseguire il lavoro, il suo lavoro inconsueto. [22] Ora cessate di agire con arroganza perché non si stringano di più le vostre catene, perché un decreto di rovina io ho udito, da parte del Signore, Dio degli eserciti, riguardo a tutta la terra. [23] Porgete l'orecchio e ascoltate la mia voce, fate attenzione e sentite le mie parole. [24] Ara forse tutti i giorni l'aratore, rompe e sarchia la terra? [25] Forse non ne spiana la superficie, non vi semina l'anèto e non vi sparge il cumino? E non vi pone grano e orzo e spelta lungo i confini? [26] E la sua perizia rispetto alla regola gliela insegna il suo Dio. [27] Certo, l'anèto non si batte con il tribbio, né si fa girare sul cumìno il rullo, ma con una bacchetta si batte l'anèto e con la verga il cumìno. [28] Il frumento vien forse schiacciato? Certo, non lo si pesta senza fine, ma vi si spinge sopra il rullo e gli zoccoli delle bestie senza schiacciarlo. [29] Anche questo proviene dal Signore degli eserciti: egli si mostra mirabile nel consiglio, grande nella sapienza.

Corinzi 2 - Capitolo 2 
[1]Ritenni pertanto opportuno non venire di nuovo fra voi con tristezza. [2]Perché se io rattristo voi, chi mi rallegrerà se non colui che è stato da me rattristato? [3]Perciò vi ho scritto in quei termini che voi sapete, per non dovere poi essere rattristato alla mia venuta da quelli che dovrebbero rendermi lieto, persuaso come sono riguardo a voi tutti che la mia gioia è quella di tutti voi. [4]Vi ho scritto in un momento di grande afflizione e col cuore angosciato, tra molte lacrime, però non per rattristarvi, ma per farvi conoscere l'affetto immenso che ho per voi. [5]Se qualcuno mi ha rattristato, non ha rattristato me soltanto, ma in parte almeno, senza voler esagerare, tutti voi. [6]Per quel tale però è gia sufficiente il castigo che gli è venuto dai più, [7]cosicché voi dovreste piuttosto usargli benevolenza e confortarlo, perché egli non soccomba sotto un dolore troppo forte. [8]Vi esorto quindi a far prevalere nei suoi riguardi la carità; [9]e anche per questo vi ho scritto, per vedere alla prova se siete effettivamente obbedienti in tutto. [10]A chi voi perdonate, perdono anch'io; perché quello che io ho perdonato, se pure ebbi qualcosa da perdonare, l'ho fatto per voi, davanti a Cristo, [11]per non cadere in balìa di satana, di cui non ignoriamo le macchinazioni. 
Corinzi 2 - Capitolo 11 
Paolo si vede costretto a fare il proprio elogio [1]Oh se poteste sopportare un pò di follia da parte mia! Ma, certo, voi mi sopportate. [2]Io provo infatti per voi una specie di gelosia divina, avendovi promessi a un unico sposo, per presentarvi quale vergine casta a Cristo. [3]Temo però che, come il serpente nella sua malizia sedusse Eva, così i vostri pensieri vengano in qualche modo traviati dalla loro semplicità e purezza nei riguardi di Cristo. [4]Se infatti il primo venuto vi predica un Gesù diverso da quello che vi abbiamo predicato noi o se si tratta di ricevere uno spirito diverso da quello che avete ricevuto o un altro vangelo che non avete ancora sentito, voi siete ben disposti ad accettarlo. [5]Ora io ritengo di non essere in nulla inferiore a questi «superapostoli»! [6]E se anche sono un profano nell'arte del parlare, non lo sono però nella dottrina, come vi abbiamo dimostrato in tutto e per tutto davanti a tutti. [7]O forse ho commesso una colpa abbassando me stesso per esaltare voi, quando vi ho annunziato gratuitamente il vangelo di Dio? [8]Ho spogliato altre Chiese accettando da loro il necessario per vivere, allo scopo di servire voi. [9]E trovandomi presso di voi e pur essendo nel bisogno, non sono stato d'aggravio a nessuno, perché alle mie necessità hanno provveduto i fratelli giunti dalla Macedonia. In ogni circostanza ho fatto il possibile per non esservi di aggravio e così farò in avvenire. [10]Com'è vero che c'è la verità di Cristo in me, nessuno mi toglierà questo vanto in terra di Acaia! [11]Questo perché? Forse perché non vi amo? Lo sa Dio! [12]Lo faccio invece, e lo farò ancora, per troncare ogni pretesto a quelli che cercano un pretesto per apparire come noi in quello di cui si vantano. [13]Questi tali sono falsi apostoli, operai fraudolenti, che si mascherano da apostoli di Cristo. [14]Ciò non fa meraviglia, perché anche satana si maschera da angelo di luce. [15]Non è perciò gran cosa se anche i suoi ministri si mascherano da ministri di giustizia; ma la loro fine sarà secondo le loro opere. [16]Lo dico di nuovo: nessuno mi consideri come un pazzo, o se no ritenetemi pure come un pazzo, perché possa anch'io vantarmi un poco. [17]Quello che dico, però, non lo dico secondo il Signore, ma come da stolto, nella fiducia che ho di potermi vantare. [18]Dal momento che molti si vantano da un punto di vista umano, mi vanterò anch'io. [19]Infatti voi, che pur siete saggi, sopportate facilmente gli stolti. [20]In realtà sopportate chi vi riduce in servitù, chi vi divora, chi vi sfrutta, chi è arrogante, chi vi colpisce in faccia. [21]Lo dico con vergogna; come siamo stati deboli! Però in quello in cui qualcuno osa vantarsi, lo dico da stolto, oso vantarmi anch'io. [22]Sono Ebrei? Anch'io! Sono Israeliti? Anch'io! Sono stirpe di Abramo? Anch'io! [23]Sono ministri di Cristo? Sto per dire una pazzia, io lo sono più di loro: molto di più nelle fatiche, molto di più nelle prigionie, infinitamente di più nelle percosse, spesso in pericolo di morte. [24]Cinque volte dai Giudei ho ricevuto i trentanove colpi; [25]tre volte sono stato battuto con le verghe, una volta sono stato lapidato, tre volte ho fatto naufragio, ho trascorso un giorno e una notte in balìa delle onde. [26]Viaggi innumerevoli, pericoli di fiumi, pericoli di briganti, pericoli dai miei connazionali, pericoli dai pagani, pericoli nella città, pericoli nel deserto, pericoli sul mare, pericoli da parte di falsi fratelli; [27]fatica e travaglio, veglie senza numero, fame e sete, frequenti digiuni, freddo e nudità. [28]E oltre a tutto questo, il mio assillo quotidiano, la preoccupazione per tutte le Chiese. [29]Chi è debole, che anch'io non lo sia? Chi riceve scandalo, che io non ne frema? [30]Se è necessario vantarsi, mi vanterò di quanto si riferisce alla mia debolezza. [31]Dio e Padre del Signore Gesù, lui che è benedetto nei secoli, sa che non mentisco. [32]A Damasco, il governatore del re Areta montava la guardia alla città dei Damasceni per catturarmi, [33]ma da una finestra fui calato per il muro in una cesta e così sfuggii dalle sue mani.

Gàlati 1
[1] Paolo, apostolo non da parte di uomini, né per mezzo di uomo, ma per mezzo di Gesù Cristo e di Dio Padre che lo ha risuscitato dai morti, [2] e tutti i fratelli che sono con me, alle Chiese della Galazia. [3] Grazia a voi e pace da parte di Dio Padre nostro e dal Signore Gesù Cristo, [4] che ha dato se stesso per i nostri peccati, per strapparci da questo mondo perverso, secondo la volontà di Dio e Padre nostro, [5] al quale sia gloria nei secoli dei secoli. Amen. [6] Mi meraviglio che così in fretta da colui che vi ha chiamati con la grazia di Cristo passiate ad un altro vangelo. [7] In realtà, però, non ce n'è un altro; solo che vi sono alcuni che vi turbano e vogliono sovvertire il vangelo di Cristo. [8] Orbene, se anche noi stessi o un angelo dal cielo vi predicasse un vangelo diverso da quello che vi abbiamo predicato, sia anàtema! [9] L'abbiamo già detto e ora lo ripeto: se qualcuno vi predica un vangelo diverso da quello che avete ricevuto, sia anàtema! [10] Infatti, è forse il favore degli uomini che intendo guadagnarmi, o non piuttosto quello di Dio? Oppure cerco di piacere agli uomini? Se ancora io piacessi agli uomini, non sarei più servitore di Cristo!

Pietro 2 - Capitolo 2 I falsi dottori [1]Ci sono stati anche falsi profeti tra il popolo, come pure ci saranno in mezzo a voi falsi maestri che introdurranno eresie perniciose, rinnegando il Signore che li ha riscattati e attirandosi una pronta rovina. [2]Molti seguiranno le loro dissolutezze e per colpa loro la via della verità sarà coperta di impropèri. [3]Nella loro cupidigia vi sfrutteranno con parole false; ma la loro condanna è gia da tempo all'opera e la loro rovina è in agguato. Le lezioni del passato [4]Dio infatti non risparmiò gli angeli che avevano peccato, ma li precipitò negli abissi tenebrosi dell'inferno, serbandoli per il giudizio; [5]non risparmiò il mondo antico, ma tuttavia con altri sette salvò Noè, banditore di giustizia, mentre faceva piombare il diluvio su un mondo di empi; [6]condannò alla distruzione le città di Sòdoma e Gomorra, riducendole in cenere, ponendo un esempio a quanti sarebbero vissuti empiamente. [7]Liberò invece il giusto Lot, angustiato dal comportamento immorale di quegli scellerati. [8]Quel giusto infatti, per ciò che vedeva e udiva mentre abitava in mezzo a loro, si tormentava ogni giorno nella sua anima giusta per tali ignominie. [9]Il Signore sa liberare i pii dalla prova e serbare gli empi per il castigo nel giorno del giudizio, [10]soprattutto coloro che nelle loro impure passioni vanno dietro alla carne e disprezzano il Signore. 
Il castigo futuro

Temerari, arroganti, non temono d'insultare gli esseri gloriosi decaduti, [11]mentre gli angeli, a loro superiori per forza e potenza, non portano contro di essi alcun giudizio offensivo davanti al Signore. [12]Ma costoro, come animali irragionevoli nati per natura a essere presi e distrutti, mentre bestemmiano quel che ignorano, saranno distrutti nella loro corruzione, [13]subendo il castigo come salario dell'iniquità. Essi stimano felicità il piacere d'un giorno; sono tutta sporcizia e vergogna; si dilettano dei loro inganni mentre fan festa con voi; [14]han gli occhi pieni di disonesti desideri e sono insaziabili di peccato, adescano le anime instabili, hanno il cuore rotto alla cupidigia, figli di maledizione! [15]Abbandonata la retta via, si sono smarriti seguendo la via di Balaàm di Bosòr, che amò un salario di iniquità, [16]ma fu ripreso per la sua malvagità: un muto giumento, parlando con voce umana, impedì la demenza del profeta. [17]Costoro sono come fonti senz'acqua e come nuvole sospinte dal vento: a loro è riserbata l'oscurità delle tenebre. [18]Con discorsi gonfiati e vani adescano mediante le licenziose passioni della carne coloro che si erano appena allontanati da quelli che vivono nell'errore. [19]Promettono loro libertà, ma essi stessi sono schiavi della corruzione. Perché uno è schiavo di ciò che l'ha vinto. [20]Se infatti, dopo aver fuggito le corruzioni del mondo per mezzo della conoscenza del Signore e salvatore Gesù Cristo, ne rimangono di nuovo invischiati e vinti, la loro ultima condizione è divenuta peggiore della prima. [21]Meglio sarebbe stato per loro non aver conosciuto la via della giustizia, piuttosto che, dopo averla conosciuta, voltar le spalle al santo precetto che era stato loro dato. [22]Si è verificato per essi il proverbio: Il cane è tornato al suo vomito e la scrofa lavata è tornata ad avvoltolarsi nel brago.

Pietro 2 - Capitolo 3 
Il giorno del Signore: i profeti e gli apostoli [1]Questa, o carissimi, è gia la seconda lettera che vi scrivo, e in tutte e due cerco di ridestare con ammonimenti la vostra sana intelligenza, [2]perché teniate a mente le parole gia dette dai santi profeti, e il precetto del Signore e salvatore, trasmessovi dagli apostoli. 
I falsi dottori
[3]Questo anzitutto dovete sapere, che verranno negli ultimi giorni schernitori beffardi, i quali si comporteranno secondo le proprie passioni [4]e diranno: «Dov'è la promessa della sua venuta? Dal giorno in cui i nostri padri chiusero gli occhi tutto rimane come al principio della creazione». [5]Ma costoro dimenticano volontariamente che i cieli esistevano gia da lungo tempo e che la terra, uscita dall'acqua e in mezzo all'acqua, ricevette la sua forma grazie alla parola di Dio; [6]e che per queste stesse cause il mondo di allora, sommerso dall'acqua, perì. [7]Ora, i cieli e la terra attuali sono conservati dalla medesima parola, riservati al fuoco per il giorno del giudizio e della rovina degli empi. [8]Una cosa però non dovete perdere di vista, carissimi: davanti al Signore un giorno è come mille anni e mille anni come un giorno solo. [9]Il Signore non ritarda nell'adempiere la sua promessa, come certuni credono; ma usa pazienza verso di voi, non volendo che alcuno perisca, ma che tutti abbiano modo di pentirsi. [10]Il giorno del Signore verrà come un ladro; allora i cieli con fragore passeranno, gli elementi consumati dal calore si dissolveranno e la terra con quanto c'è in essa sarà distrutta. Nuovo invito alla santità. Dossologia [11]Poiché dunque tutte queste cose devono dissolversi così, quali non dovete essere voi, nella santità della condotta e nella pietà, [12]attendendo e affrettando la venuta del giorno di Dio, nel quale i cieli si dissolveranno e gli elementi incendiati si fonderanno! [13]E poi, secondo la sua promessa, noi aspettiamo nuovi cieli e una terra nuova, nei quali avrà stabile dimora la giustizia. [14]Perciò, carissimi, nell'attesa di questi eventi, cercate d'essere senza macchia e irreprensibili davanti a Dio, in pace. [15]La magnanimità del Signore nostro giudicatela come salvezza, come anche il nostro carissimo fratello Paolo vi ha scritto, secondo la sapienza che gli è stata data; [16]così egli fa in tutte le lettere, in cui tratta di queste cose. In esse ci sono alcune cose difficili da comprendere e gli ignoranti e gli instabili le travisano, al pari delle altre Scritture, per loro propria rovina. [17]Voi dunque, carissimi, essendo stati preavvisati, state in guardia per non venir meno nella vostra fermezza, travolti anche voi dall'errore degli empi; [18]ma crescete nella grazia e nella conoscenza del Signore nostro e salvatore Gesù Cristo. A lui la gloria, ora e nel giorno dell'eternità. Amen!

Giovanni 1 - Capitolo 4 
Terza condizione: guardarsi dagli anticristi e dal mondo [1]Carissimi, non prestate fede a ogni ispirazione, ma mettete alla prova le ispirazioni, per saggiare se provengono veramente da Dio, perché molti falsi profeti sono comparsi nel mondo. [2]Da questo potete riconoscere lo spirito di Dio: ogni spirito che riconosce che Gesù Cristo è venuto nella carne, è da Dio; [3]ogni spirito che non riconosce Gesù, non è da Dio. Questo è lo spirito dell'anticristo che, come avete udito, viene, anzi è gia nel mondo. [4]Voi siete da Dio, figlioli, e avete vinto questi falsi profeti, perché colui che è in voi è più grande di colui che è nel mondo. [5]Costoro sono del mondo, perciò insegnano cose del mondo e il mondo li ascolta. [6]Noi siamo da Dio. Chi conosce Dio ascolta noi; chi non è da Dio non ci ascolta. Da ciò noi distinguiamo lo spirito della verità e lo spirito dell'errore.(I falsi profeti non obbediscono ai Vescovi, successori degli Apostoli) 
III. ALLE FONTI DELLA CARITA' E DELLA FEDE
Alle fonti della carità [7]Carissimi, amiamoci gli uni gli altri, perché l'amore è da Dio: chiunque ama è generato da Dio e conosce Dio. [8]Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore. [9]In questo si è manifestato l'amore di Dio per noi: Dio ha mandato il suo unigenito Figlio nel mondo, perché noi avessimo la vita per lui. [10]In questo sta l'amore: non siamo stati noi ad amare Dio, ma è lui che ha amato noi e ha mandato il suo Figlio come vittima di espiazione per i nostri peccati. [11]Carissimi, se Dio ci ha amato, anche noi dobbiamo amarci gli uni gli altri. [12]Nessuno mai ha visto Dio; se ci amiamo gli uni gli altri, Dio rimane in noi e l'amore di lui è perfetto in noi. [13]Da questo si conosce che noi rimaniamo in lui ed egli in noi: egli ci ha fatto dono del suo Spirito. [14]E noi stessi abbiamo veduto e attestiamo che il Padre ha mandato il suo Figlio come salvatore del mondo. [15]Chiunque riconosce che Gesù è il Figlio di Dio, Dio dimora in lui ed egli in Dio. [16]Noi abbiamo riconosciuto e creduto all'amore che Dio ha per noi. Dio è amore; chi sta nell'amore dimora in Dio e Dio dimora in lui. [17]Per questo l'amore ha raggiunto in noi la sua perfezione, perché abbiamo fiducia nel giorno del giudizio; perché come è lui, così siamo anche noi, in questo mondo. [18]Nell'amore non c'è timore, al contrario l'amore perfetto scaccia il timore, perché il timore suppone un castigo e chi teme non è perfetto nell'amore. [19]Noi amiamo, perché egli ci ha amati per primo. [20]Se uno dicesse: «Io amo Dio», e odiasse il suo fratello, è un mentitore. Chi infatti non ama il proprio fratello che vede, non può amare Dio che non vede. [21]Questo è il comandamento che abbiamo da lui: chi ama Dio, ami anche il suo fratello. 
Giovanni 1 - Capitolo 5 
Alla fonte della fede
[1]Chiunque crede che Gesù è il Cristo, è nato da Dio; e chi ama colui che ha generato, ama anche chi da lui è stato generato. [2]Da questo conosciamo di amare i figli di Dio: se amiamo Dio e ne osserviamo i comandamenti, [3]perché in questo consiste l'amore di Dio, nell'osservare i suoi comandamenti; e i suoi comandamenti non sono gravosi. [4]Tutto ciò che è nato da Dio vince il mondo; e questa è la vittoria che ha sconfitto il mondo: la nostra fede. [5]E chi è che vince il mondo se non chi crede che Gesù è il Figlio di Dio? [6]Questi è colui che è venuto con acqua e sangue, Gesù Cristo; non con acqua soltanto, ma con l'acqua e con il sangue. Ed è lo Spirito che rende testimonianza, perché lo Spirito è la verità. [7]Poiché tre sono quelli che rendono testimonianza: [8]lo Spirito, l'acqua e il sangue, e questi tre sono concordi. [9]Se accettiamo la testimonianza degli uomini, la testimonianza di Dio è maggiore; e la testimonianza di Dio è quella che ha dato al suo Figlio. [10]Chi crede nel Figlio di Dio, ha questa testimonianza in sé. Chi non crede a Dio, fa di lui un bugiardo, perché non crede alla testimonianza che Dio ha reso a suo Figlio. [11]E la testimonianza è questa: Dio ci ha dato la vita eterna e questa vita è nel suo Figlio. [12]Chi ha il Figlio ha la vita; chi non ha il Figlio di Dio, non ha la vita. [13]Questo vi ho scritto perché sappiate che possedete la vita eterna, voi che credete nel nome del Figlio di Dio. 
COMPLIMENTI
La preghiera per i peccatori [14]Questa è la fiducia che abbiamo in lui: qualunque cosa gli chiediamo secondo la sua volontà, egli ci ascolta. [15]E se sappiamo che ci ascolta in quello che gli chiediamo, sappiamo di avere gia quello che gli abbiamo chiesto. [16]Se uno vede il proprio fratello commettere un peccato che non conduce alla morte, preghi, e Dio gli darà la vita; s'intende a coloro che commettono un peccato che non conduce alla morte: c'è infatti un peccato che conduce alla morte; per questo dico di non pregare. [17]Ogni iniquità è peccato, ma c'è il peccato che non conduce alla morte. 
Riassunto dell'epistola [18]Sappiamo che chiunque è nato da Dio non pecca: chi è nato da Dio preserva se stesso e il maligno non lo tocca. [19]Noi sappiamo che siamo da Dio, mentre tutto il mondo giace sotto il potere del maligno. [20]Sappiamo anche che il Figlio di Dio è venuto e ci ha dato l'intelligenza per conoscere il vero Dio. E noi siamo nel vero Dio e nel Figlio suo Gesù Cristo: egli è il vero Dio e la vita eterna. [21]Figlioli, guardatevi dai falsi dei!

Giovanni 2 Capitolo 1
[1] Io, il presbitero, alla Signora eletta e ai suoi figli che amo nella verità, e non io soltanto, ma tutti quelli che hanno conosciuto la verità, [2] a causa della verità che dimora in noi e dimorerà con noi in eterno: [3] grazia, misericordia e pace siano con noi da parte di Dio Padre e da parte di Gesù Cristo, Figlio del Padre, nella verità e nell'amore. [4] Mi sono molto rallegrato di aver trovato alcuni tuoi figli che camminano nella verità, secondo il comandamento che abbiamo ricevuto dal Padre. [5] E ora prego te, Signora, non per darti un comandamento nuovo, ma quello che abbiamo avuto fin dal principio, che ci amiamo gli uni gli altri. [6] E in questo sta l'amore: nel camminare secondo i suoi comandamenti. Questo è il comandamento che avete appreso fin dal principio; camminate in esso. [7] Poiché molti sono i seduttori che sono apparsi nel mondo, i quali non riconoscono Gesù venuto nella carne. Ecco il seduttore e l'anticristo! [8] Fate attenzione a voi stessi, perché non abbiate a perdere quello che avete conseguito, ma possiate ricevere una ricompensa piena. [9] Chi va oltre e non si attiene alla dottrina del Cristo, non possiede Dio. Chi si attiene alla dottrina, possiede il Padre e il Figlio. [10] Se qualcuno viene a voi e non porta questo insegnamento, non ricevetelo in casa e non salutatelo; [11] poiché chi lo saluta partecipa alle sue opere perverse. [12] Molte cose avrei da scrivervi, ma non ho voluto farlo per mezzo di carta e di inchiostro; ho speranza di venire da voi e di poter parlare a viva voce, perché la nostra gioia sia piena. [13] Ti salutano i figli della eletta tua sorella.

Apocalisse Capitolo 13
[1] Vidi salire dal mare una bestia che aveva dieci corna e sette teste, sulle corna dieci diademi e su ciascuna testa un titolo blasfemo. [2] La bestia che io vidi era simile a una pantera, con le zampe come quelle di un orso e la bocca come quella di un leone. Il drago le diede la sua forza, il suo trono e la sua potestà grande. [3] Una delle sue teste sembrò colpita a morte, ma la sua piaga mortale fu guarita. Allora la terra intera presa d'ammirazione, andò dietro alla bestia [4] e gli uomini adorarono il drago perché aveva dato il potere alla bestia e adorarono la bestia dicendo: "Chi è simile alla bestia e chi può combattere con essa?". [5] Alla bestia fu data una bocca per proferire parole d'orgoglio e bestemmie, con il potere di agire per quarantadue mesi. [6] Essa aprì la bocca per proferire bestemmie contro Dio, per bestemmiare il suo nome e la sua dimora, contro tutti quelli che abitano in cielo. [7] Le fu permesso di far guerra contro i santi e di vincerli; le fu dato potere sopra ogni stirpe, popolo, lingua e nazione. [8] L'adorarono tutti gli abitanti della terra, il cui nome non è scritto fin dalla fondazione del mondo nel libro della vita dell'Agnello immolato. [9] Chi ha orecchi, ascolti: [10] Colui che deve andare in prigionia, andrà in prigionia; colui che deve essere ucciso di spada di spada sia ucciso. In questo sta la costanza e la fede dei santi. [11] Vidi poi salire dalla terra un'altra bestia, che aveva due corna, simili a quelle di un agnello, che però parlava come un drago. [12] Essa esercita tutto il potere della prima bestia in sua presenza e costringe la terra e i suoi abitanti ad adorare la prima bestia, la cui ferita mortale era guarita. [13] Operava grandi prodigi, fino a fare scendere fuoco dal cielo sulla terra davanti agli uomini. [14] Per mezzo di questi prodigi, che le era permesso di compiere in presenza della bestia, sedusse gli abitanti della terra dicendo loro di erigere una statua alla bestia che era stata ferita dalla spada ma si era riavuta. [15] Le fu anche concesso di animare la statua della bestia sicché quella statua perfino parlasse e potesse far mettere a morte tutti coloro che non adorassero la statua della bestia. [16] Faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi ricevessero un marchio sulla mano destra e sulla fronte; [17] e che nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome. [18] Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: essa rappresenta un nome d'uomo. E tal cifra è seicentosessantasei.

..da Avvenire - Giovedi 22 Febbraio 2001
IL CASO Il Patriarcato di Mosca risolve la disputa sul numero 666 nei codici fiscali Il chip è a prova di Anticristo
Mosca. Nel codice fiscale non si nasconde il «numero della Bestia», il famoso «666», quale è indicato nell'Apocalisse (13,18). Lo ha deciso, dopo tre giorni di accese discussioni, la Commissione teologica del Patriacato di Mosca presiedeuta dal sacerdote Kirill Pavlov. L'assemblea, alla quale hanno partecipato metropoliti e vescovi, teologi e alcuni deputati della Duma, si è svolta nel monastero della Trinità e di San Sergio nella città di Sergijev Posad (Zagorsk in tempi sovietici). L'assemblea si era resa necessaria dopo che numerosi esponenti del clero ortodosso avevano espresso il dubbio che nei codici elettronici (codice fiscale, codici a barre, tessere e chips vari) potesse nascondersi il numero «666». Tale ipotesi aveva provocato notevole allarme in molti strati di fedeli ortodossi russi, fino alla minaccia di uno scisma. 
A conclusione dell'assemblea è stato adottato un documento che sarà pubblicato dopo l'approvazione del patriarca Alessio II. «Abbiamo ascoltato gli esperti e gli esegeti - ha spiegato il metropolita Filaret - e siamo giunti alla conclusione che né nel codice fiscale, né nei documenti elettronici di accertamento dell'identità, è presente il 666». Questo perchè «il sigillo dell'Anticristo, secondo l'opinione dei Santi Padri, viene impresso dall'Anticristo stesso dopo la sua comparsa e dopo che molti l'avranno riconosciuto come Dio». Ma oggi nessuno divinizza il codice fiscale, e quindi il pericolo non c'è. Tuttavia il metropolita Filaret ha messo l'accento su un altro problema: i processi di globalizzazione di cui sono un indizio le codificazioni elettroniche, possono davvero presentare dei pericoli spirituali. «Dobbiamo seguirli attentamente - ha detto -, studiarli ed avvertire il popolo di Dio. Ma oggi seminare il panico è indegno del nome di cristiani». Questi temi verranno trattati in un messaggio pastorale che il patriarca Alessio II rivolgerà ai fedeli durante la Quaresima. Filaret ha detto che bisogna mostrare comprensione per certi timori che possono apparire superstiziosi, poichè essi sono una conseguenza del «periodo dell'ateismo», quando non c'era la possibilità di istruire i fedeli. «Noi però - ha aggiunto Filaret - non abbiamo prestato sufficiente attenzione a questi processi. Di questo dobbiamo pentirci».

Giovanni Bensi